La variante di Marburg ed il principio delle due debolezze

Pubblicato il 9 Ottobre 2021 da Veronica Baker

Il terrore continua a essere usato dai regimi totalitari anche quando ha già conseguito i suoi fini psicologici : l’aspetto veramente spaventoso della faccenda e che esso regna su una popolazione completamente soggiogata.

Hannah Arendt – Le origini del totalitarismo


La variante di Marburg ed il principio delle due debolezze

La variante di Marburg
Dobbiamo fermare immediatamente tutte le “vaccinazioni”. E distruggere tutte le scorte di “vaccini” e – soprattutto – le fabbriche farmaceutiche che li producono…

Si dovrebbe richiamare l’attenzione sul fatto che la dichiarazione della pandemia e la successiva implementazione del “vaccino” sono andate di pari passo con la installazione delle famigerate antenne telefoniche 5G.

Quando rivediamo certe “pietre miliari” che hanno avuto luogo negli ultimi mesi, la prima cosa che potremmo pensare a prima vista è che il piano sia stato progettato in modo pacchiano.

Ma in realtà non è affatto così, tutt’altro.

Ovviamente il “vaccino” è stato progettato con l’obiettivo di cambiare per sempre il nostro mondo occidentale.

Ma non possiamo fermare ciò che sta accadendo sulla base esclusivamente di una guerra di numeri riguardo le persone intossicate o – peggio – decedute.

Ci sarà tempo per esaminare i trattamenti per i cosiddetti inoculati e gli irradiati.

Ma la cosa urgente oggi è fermare TUTTE le “vaccinazioni”.
Anche perchè la partita non è mica finita.
Anzi. sta per entrare proprio nella sua fase più drammatica.

A questo punto occorre ricordare il cosiddetto principio delle DUE debolezze nei FINALI, nozione fondamentale per chiunque abbia calcato agonisticamente il panorama scacchistico.

L’idea principale alla base è che se l’avversario ha solo un problema da risolvere, come difendere un’unica debolezza, questo obiettivo sarà molto spesso facile da raggiungere e ben presto le risorse a proprio favore finiranno.

Ma se è possibile creare un altro fronte dell’attacco, accumulare un altro vantaggio, o semplicemente fissare una seconda debolezza, allora l’avversario può rapidamente esaurire le sue risorse difensive.
E la sua posizione probabilmente con il tempo collasserà.



Kill Gates (in combutta con il suo amico Klaus Schwab) ha pubblicato un articolo in data 22 Aprile 2021 (notare la solita simbologia del 9 e del 22, firma indelebile di questo attacco all’Umanità da parte della Cabala sionista/talmudista/satanica) così intitolato  : “La prossima pandemia : Marburg ?”.

Secondo la definizione della cosiddetta medicina “ufficiale”, la malattia di Marburg causa nell’uomo e in altri primati, una forma di febbre emorragica virale.
Inoltre è considerata estremamente pericolosa, classificata come agente bioterroristico di categoria A.

Il virus può essere trasmesso dall’esposizione ad una specie di pipistrelli (ancora una volta) della frutta o può essere trasmesso tra le persone attraverso i fluidi corporei attraverso rapporti sessuali non protetti e le ferite (altro film già visto più volte).

La malattia può causare sanguinamento (emorragia), febbre e altri sintomi simili all’Ebola.

Tale variante “Marburg” secondo la medicina “ufficiale” sarebbe una febbre emorragica molto rara (scelta di una “variante” o di una continuazione inusuale per sorprendere il proprio avversario, esattamente la stessa tattica utilizzata negli scacchi per portare l’avversario fuori dalle cosiddette vie battute) che è stata descritta per la prima volta nel 1967, con un totale di 376 morti correlate in 54 anni, e solo 16 morti dal 2005 (quindi talmente minore che nessuno o quasi si prenderebbe la briga di andarsela a studiare in una eventuale preparazione casalinga).

Quindi sarebbe possibile portare una dimostrazione concreta (pur se irrilevabile numericamente) della sua esistenza.

Andiamo avanti con la analisi.

