La giornata tipica (del financial planner)

Pubblicato il 5 Giugno 2019 da Veronica Baker

Ogni cosa vale il prezzo che il compratore è disposto a pagare per averla.

Publilio Siro


La giornata tipica (del financial planner)

La giornata tipica
La professione di financial planner non è certo per tutti…

La professione di financial planner non è certo per tutti.
Con un bel po’ di pelo sullo stomaco, buone conoscenze, ed abitando in una zona ricca può guadagnare (forse) un reddito dignitoso.

Dapprima inizia con il giro del parentado e dei conoscenti a cui provare a vendere i suoi prodotti.
Finiti parenti e amici, arriva la parte tragica.
Non gli resta che affidarsi all’elenco telefonico, oppure a mettere annunci su internet.

Ed inesorabilmente il (povero) financial planner ogni giorno penserà alla sua triste esistenza facendo le seguenti considerazioni sulla sua giornata tipica…

Lavoro ad ore tutti i giorni.
Passo la maggior parte del mio tempo in stanze di hotel.

Sono pagato per rendere felice il mio cliente.
Sono pagato per un certo tempo che può essere allungato per il giusto prezzo.

Non sono orgoglioso di quello che faccio.
Con la mia professione è difficile avere una famiglia.

La gente chiede il mio lavoro ma non riesco mai a spiegarlo.
I miei amici si sono allontanati tutti e mi vedo solo con altri miei colleghi.

I miei clienti pagano sia l’albergo che la parcella oraria.
Sono imbarazzato nel dire agli altri la mia professione.

Racconto fantasie ai miei clienti.
I miei clienti vogliono sempre sapere da me in anticipo cosa posso offrigli e cosa possono ottenere.

Quando vado da un cliente ho un aspetto molto curato, ma quando torno sembro uscito dall’inferno.
Il cliente pensa sempre a quanto è alta la mia parcella rispetto al suo stipendio, e quindi si aspetta miracoli da me.

Ogni mattina mi alzo e dico a me stesso : “Non farò questo per tutta la vita !”

Se sei un financial planner, non prendertela.
Sto scherzando !

Anche se un fondo di verità c’è…



StrongerthanDestiny


You cannot copy content of this page