La farsa in pillole

Pubblicato il 30 Luglio 2021 da Veronica Baker

Spesso l’aspetto farsesco della realtà può essere reso sulla scena solo dalla tragedia.

Stanisław Jerzy Lec


La farsa in pillole

Il Dr. Martín Monteverde, portavoce del gruppo di medici che ha presentato la richiesta del rapporto sull’isolamento della SARS-CoV-2 in Argentina, e che ha annunciato che l’ossido di grafene è stato trovato nei vaccini Vaxigrip Tetra e Moderna, ha rilasciato poche ore fa un’intervista speciale per Radio Fresh.

Durante tutta l’intervista, il medico ha messo in guardia il pubblico in ascolto sulle verità che i media globalisti non diranno mai :

Nessun paese al mondo ha mai isolato la cosiddetta SARS-CoV-2.
Il test PCR è stato creato per essere il supporto della “plandemia”.
L’ossido di grafene introdotto nei vaccini antinfluenzali delle campagne 2019 e 2020 è stata la vera causa della cosiddetta “prima ondata”.

Non che venga aggiunto molto a ciò che già sappiamo da tempo.

Ma è interessante verificare che a domanda diretta sul tema al ministro della salute argentino sulla esistenza del “virus farsa”, la sua risposta è stata che “non esiste”.
Ed ad ulteriore domanda conseguente “perchè la gente si “vaccina” a qualche cosa che non esiste”, non ha aperto bocca.
A voi le conclusioni.

Ulteriore conferma del fatto che esistono ormai diversi paesi dove la consapevolezza sulla farsa è ormai assai diffusa.

Qualcuno in Italia ha mai avuto il coraggio semplicemente di chiedere tutto questo (e soprattutto esattamente nei medesimi termini) a “Speranza e Carità” ?


La farsa in pillole
È una follia, e molti non lo sanno…

Marcos Kappes (Radio Fresh) : E’ proprio per questo che è stata effettuata questa richiesta di rapporto alla provincia di Santa Fe, che ovviamente deve rispondere per legge.

Quando la risposta sarà finalmente fornita, ci piacerebbe vedere che tipo di risposta è, Martín.

Perché sono molto sorpreso che, per esempio, ci sia già stata una richiesta di rapporto a livello nazionale, e la risposta sia stata molto scarsa.

La stessa cosa è successa in Uruguay, la stessa cosa è successa in Irlanda, e la stessa cosa è successa negli Stati Uniti.

Sembra che nessuno abbia trovato il “virus” negli esseri umani.
E così ci sono molte cose che non sono molto chiare.
È una follia, e molti non lo sanno.

Dr. Martín Monteverde : Esattamente, esattamente.
Guarda, qui in Argentina, un medico, la dottoressa Anada Verede insieme a un biochimico, ha presentato una richiesta di rapporto al Ministro della Salute della Nazione, Carla Biscotti.

C’era la richiesta di un rapporto per sapere se il Ministro della Salute della Nazione era a conoscenza del fatto che qualcuno nel mondo o in Argentina avesse isolato e caratterizzato il presunto “virus”.
La presunta SARS-CoV-2.

Il ministro ha risposto dicendo che non c’è nessun isolamento “virale”.

Marcos Kappes (Radio Fresh) : E allora contro cosa si “vaccina” la gente ?

Dr. Martín Monteverde : Le è stata fatta anche questa domanda.
E quello che il nostro ministro ha riconosciuto è che, in breve, il virus non esiste.

In altre parole, il “virus” non è mai stato trovato nel sangue umano o nel liquido broncoalveolare umano.
Quello che ha risposto il ministro della salute argentino è stato anche chiesto, come lei ha detto, al CDC degli Stati Uniti.

Gli USA hanno risposto che neanche loro hanno isolato il “virus”.
Anche i cinesi hanno riconosciuto di non aver isolato il “virus”.
E, finora, nessun paese al mondo ha detto di aver isolato il “virus”.

Sebbene ci sia molta “informazione” (N.d.T. : ironicamente…) – si sa che questa è una guerra – c’è anche molta disinformazione.
Ed alcuni giornali pubblicano notizie false.

Ne ho letto uno dal Cile due giorni fa, in cui un gruppo di un’università cilena diceva di aver isolato il “virus”.
E quando ho letto l’articolo, non dicevano come avevano fatto.

Non c’erano prove.
Non c’era niente.
Era solo una nota giornalistica.

Ma il nostro ministro della salute ha riconosciuto che non c’è isolamento “virale”.
E questo è stato riconosciuto da diversi governi nel mondo.
In altre parole, nessuno al mondo ha mai isolato il “virus” dal sangue umano o dal liquido broncoalveolare umano.

