Le pagine della vergogna (128)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Tennis : i solerti funzionari del governo australiano hanno cancellato il visto della tennista ceca Renata Voracova a causa del suo stato “sanitario” ed in questo momento è “detenuta” nella stessa “struttura di quarantena” di Novak Djokovic.


photo 2022 01 07 07 46 52


Tennis : il tennista georgiano Nikoloz Basilashvili, attuale numero 22 del mondo, è stato costretto al ritiro durante il suo ultimo match a causa di un improvviso problema respiratorio. Esclusa correlazione, ovvio.



photo 2022 01 07 07 47 12


Mentre attendo ancora il risultato del terzo set della sua partita contro Scott Morrison, segnalo che Novak Djokovic (ribattezzato recentemente Novax) ha vissuto con suo nonno 9 mesi chiuso in una cantina durante le (diverse) guerre combattute in Serbia negli anni ’90.

Chiunque abbia affrontato una guerra (od abbia dovuto lottare per il riconoscimento dei propri diritti sociali) conosce meglio di chiunque altro le ragioni di questa falsa emergenza sanitaria : la creazione di un regime totalitario.

Se non viene fermato questo attacco (un vero furto con scasso) ai nostri diritti individuali più elementari come la libertà di movimento e la totale ed assoluta libertà di decidere quello che vogliamo fare del nostro corpo, non potremo mai più tornare indietro.
La tirannia sarà brutale, sempre più selvaggia e criminale.

Il rifiuto di Djokovic di non divulgare le sue informazioni personali mediche non è guidato da orgoglio od arroganza.
Nè ha bisogno di alcuna trovata pubblicitaria per diventare famoso, dato che è il numero 1 del mondo (da anni).
Ma semplicemente sta difendendo i diritti umani.

Lo sport ha da sempre unito, e non diviso.
Sotto altri importanti esempi tratti dalla storia.


photo 2022 01 06 13 17 37


photo 2022 01 07 06 53 16


photo 2022 01 06 13 17 37 2


L’Australia oggi è questa. Da patria della libertà a totalitarismo di stampo sovietico/cinese.



Altra follia “made in Italy”.
Domanda e risposta :

15€ x tampone
1.000.000 tamponi al giorno (circa)
365 giorni all’anno
Totale incassato = 5.475.000.000 €

Ma lo fanno per il bene del popolo (il “nostro” bene).


IMG 20220107 WA0029


Screenshot 20220107 122637


USA : cartelli del genere iniziano a vedersi sempre più spesso.


photo 2022 01 07 09 20 57


Italia. Milano : altro pirla che ha provato ad immolarsi in nome della scienza.
Come già detto più volte, questi personaggi, abituati sempre a mentire perchè convinti che il cosiddetto mondialismo sia un bene, ad un certo punto non riconoscono più la differenza fra verità e menzogna.
E quando credi ciecamente alla menzogna, prima o poi la verità arriva e ti colpisce con tutta la sua forza.


index 4


Italia. Bergamo : testimonianza di un’infermiera dell’ospedale Papa Giovanni XXIII che afferma semplicemente la verità su quello che sta succedendo in questo momento. E’ tutta (ed esclusivamente) una questione di soldi.



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page