Le pagine della vergogna (141)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Usa. New York. Questa è la situazione nel New Jersey. Pensate che anche in Italia non sarà uguale se la gente non si sveglierà dal sonno ?



Paesi Bassi. Dimostranti cantano “vaff******” durante il giuramento del nuovo consiglio di gabinetto (mai nome è più azzeccato) del WEF al Palazzo Noordeinde nella città de L’Aia.



Italia. Un riassunto della situazione che stiamo vivendo da due anni. Non che ci siano novità, ma è sempre molto importante ricordare la realtà distopica in cui ci troviamo.



USA. Sapevate che ci sono cinque potenti multinazionali che praticamente gestiscono tutto ?
Controllano ciò che compriamo, ciò che facciamo e talvolta persino ciò che pensiamo.



Usa. Miami. Sono due anni che segnalo come non ci sia praticamente mai stata nessuna emergenza “sanitaria” in Florida. Ecco un’altra testimonianza recente.



Francia. Saint-Pierre e Miquelon. Il deputato LREM Stephane Claireaux, è stato attaccato da una folla fuori dalla sua casa.
I dimostranti che si oppongono al passaggio della vaccinazione gli hanno gettato in faccia terra e alghe.

Probabilmente vedremo sempre più spesso scene simili e forse molto più violente verso politici e giornalisti tra non molto.



Argomenti estremamente importanti, che molte cosiddette “autorità” di ogni tipo fingono di ignorare in modo palese e (soprattutto) illegale.



Italia. David Sassoli – presidente del Parlamento Europeo – ricoverato per “una grave complicanza di disfunzione al sistema immunitario”.

Non appena ho avuto la notizia qualche mese fa della polmonite (bilaterale) di Sassoli subito ho fatto la correlazione con una (probabile) intossicazione da grafene.

Il fatto che lo abbiano di nuovo ricoverato “per il sopraggiungere di una grave complicanza dovuta a una disfunzione del sistema immunitario” mi ricollega alla previsione per cui i sistemi immunitari dei cosiddetti “vaccinati” (ovviametne molti, non tutti)  sarebbero degenerati fra gennaio e marzo 2022.


61dc33e9200000fa798d6b14


Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page