E a proposito del test PCR, il dottor Anada Verede ha anche chiesto al ministro se accerta la presenza del “virus”.
In poche parole quando ti dicono che sei risultato “positivo”.

Il ministro ha risposto di no.
Gira e rigira nella sua risposta, ma alla fine è stata costretta ad affermare :

“No, no. La PCR trova un “piccolo” pezzo del “virus”.
La PCR trova un pezzo molto piccolo.
Circa 37 paia di basi di DNA o RNA”.

E sapete quante coppie di basi ha il presunto “virus” ?

Marcos Kappes (Fresh) : No, non ne ho idea.

37.000.
Quindi la PCR trova un “piccolo” pezzo, che è 37 coppie, e il presunto genoma del “virus” ne ha 37.000.
E ti dicono che hai un risultato positivo.



Marcos Kappes (Fresh) : È qui che può comparire anche il dato asintomatico ?
Quello che è positivo alla PCR ma senza sintomi ?

Dr. Martín Monteverde : Certo, certo.
Cioè, l’inganno è nel test PCR.
È grazie al test PCR che si è potuta realizzare questa “plandemia”
.

Ed i mass media hanno potuto usarlo come scusa per dirci che c’erano morti e infetti e che ora è in arrivo un’altra “ondata” ed una variante (N.d.T. : la cosiddetta variabile Delta causata dall’accensione delle antenne 5G).

Questo è il ruolo di tutti i media nazionali – come ben sapete – e dei media qui a Santa Fe, purtroppo…
Il ruolo dei media locali – del giornale Litoral Aire di Santa Fe, di Diario Uno –   il ruolo dei media durante questo anno e mezzo è stato un ruolo davvero…Non so come descriverlo.

Hanno terrorizzato la popolazione senza dare spazio a nessuna voce critica.
In concomitanza con un livello molto alto di censura su YouTube, su Facebook.
Medici e scienziati che sono usciti a dire che tutto questo è una farsa, si sa che vengono cancellati i loro profili, i loro account vengono completamente cancellati…

Marcos Kappes (Fresh) : Martín, ecco alcune domande mentre chiacchieriamo un po’.
Mentre continuiamo a chiacchierare, risponderemo ad alcune di queste nel tempo che ci rimane.
E ci viene chiesto se sei convinto che il grafene sia già stato presente in altri “vaccini”.

Dr. Martín Monteverde : Sì. Sì, sì, sì, sì.
Le nanoparticelle di grafene sono state aggiunte, come minimo, nei “vaccini” antinfluenzali del 2019 e 2020.
Ed è così che è stata creata la “prima ondata”.

Marcos Kappes (Fresh) : O grazie al primo lotto di “vaccini” è stata creata la “prima ondata”.
Vale a dire che… Vediamo.
La stavo ascoltando quando ha detto che i sintomi che potrebbero essere causati dall’avere grafene nel corpo sono gli stessi sintomi di quelli di COVID oggi.

Dr. Martín Monteverde : Sì, sì, tutti.
Tutti i sintomi scatenati dall’avere grafene nel corpo sono gli stessi del cosiddetto COVID-19.
Sì, confermo.

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Un terribile virus mai isolato

Queste domande andrebbero poste non solo a qualsiasi disinformatore al servizio dei politici mondiali corrotti (quindi praticamente tutti i mass-media), ma soprattutto direttamente ai diversi politici e governi.

Ma si sa che non darebbero mai nessuna risposta a riguardo.
Se non negare, negare, ed ancora negare…

Ma ormai la farsa ha i giorni contati.

E purtroppo, inevitabilmente la violenza da parte della gente aumenterà.


Dr. Luis Marcelo Martínez : La signorina Ana Prieto scrive per AFP Factual (N.d.T.: un ben noto sito di disinformazione in lingua spagnola), e continua a diffamarmi con false affermazioni.

Ribaltiamo la domanda.
Ana Prieto afferma testualmente :

“Il fatto che un paese non abbia isolato il virus non significa che il virus non esista”.

Allora ti chiedo, Ana, quale paese l’ha isolato, purificato e caratterizzato ?

Ana, perché non ascolti le parole del dottor Wu Zunyou ?
Il medico del CDC cinese che, nell’intervista su NBC News nel programma Nightly News, ha dichiarato testualmente che il CDC cinese non ha mai isolato, caratterizzato e purificato il virus.

Perché non censuri anche lui ?



Dr. Luis Marcelo Martínez : Perché non censuri il CDC USA ?

