5G, la Natura ce la farà pagare

Pubblicato il 7 Ottobre 2021 da Veronica Baker

Se non siamo noi a distruggere le armi, saranno le armi a distruggere noi.

John Fitzgerald Kennedy


5G, la Natura ce la farà pagare

5G, la Natura ce la farà pagare
In molte città del nord Europa, le antenne 5G vengono bruciate…

Le nuove antenne di onde elettromagnetiche 5G sono la più grande minaccia per l’umanità, gli uccelli, i pesci e tutti gli altri mammiferi, specialmente gli animali domestici che vivono nelle grandi città.

La tecnologia è sempre stata il giocattolo di scienziati, ingegneri, addetti alla sicurezza ed alla salute, che non sembrano preoccuparsi degli effetti mortali di questi nuovi “balocchi”.

Ma alla fine la natura ce la farà pagare.

La tolleranza umana alle onde elettromagnetiche già si dimezza fra i 200 ed i 400 Hertz raggiunti dalle onde 4G.
E le onde 5G hanno un’energia reale di 1.200 Hertz, tre volte superiore al 4G.

Ecco una formula per calcolare l’equivalenza di hertz [Hz] <-> watt-secondo [W-s].

1 hertz [Hz] = 6,6260695703043063E-34 watt-secondo [W-s], cioè la potenza di 1000 watt di qualsiasi microonde domestico è un sesto in hertz, circa 1000 watt è 166,6666666666 hertz. (attenzione al solito numero satanico 6.6.6. che ucciderà la vita soprattutto nelle grandi città)

A partire da 400 Hz, gli organi e il sangue dell’uomo, dei mammiferi e degli uccelli cominciano a degradarsi immediatamente, soprattutto in prossimità delle antenne trasmittenti, e la prima manifestazioni sono il sonno e la destabilizzazione nervosa.

Saranno frequenti nuove patologie come neuroni lenti, sperma lento, flusso sanguigno lento preceduto da pulsazioni accelerate, e disfunzioni mestruali.
La perdita di mielina dei neuroni causerà un aumento esponenziale dei casi di SLA (o morbo di Lou Gehrig) come conseguenza della scansione elettromagnetica continua.
La delicatezza del corpo umano e dei suoi componenti sarà spazzata via dalla violenza delle onde.

Ma nonostante tutto, l’essere umano li metterà in moto perché non può evitarlo, è nel suo DNA predatorio, sperimentatore anche a costo della malattia e della morte.

E l’effetto più immediato del 5G, non appena se ne vedranno gli effetti nascosti, sarà proprio l’abbandono delle grandi città per migrare nelle campagne.

Il 5G distruggerà le relazioni umane diretta sostituite da relazioni elettroniche di tipo robotico, preludio del tanto desiderato (dalle elite) transumanesimo.

Un transumanesimo di una società umana malata, debole e incapace di competere tecnologicamente con i robot abbandonando la sua migliore risorsa: le emozioni e l’empatia, sostituite da un processo decisionale asettico.

Il prossimo passo della società elettronica sarà il distacco dei genitori dai propri figli tramite decisioni prese elettronicamente da una intelligenza artificiale.
Il grande business del 5G devasterà le città, anche con l’arrivo di malattie cui i soliti disinformatori saranno incaricati di negare.




Effetti nocivi noti della tecnologia 5G

5G, la Natura ce la farà pagare
Uno dei tanti modelli di densimetro digitale. Il test ideale per misurare la cottura dei corpi sarebbe quello di prendere un corpo umano, animale, uccello o pesce che vive in un luogo senza antenne ed elettronica e portarlo a vivere per un anno in una città popolata da antenne la cui casa ne ha una.

Disturbi del sonno. Incapacità di addormentarsi e ricorso a medicinali che inducono il sonno.

Gravi allergie di origine sconosciuta : enorme prurito, desquamazione della pelle, secchezza degli occhi e delle mucose, difficoltà a deglutire normalmente, problemi di linguaggio tra l’effetto cerebrale e la mancanza di deglutizione.

Tumori dovuti alla perdita della sinergia microelettronica cellulare superata dalla forza maggiore di queste onde scalari di grande potenza e costanza assoluta.

Incapacità di avere una sessualità tranquilla, sostituita da un’alterazione del controllo del desiderio e del piacere.

Perdita di equilibrio e vertigini costanti. Un serio pericolo per la guida in città, creando nei conducenti, ciclisti e pedoni una vertigine direzionale laterale soprattutto dall’emisfero sinistro all’emisfero destro.

Gli uccelli in particolare vengono attaccati ed alla fine storditi fino a perdere il senso dell’orientamento. Gli uccelli sono le specie viventi più colpite dalle onde G elettromagnetiche. Possono percepire chiaramente l’origine della loro emissione e creare mappe invisibili nello spazio alterato e intossicato dalle onde elettromagnetiche.

La destabilizzazione nervosa è il preludio del grande aumento della cosiddetta “violenza di genere” nelle aree urbane, soprattutto nelle grandi città dove le radiazioni sono maggiori.

L’effetto più immediato delle onde 5G e 6G è il suicidio. Con le onde 5G in funzione nelle grandi città molta gente impazzirà.
Ecco il perché città come New York e Londra hanno già commissionato grandi congelatori ed inceneritori per le persone “vaccinate” ed avvelenate dall onde G.

Gli alberi perdono la foglie, le foglie si degradano per le malattie degli alberi, le piante e persino l’erba perdono la loro consistenza spugnosa per una consistenza stentata e secca che anche con l’acqua piovana (per altro inquinata da chemtrails) non possono recuperare.

Le radiazioni 5G possono letteralmente abbattere aerei ed elicotteri. L’esercito russo ha dipinto tutti i suoi aerei da combattimento con vernice all’ossido di piombo per evitare di essere attaccati o colpiti da questo tipo di radiazioni.

Il sistema Aegis delle navi da guerra della NATO è stato alterato da onde 5G e 6G provenienti da aerei russi sul Mar Nero. La prossima generazione di onde elettromagnetiche 6G infatti è la più grande arma militare silenziosa e potente per la nuova prossima guerra elettronica tra Cina, Russia ed USA.
La Cina già ha annunciato nei media il lancio dei suoi razzi con emettitori di onde 6G nello spazio, ma anche il resto delle grandi potenze li possiede già.


BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page