Primerdesign ha sviluppato un test PCR (sappiamo bene che non valgono nulla, ma tant’è) in tempo reale denominato Genesig® sin dal 2018 per la cosiddetta febbre emorragica di Marburg.

Perché avrebbero dovuto sviluppare un test nel 2018 per una malattia (ammesso che esista, ma non è importante) che ha registrato 16 casi mortali dal 2005 ?

Soligenix si è affrettata (ovviamente) a “sperimentare” un “vaccino” ricco di ricina chiamato RiVax® proprio per “combattere” la febbre emorragica di Marburg.

La ricina viene estratta dai semi del ricino (Ricinus communis), una fitotossina con attività citotossica.
Fu isolata nel 1888 da Stillmark, quando osservò che l’estratto di semi agglutinava le cellule del sangue.

La ricina è una delle tossine più potenti conosciute, ed è molto tossica se inalata, iniettata o ingerita ; inoltre inibisce la sintesi proteica.
Inoltre impedisce alle cellule di assemblare vari aminoacidi in proteine secondo i messaggi che riceve dall’RNA messaggero – quindi proprio l’mRNA che è stato preventivamente modificato e danneggiato dai cosiddetti “vaccini” COV-SARS – in un processo condotto dal ribosoma della cellula, cioè il livello più basilare del metabolismo cellulare, essenziale per tutte le cellule viventi e quindi per la vita stessa.

L’approvazione del “vaccino” contro la tossina della ricina utilizzerà la FDA Animal Rule per eliminare le prove di fase 1, 2 e 3.

Perché tanta fretta ora, per sperimentare un vaccino per il quale ci sono stati solo un totale di 376 morti dal 1967 e solo 16 morti dal 2005 ?

Inoltre, un documento intitolato Asymptomatic Infection of Marburg Virus è stato pubblicato dal NIH nel gennaio 2021.

Anche in questo caso, perchè è stato pubblicato questo documento proprio in un periodo dove in teoria l’attenzione “medica” sarebbe dovuta essere rivolta a ben altro ?

Ora leggete bene le parole di quel pazzo di Kill Gates in questa intervista di quasi un anno fa, Ottobre 2020 :

“A breve termine, si tratta di aumentare la scala dei test e dare priorità a chi si sottopone ai test, ed ottenere risultati rapidi.
Nel medio termine, sono questi trattamenti che possono ridurre il tasso di mortalità, potenzialmente in modo drammatico.

Poi la soluzione finale, che è lontana un anno o due anni, è un “vaccino”.
Quindi dobbiamo andare avanti a tutta velocità su tutti e tre i fronti.”

La soluzione FINALE significa la nostra eliminazione fisica, meglio ricordarlo bene.
Lo dice proprio lui, con le sue testuali parole.

Entro pochi mesi od al massimo un anno – se non riusciremo a fermare questi pazzi – assisteremo ad un vero e proprio massacro mondiale.
Il giorno del “grande raccolto”, come lo chiamano appunto loro, gli oscuri sionisti.

“Quando si verificheranno le morti, sarà MAHEM….Stagione autunnale/invernale di raffreddori e influenza.
Milioni di persone “vaccinate” senza sistemi immunitari funzionanti e proteine avanzate che attaccano i loro organi.
Questo sarà catastrofico”.

In poche parole, in seguito ad una “plandemia” creata virtualmente, hanno fissato la PRIMA debolezza (nel loro piano di distruzione della intera umanità) con la modifica del m-RNA (quindi preventivamente danneggiato) tramite il “vaccino al grafene” utilizzato per combattere l’inesistente COV-SARS in forma biologica.
Mentre sappiamo bene che invece si tratta di una sindrome da radiazione acuta causata dalle radiazioni elettromagnetiche provocate dalle famigerate antenne 5G ed amplificata dalla proprietà moltiplicatrice del grafene che trasforma le radiazioni Cherenkov da Ghz a Thz, causando radiazioni ionizzanti a causa proprio dell’effetto moltiplicatore.
Questo senza considerare le altre decine e decine di sostanze tossiche per lo più ancora sconosciute presenti in questi “vaccini”.