Un terribile virus mai isolato
Come può succedere una cosa del genere ?

Perché non censuri il Ministero della Salute dell’Irlanda, Gran Bretagna o Nuova Zelanda ?
In quale paese del mondo questo virus è stato isolato, purificato e caratterizzato ?

Mi spieghi in quale ?

E soprattutto, come può succedere una cosa del genere ?
Com’è possibile che 16 mesi dopo questa “pandemia” causata da un “presunto nuovo virus”, nessuno sia stato ancora in grado di provarlo scientificamente, Ana ?

Giornalista Ana, com’è possibile ?
Non ci pensi ?

Vediamo un po’.
Ora ribalto la storia.

Esigo che tu mi presenti delle prove, Ana Prieto – giornalista di AFP Factual -, presentami le prove di isolamento, purificazione e caratterizzazione virale.
Prove.
Prove ripetibili dappertutto, prove che possono essere replicate in altri laboratori.

E così si scopre che l’Uruguay non può caratterizzare e purificare il virus.
Sono necessari laboratori di biosicurezza che il paese non possiede.

Ma nemmeno gli Stati Uniti lo può fare.
E nemmeno la Cina, oppure Gran Bretagna.

Quale paese del mondo ha dimostrato la veridicità delle affermazioni dei media (N.d.T. : ovviamente nessuno…) ?

Quindi, per favore, Ana Prieto ed AFP Factual, presentate a me e all’intera umanità prove concrete e replicabili di isolamento, purificazione e caratterizzazione virale.
Voglio vedere ed essere presente sul posto in quel momento.

Ed a tutte le persone che raccogliete nelle vostre note, chiamatele a discutere.
Persone del CONICET (N.d.T. : ministero della scienza e della tecnica argentino) e tutti coloro che lo desiderano.

Chiamateli tutti in un dibattito.
E sapete cosa faremo ?

Rivedremo insieme tutti i documenti, esaminandone i dettagli.

Guarderemo dettagli come la data in cui sono stati scritti.
La simultaneità delle pubblicazioni con dati diversi.
I revisori.
Guarderemo chi sono i revisori (N.d.T. : visto appunto il recente “problema” dei falsi brevetti cinesi pubblicati modificando la cache di Google).

E ti darò un’altra informazione, Ana.
Anita, mia cara.

Isolare un virus non significa ottenere informazioni genetiche.
Sai perché ?

Perché quell’informazione genetica proviene dalle cellule del paziente e dalle cellule della coltura.
Spiegami, Ana, perché è impossibile isolare e purificare i virus dalle cellule respiratorie e usare sempre cellule di rene di scimmia verde ?

Si è scoperto che un virus respiratorio non si replica nelle cellule epiteliali respiratorie.
Quindi, l’informazione genetica ottenuta dal surnatante di coltura o dal lavaggio bronco-alveolare proviene da più fonti.

In primo luogo dal paziente stesso e, in secondo luogo, dalle cellule di coltura.
Quando amplifichi e sequenzi queste informazioni, che sono una miscela di dati, devi inserirle in un programma di bio-computing come, per esempio, il programma MUSCLE, che assembla artificialmente un genoma virale.

Lo sapevi, Ana ?
Lo sapevano tutti gli altri ?
Quelli del CONICET e tutti gli altri ?

Allora, perché ?
Perché vengono proposti vaccini a piattaforma genetica ?

I vaccini cinesi non sono virus attenuati perché “non c’è il virus”.
Bisogna avere il virus purificato
.

E come si purifica un virus, Ana ?
Quando si fa la coltura, si mette il campione del paziente in un piccolo piatto con cellule di rene verde di scimmia – se ti va bene -, ed una volta che le cellule muoiono – che in realtà non muoiono per la presenza del virus – muoiono per fattori tecnici.

Questa è stata chiamata azione citopatogena.
Dopo di che, bisogna fare l’ultrafiltrazione differenziale, il gradiente differenziale, per separare le particelle virali.
Queste particelle virali devono essere caratterizzate.

E come vengono caratterizzate ?
Si deve estrarre la famosa proteina Spike, farne la sequenza nucleotidica, e si deve estrarre il genoma direttamente dall’interno della particella virale purificata e caratterizzata.

E poi devi mettere quella particella virale in animali sani per vedere se si ammalano.
In questo modo si dimostra la patogenicità del virus.

E poi, quegli animali malati devono essere messi con altri animali sani per vedere se c’è possibilità di contagio.
Poi abbiamo tutto il processo, e la scienza potrà riuscire a dimostrare un nuovo agente patogeno.
Così hanno imprigionato la popolazione mondiale per una scusa che la scienza non ha mai dimostrato.

