La musica sta cambiando ?

Pubblicato il 21 Settembre 2021 da Veronica Baker

Contestazione, contestare sono termini che significano mettere in discussione, con maggiore o minore violenza, una struttura od un individuo che detiene un’autorità ma che l’ha trasformata in autoritarismo, strumento di potere sugli altri.

Giovanni Mocchetti


La musica sta cambiando ?

Dopo 13 giorni dall’avvelenamento (usiamo le parole giuste, grazie), questo bebè ha innescato una risposta iper-immune che ha fatto sì che il suo stesso corpicino attaccasse il suo midollo spinale, danneggiando i suoi stessi nervi.

In questo modo il bambino è rimasto improvvisamente paralizzato ed è stato necessario il suo immediato ricoverato in ospedale.
Fortunatamente è riuscito a salvarsi grazie ad una terapia salvavita a base di cellule staminali.

Si attendono a riguardo pareri da parte del mainstream sulla sicurezza dei “veleni”.



In data 18 Settembre è stata assediata la sede Milanese della RaiTV (quella di Corso Sempione).
Ormai più di un anno appoggia incondizionatamente questa dittatura sanitaria che fa morire i suoi stessi cittadini, divide la società prosperando nell’odio e cerca di togliere i diritti a chi non accetta questa situazione francamente ridicola.

Ma il problema non è solo la RAI, ma è tutta la informazione italiana.
Ecco ad esempio l’ammontare dei finanziamenti del governo a praticamente tutte le TV commerciali locali operanti in territorio italiano.
In questo modo la libertà e la pluralità di informazione sono eliminate, favorendo una informazione a senso unico.



Ma – forse – la musica questa volta sta davvero cambiando.
Violente proteste anche a Château de Pregny, possedimento storico nei pressi di Ginevra dei famigerati RothSchild, da parte dei notoriamente pacifici svizzeri.

Città natale anche del famigerato Klaus Schwab, che però se ne è già da un pezzo andato a Singapore.

In arrivo tempi duri anche per loro ?



La musica sta cambiando ?


You cannot copy content of this page