La resa dei conti

Pubblicato il 29 Giugno 2020 da Veronica Baker

Quelli che rendono impossibili le rivoluzioni pacifiche rendono le rivoluzioni violente inevitabili.

John Fitzgerald Kennedy


La resa dei conti
Accettare un voto molto più basso…

Secondo una certa corrente di pensiero, a scuola chi si impegna e studia con profitto prendendo voti molti alti dovrebbe essere obbligato a “rinunciare” ad una parte della sua valutazione conquistata con merito.

Accettando un voto molto più basso di quello che meriterebbe, e cedendone una parte a chi non ha voglia di studiare.
In modo tale che chi non si impegna e scalda la sedia possa essere promosso senza avere fatto assolutamente nulla per meritarselo.

Quando ero una giovane studentessa ho spesso trovato insegnanti che applicavano questa “particolare” metodologia di valutazione.

I miei voti erano infatti costantemente abbassati perchè “ero troppo brava” rispetto al resto della classe ed i miei compagni avrebbero potuto diventare “molto invidiosi”.

Questa è la logica del mondo dei “sinistri”.
Da sempre premiano i nullafacenti, gli scansafatiche, i lavativi, i corrotti, gli imbucati.

Ed in generale chi semplicemente non ha proprio voglia di impegnarsi nel mondo del lavoro (molti di più di quello che si possa pensare) e preferisce starsene seduta a guardare la TV in poltrona mangiando cibo proveniente dal più vicino fast food.

Naturalmente per questi personaggi “sinistri” (in tutti i sensi) oggi è “cosa buona e giusta” sottrarre reddito inopinatamente a tutti coloro che si sono impegnati nel corso della propria vita più degli altri e che così sono riusciti a “fare un passo avanti nella vita“.
Dedicando anni (spesso con sacrifici di ogni genere) nell’apprendimento e soprattutto nel perfezionamento della professione da loro scelta.

La resa dei conti è arrivata

Ovviamente chi sostiene questa folle ideologia non ha mai davvero nessun rispetto per le individualità.
Secondo Bill Gates moriranno minimo 700.000 persone (ma in realtà i danni collaterali provocheranno decessi almeno 10 volte superiori) a causa del suo “vaccino”.

Ma è (per lui) un rischio “accettabile”…



[Afferma chiaramente che] i danni permanenti ed i decessi che ne conseguiranno non potranno essere assolutamente dipendere dal suo vaccino.
In poche parole : chiede l’immunità totale in modo da non essere perseguito.
Si giustificherà (nel caso di decessi superiori a quelli previsti) con espressioni del tipo “ho sbagliato”, “mi dispiace”, “effetti non previsti dalla letteratura medico-scientifica”.

“Assottigliamo pure il gregge, qualche milione in più od in meno poco importa”.
Ecco quello che pensa di noi questa gente.

La resa dei conti
Stanno “salvando il mondo”…

Sono elitisti che non camminerebbero mai insieme a noi “inferiori”.
Loro ci considerano “the great unwashed”.
Indegni di entrare “nel loro mondo”.

Hanno scatenato violenze domestiche.
Incoraggiato migliaia e migliaia di suicidi.
Privandoci di tutti i nostri più elementari diritti umani.

Il loro punto di vista è semplicemente che il mondo è “sovrappopolato”.
Quindi quello che stanno commettendo non è (per loro) un genocidio.
Ma stanno “salvando il mondo”.

Un mondo di miseria e fame.
Attaccando praticamente chiunque abbia un poco di dignitosa “ricchezza”.

Tranne ovviamente la loro.

Ci hanno già provato in passato.
E grazie a loro nel corso degli anni 200 milioni di persone hanno perso la vita.

Anche questa volta succederà la stessa cosa.
Siamo arrivati alla resa definitiva dei conti.

Poi saranno sconftti per sempre.
Ma il prezzo che pagheremo sarà incommensurabile, soprattutto in termini di vite umane.

L’Occidente è arrivato al capolinea.
Questi personaggi trascineranno nel baratro chiunque.

Lasceranno alle loro spalle solo miseria, distruzione e rovine.
E questa volta riprendersi sarà davvero molto difficile.



44


You cannot copy content of this page