Ana.
Invia questo audio al CONICET ed a tutti loro.

Perché ?
Perché stanno seguendo una linea di argomentazione classica tradizionale che non è mai stata messa in discussione.

E perché la metto in discussione ?
Lo metto in discussione perché sono un genetista.

E so che se si ottengono acidi nucleici da un lavaggio bronco-alveolare o da un surnatante di coltura, si stanno amplificando e sequenziando informazioni genetiche di origini multiple.
Che venga il capo del CONICET a smentirlo.

Quindi AFP Factual e Ana Prieto, vi chiedo di consegnare a me, alla comunità medica scientifica internazionale ed all’intera umanità prove concrete e complete di isolamento, purificazione e caratterizzazione virale.
Presentatemi prove concrete e complete di test sugli animali per dimostrare la patogenicità e la contagiosità.

Presentatemi le prove, per favore.
Ed inoltre, riunite tutte le persone con cui vi consultate e mettetele al dibattito.

Sai cosa significa un “dibattito” ?
È tutto o niente.

È lì che si va alla morte.
È lì che si tirano fuori le carte e tutto il resto.

Ed è un combattimento tra cani.
Lo faremo alla faccia dei cani.

Sarebbe divertente per te, Ana ?
Ana Prieto, sarebbe divertente per te ?

Bene, allora chiamali.
Chiamali tutti e smetti di essere complice dell’omicidio di massa, della frode, e del calpestamento dell’umanità
.

Un terribile virus mai isolato
Stai contribuendo con la censura al genocidio globale. E ci sarà un processo…

Perché tu, Ana Prieto, stai contribuendo con la censura al genocidio globale.
E ci sarà un processo.

Prima o poi le persone saranno giudicate.
E tu sarai tra quelli sotto processo.
Capito ?

(…)

Dr. Luis Marcelo Martínez : Inoltre, guarda cosa c’è scritto qua.

Testualmente afferma :

“Suggerire che la SARS-CoV-2 non è stata isolata e che non ci sono pubblicazioni su di essa è insostenibile”.

No, non ho detto di no.
In effetti, ci sono molte pubblicazioni che affermano di aver isolato il cosiddetto “virus”.
Certo, ci sono pubblicazioni “scientifiche un po’ dappertutto.

Sì, ce ne sono molte.
Non ho mai detto che non ci sono pubblicazioni al riguardo.

Questo per dire che le mie affermazioni sono fuori contesto.
Certo, le pubblicazioni proclamano ed annunciano di aver isolato il “virus”.

Il punto è che quando si legge quella pubblicazione, ci si rende perfettamente conto che l’unica cosa che hanno fatto è stato sequenziare informazioni genetiche provenienti da più origini.
E questo è tutto
.

E che nessun test di caratterizzazione è stato fatto su un virus purificato attraverso la filtrazione a gradiente differenziale dove si filtra veramente, e si hanno i virus – le piccole particelle -, che non sono mai stati dimostrati.

E da quel punto, si inizia a lavorare con il virus, non con il brodo di coltura.
Perché ?

Perché nel brodo di coltura ci sono cellule di scimmia, cellule umane, c’è tutto.
Perché devi mettere il muco del paziente in un piatto dove ci sono cellule di coltura, che in generale sono cellule.

Quindi queste persone sono specialiste nel decontestualizzare.

Non ho detto che non ci sono pubblicazioni, anzi, le pubblicazioni abbondano, ma nessuna di esse prova che il virus esista davvero.
Ma d’altra parte, come ho detto, non ha più senso questa discussione.

E nemmeno per me dire loro :

“No, il virus non esiste”.
No.

Direttamente, ora chiedo a loro e a Sabatté (N.d.T.: altro personaggio appartenente al CONICET argentino).
Dottor Sabatté, mi inviti nel suo laboratorio.

Dottor Sabatté, mi inviti e mi mostri un virus purificato e dei test sugli animali con quel virus.
E se non può farlo qui, Sabatté, al CONICET, mi mostri dove può farlo nel mondo.

E sa perché è obbligato a dimostrarlo ?
Perché questo falso virus ha portato il mondo alla rovina e sta uccidendo la gente.

Un terribile virus mai isolato
Ha portato il mondo alla rovina e sta uccidendo la gente…

Ma non è il virus che uccide.
E’ la dittatura sanitaria attuata con questa falsa scusa.
Quindi, dottor Sabatté, lei è obbligato a lottare per l’umanità, non a dire sciocchezze.

