Le pagine della vergogna (152)

Pubblicato il 12 Gennaio 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Quando si crede ciecamente alla menzogna, prima o poi la verità viene a galla e ti travolge con tutta la sua forza.
Questa è la parabola che sta dietro la triste vicenda che ha riguardato David Sassoli



Roma. Una testimonianza da parte di Paola sulla cosiddetta “prescrizione medica” dei cosiddetti veleni.



Spagna : media del mainsrteam incitano violenza nei confronti dei “no-vax”.




Come mai la maggior parte di ciò che è stato preannunciato da chi scrive su queste righe si sta avverando ? Complottista !


photo 2022 01 12 13 14 10


USA. Altro malore improvviso dopo inoculazione. Esclusa correlazione.



Paesi Bassi. Secondo l’EMA sono necessari ulteriori dati prima della 4a dose di veleno. No, sono già sufficienti quelli che abbiamo…



Argentina. Altra da tenere d’occhio…se davvero si è inoculata.



Altro anagramma di Omicron. Noto, ma sempre meglio ricordare.



Trovate le differenze.


photo 2022 01 12 19 47 39


Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page