Le pagine della vergogna (154)

Pubblicato il 13 Gennaio 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Italia. Basta leggere queste tre notizie per comprendere lo stato di sbando totale delle istituzioni nazionali.


indeeeeeex


5978805114569340876 121


indddddddddddddex


Italia. Sostanzialmente l’iniziativa dell’avv. Sandri è giuridicamente corretta. Il problema sono i tempi biblici della giustizia in Italia, ecco perchè per prima cosa, come affermo da mesi, vanno fermate immediatamente le inoculazioni.



index 9


Italia. Ben presto “giornalisti” come questa faranno davvero una brutta fine. Il karma non perdona.
Onore invece al medico che, nonostante l’accanimento sia mediatico che delle procure, sta salvando vite umane.



Italia. Due notizie che meritano di essere messe insieme per simbolo di una situazione ormai insostenbile.
Omicron, finito lo Zitromax in tutto il paese.
Cesano Boscone : si accascia a terra mentre gioca e muore a 18 anni, tragedia in oratorio.


picture 2


ambulanza elisoccorso ansa 2


“Se non prendi il cosiddetto “vaccino” ti licenzio !”
È estorsione di Stato.




A volte occorre sapere sopportare anche forti critiche prima di essere apprezzati.


indexxxx 1


Un uomo anziano e ricco con una corposa assicurazione sulla vita muore a causa del cosiddetto “vaccino”.
Il suo decesso non è contestato nè dai medici che lo hanno inoculato, nè dalla compagnia di assicurazione.

Ma quest’ultima si è rifiutata di pagare la polizza, sostenendo che l’assunzione di farmaci sperimentali è esclusa dalla polizza stessa.
La famiglia ha portato la compagnia di assicurazione in tribunale.

Ha perso la causa.

Il giudice ha dichiarato che “gli effetti collaterali dei vaccini sperimentali sono noti.

Di conseguenza il defunto non poteva sostenere che non li conoscesse quando ha scelto volontariamente di inocularsi del cosiddetto “vaccino” (capito perchè appunto da sempre lo definisco tale ?)
Non c’è nessuna legge o mandato in Francia che lo obblighi a essere “vaccinato” (Capito ? Il Grin Kaz limita l’accesso al lavoro e nella stragrande maggioranza dei luoghi pubblici, ma non è obbligatorio…curiosa interpretazione).

Pertanto, la sua morte è essenzialmente un suicidio”.

Tutto questo perchè (per ovvi motivi) il suicidio è esplicitamente escluso da tutte le polizze di assicurazione sulla vita in generale.
Scommettiamo che sarà un precedente giudiziario molto importante ?


cropped cl 1


Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page