La strategia di Trump

Pubblicato il 17 Novembre 2020 da Veronica Baker

Metà della vittoria è nella scelta del campo di battaglia, l’altra metà nella scelta del momento.

Jacques Deval


La strategia di Trump
Spetta alle delegazioni statali votare. E non ai singoli membri…

La strategia di Trump è semplicemente di non permettere a Joe Biden di ottenere 270 voti certificati.
Ecco il motivo delle azioni legali in Pennsylvania, Georgia, Nevada, Michigan e Arizona.

Impedire a Biden di ottenere 270 su 538 voti significa che l’elezione del Presidente degli USA deve essere decisa dalla Camera dei Deputati.
Sì, speaker della Camera e presidente è la corrottissima Nancy Pelosi dei Democratici.

Tuttavia spetta alle delegazioni statali votare.
E non ai singoli membri.

Dove i Repubblicani sono in vantaggio sui Democratici, perchè controllano più stati : 26 contro 23.

Cosa significa ?
Che Trump sarebbe rieletto.

In realtà non è una novità che il presidente sia scelto dalla Camera.
E’ già successo in tre occasioni nel XIX secolo.
L’ultima volta nel 1824.

D’altra parte le frodi ormai sono certificate dappertutto (49 stati su 50 !).

Non solo durante il conteggio nella notte del 3 Novembre hanno deliberatamente rallentato l’afflusso dei dati negli stati chiave – come Texas e Florida – dove Trump era nettamente in vantaggio sin dall’inizio.
L’obiettivo era fare apparire che Biden fosse stato sempre avanti.
Palesemente non vero.

Inoltre sono stati necessari 4 giorni per contare i voti, con evidenti irregolarità in quelli per corrispondenza, praticamente tutti a favore di Biden.
La stampa ed i media – da sempre schierata con i marxisti, pardon i Democratici – dopo hanno deliberatamente scelto di dichiarare Biden vincitore senza nemmeno avere il conteggio definitivo dei voti.

E nonostante tutte queste evidenti frodi, sono riusciti ad arrivare solo al 50.5%.
Questo significa che il voto popolare per Trump è stato davvero molto superiore a quello di Biden.
Ed ecco perchè i suoi supporter – in caso di sconfitta del loro leader – reagirebbero davvero molto male.

Una vittoria di Trump molto probabilmente riuscirà ad evitare una guerra civile negli USA.
Che invece appare certa nel caso Biden prevalga.

In ogni caso, la gente crederà sempre a quello che vuole credere.
Questa è la natura umana del gregge che impropriamente viene chiamata umanità.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page