Le pagine della vergogna (122)

Pubblicato il 5 Gennaio 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


La “malattia” non è (più) coperta dall’INPS perchè non è una “malattia” che è determinata da un agente biologico, ma chimico…
Forse un giorno lo capiranno, chissà…



E’ esattamente quello che ho scritto ieri : secondo i sanitari “soprattutto i cosiddetti inoculati (con tre dosi) devono rispettare le norme di sicurezza”.
Solo questa affermazione dovrebbe svegliare chi ancora dorme.



Lo stesso concetto, espresso in altro modo. Forse meno urbano, ma più efficace.



“Efficacia negativa” : chi può smentire questa affermazione, trattandosi per l’appunto di genocidio contro la intera Umanità ?



Il Dr. Geert Van Der Bossche è uno dei più famosi esperti mondiali riguardo i vaccini (quelli veri).
Ecco invece la sua opinione riguardo questi cosiddetti “vaccini” :

“È impensabile vaccinare i bambini…Qualsiasi effetto avverso possa essere osservato è quasi nullo rispetto al danno che sarà causato…in nessun caso i bambini e i giovani devono essere vaccinati, perché se lo facciamo causerà un disastro…è molto chiaro, soprattutto nelle fasce di età inferiori ai 40 anni sta avendo un impatto drammatico, e se non fermiamo questo non c’è dubbio, scientificamente parlando, che questo porterà a un disastro”.



Forse non saranno proprio 26 milioni, ma i numeri del governo (anzi, dei governi di tutto il mondo) sono palesemente falsi.
In linea di massima : 30% di fedeli alla televisione – 40% di persone che per non avere rogne si sono uniformate all’inizio (e di queste ora molte sono “pentite”) – 30% di totalmente contrari.



Una vecchia intervista sempre più attuale al Dr. Ermanno Leo, oncologo di fama mondiale.



Avrebbe fatto saltare il banco.
Hanno fatto saltare lui.

Dr. Giuseppe De Donno, non ti dimenticheremo mai.



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page