Le pagine della vergogna (131)

Pubblicato il 7 Gennaio 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Italia. Udine : un’altra tristissima storia di ordinaria follia. Mi chiedo quando questo scempio finirà.


IMG 20220107 WA0078


IMG 20220107 WA0103


Spagna. Valencia : funzionari chiamano tutte le forze di Polizia europee all’unione.

“Siamo lì per essere la polizia della verità, per denunciare il governo, siamo qui per unire tutta la polizia d’Europa, Italia, Portogallo, Francia, Austria, Svizzera, Svezia, Germania, Olanda.
Uniamo tutta la polizia d’Europa
Dobbiamo denunciare questo governo corrotto”.



Germania : i tedeschi sono più preoccupati per la distruzione dei servizi essenziali nella vita di tutti i giorni che del “terribile virus”.



Austria : la parola agli anti-vaxxers.



Paesi Bassi : anche il presidente dell’ECIPS lancia l’allarme contro l’eccessiva violenza della Polizia.


photo 2022 01 07 15 27 17


Kazakistan. Shymkent. Filmato mostra un veicolo non targato e non contrassegnato che consegna armi ai rivoltosi che chiedono la abrogazione del cosiddetto Grin Kaz locale.



USA : filmato finto nel mainstream che mostra il sosia di Joe Biden. Ma dove sta attualmente il vero Joe ?



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page