Le pagine della vergogna (112)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


La Dr. Loretta Bolgan spiega esattamente le conseguenze dei cosiddetti “vaccini” : tumori fulminanti, accelerazioni di patologie già esistenti, ricomparsa di tumori già superati.



Non che siano argomenti di cui non fossi già a conoscenza, ma a volte ripetere è utile.


Screenshot 20211231 205941


Screenshot 20220101 113314


Screenshot 20220101 113015


La giornalista argentina Viviana Canosa intervista Miguel Bose. Sottotitoli in italiano.



Questa è la Cina di oggi, il modello di società totalitaria tanto caldeggiato dalle elite.
Le persone che non obbediscono alle regole dettate dal PCC vengono umiliate pubblicamente facendo sfilare per le strade manifesti con le loro fotografie.

Tutto esattamente nello stile di ciò che accadde durante il terribile periodo della cosiddetta Rivoluzione Culturale Cinese.
Questa distopia passerà sicuramente alla storia come una delle più grandi violazioni dei diritti umani di tutti i tempi.

Volete vivere in un mondo come questo ?





Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page