La SECONDA debolezza è quella che si accingono ad attaccare dopo avere fissato la prima utilizzando ancora una volta un’inesistente (in termini numerici) malattia di Marburg, causata invece dalla presenza dei fiocchi di grafene dalla caratteristica forma esagonale che si coagulano nel sangue delle persone “vaccinate” (consiglio vivamente di leggere con attenzione questo studio FONDAMENTALE).

E naturalmente per “curare” questa nuova variante Marburg utilizzeranno un “vaccino” RiVax® (notare il suffisso RI, come per indicare una seconda azione dello stesso tipo) che serve proprio a colpire per la SECONDA volta la debolezza che hanno già fissato, cioè impedire alle cellule di assemblare vari aminoacidi in proteine secondo i messaggi che riceve dall’RNA messaggero nel processo condotto dal ribosoma della cellula, cioè il livello più basilare del metabolismo cellulare, essenziale per tutte le cellule viventi e quindi per la vita stessa.

D’altra parte, i sintomi di questa nuova variante Marburg apparirebbero molto simili a quelli che si possono vedere nel sangue delle persone “vaccinate” quando sono irradiate da forti campi elettromagnetici (ricordate quanto successo a Blumenau e mostrato ad esempio alla fine del primo video che qui riporto ancora ? Una emorragia cerebrale).



Tutto questo potrebbe essere facilmente spacciato come un’enorme “pandemia” dovuta alla malattia di Marburg (invece causata dalla accensione della antenne 5G) e potrebbero essere facilmente confermati dal nuovo test PCR Genesig® causando una possibile isteria di massa collettiva.

La soluzione finale presumibilmente colpirà di sorpresa la gente proprio quando NON se lo aspetterà più minimamente.

Inoltre i sintomi della febbre emorragica saranno facilmente aumentati e resi più visibili forzando le iniezioni di richiamo del “vaccino” COV-SARS su pazienti vulnerabili (esattamente come stanno già facendo proprio ora), già indeboliti più volte dalla introduzione di quell’agente tossico che è il grafene : anziani ed in generale malati nelle case di cura, bambini, neonati, donne in stato interessante, ed in generale persone già pesantemente intossicate.



Il RiVax potrebbe essere distribuito rapidamente ed il pubblico potrebbe essere facilmente convinto a prenderlo usando lo stesso metodo di “psicosi collettiva” già testato più volte sui media mainstream.

La ricina tossica nel RiVax ucciderebbe milioni di persone molto rapidamente e soprattutto molto efficacemente prima che si rendano conto di ciò che stia accadendo, poiché le morti sarebbero attribuite alla febbre emorragica di Marburg sulla base dei sintomi.

E tutte le persone che si rifiutassero di prendere il RiVax mortale potrebbero essere etichettate come diffusori “asintomatici” e quindi preventivamente messe in campi di concentramento.

Per cui usate il vostro pensiero critico e soprattutto uniamoci per fermare questa ulteriore follia.
La soluzione finale del Marburg-RiVax può essere dispiegata improvvisamente mentre le gente è distratta dalle rivelazioni ormai quotidiane sui media mainstream riguardanti le frodi dei governi e la cattiva gestione della salute pubblica.

Non solo i sintomi della febbre emorragica potrebbero essere causati dalle iniezioni di terapia genica attualmente in uso, ma i dipartimenti sanitari stanno spingendo freneticamente anche il “vaccino” HPV per ragazze e ragazzi, ed anche questo potrebbe essere stato deliberatamente contaminato con nanoparticelle di ossido di grafene od altri coadiuvanti che causano coaguli e sanguinamenti.

Quindi i cosiddetti sintomi della febbre emorragica di Marburg.

Dobbiamo fermare immediatamente tutte le “vaccinazioni”.
E distruggere tutte le scorte di “vaccini” e – soprattutto – le fabbriche farmaceutiche che li producono.

Dobbiamo riuscire a salvare a tutti i costi questo difficile FINALE.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page