“Insostenibile”.

Cosa è insostenibile ?
Insostenibile è la vostra menzogna.

Vede ?
Allora mi porti in qualche laboratorio dove ha veramente fatto tutto il processo o mi dica in quale vuole effettuarlo.
E dimostralo a me ed al mondo.
Punto.

Dovete essere voi a presentare le prove, non io.
Non ho nessuna prova da presentare.

Non ho inventato io tutto questo.

Posso stare di fronte a migliaia di persone, esigendo prove da tutti questi “ricercatori”.
E cosa vi diranno quando poco tempo fa il Ministero ha risposto a una richiesta d’informazione pubblica e ha riconosciuto che la PCR è inutile e che non c’è nessun virus ?

Ah, neanche l’Argentina ha il virus.
L’Uruguay non ce l’ha.

E bene, e di nuovo la Cina non ce l’ha.
Nessuno ce l’ha.
Quindi…

Fernando (No Más Mentiras Uruguay) : Allora, di quali ceppi stanno parlando se non hanno il virus ?

Dr. Luis Marcelo Martínez : La scusa per i ceppi è il re-sequenziamento dei pazienti, e stanno creando varianti (N.d.T. : che in realtà sappiamo prendere il nome dalle diverse frequenze del 5G).
È più della stessa cosa.

È il ri-sequenziamento dei pazienti in diverse aree, e mettono insieme le varianti con i programmi informatici.
Questo per dire, ovviamente, che le varianti sono senza senso.

Perché ?
Perché i quadri clinici rimangono gli stessi.

In altre parole, è la stessa influenza, la stessa polmonite.
Tutto è uguale.

Quindi, di quale variante stanno parlando se i quadri clinici sono gli stessi ?
E quanti quadri clinici abbiamo ?
E quante persone abbiamo ?

Un terribile virus mai isolato
Quindi, di quale variante stanno parlando se i quadri clinici sono gli stessi ?

Abbiamo persone che muoiono a casa ?
Ci sono persone che sono morte a casa per COVID-19 ?

Fernando (No Más Mentiras Uruguay): I vaccinati sono coloro che muoiono.

Dr. Luis Marcelo Martínez : Certamente.

I vaccinati muoiono per strada.
Proprio oggi ho visto a quattro o cinque isolati da dove sono io una persona adulta che veniva rianimata sul marciapiede.
E certamente non andrò mai a vedere cosa sta succedendo.

Ma cominceremo a vederlo.
Inizieremo a vedere morti spontanee ovunque.

Vi rendete conto ?
Certo, cominceremo a vederlo.

Ma non a causa del virus, ma a causa del veleno che inoculano.
Su questo non c’è più alcun dubbio
.

Disegnano le varianti con i programmi informatici.
È così facile.
Non c’è isolamento.

E lo chiamano “isolamento” quando mettono del muco nel piatto con le cellule e vedono che le cellule del rene di scimmia cominciano a morire.
Ma non ti dicono perché quelle cellule muoiono.
Questo è spiegato molto bene da Lanka (N.d.T. Stefan Lanka, un famoso ricercatore e biologo tedesco che sin dal 2015 promette di pagare di tasca sua 100.000 Euro a coloro che dimostreranno l’esistenza di qualsiasi “virus” ; fino ad ora nessuno ci è riuscito…)

Le cellule della coltura muoiono a causa di aspetti tecnici, a causa degli antibiotici che mettono nella coltura, a causa del siero fetale bovino quando “tagliano” la nutrizione.
Quindi le cellule muoiono, ovviamente.

E la microscopia elettronica non vi mostra nessun virus.
Ciò che vi mostra sono inclusioni cellulari, esosomi ed il fenomeno della corona.
Non vi mostra nessun virus.

Perché ti mostrano i risultati della microscopia e dicono :

“Ah, ho ottenuto l’effetto citopatogeno nella coltura cellulare.
Ecco !
Il virus è lì'”.

Ma cosa succede se faccio il sequenziamento ?
Da dove parti con il sequenziamento ?

Se non hai separato il virus, semplicemente non l’hai separato.

Allora prendi, Sabatté, prendi tutte le carte che vuoi e mostrami il sequenziamento del genoma di un virus purificato.
Per favore, la supplico dottor Sabatté.

Lo faccia per l’umanità, per la verità e per i suoi figli.
Non si tratta di discutere per vedere chi ha ragione se si tratta di un virus o no.
Non me ne frega niente se c’è un virus o no.

Un terribile virus mai isolato
Voglio verità e libertà. Questo è quello che voglio…

Voglio verità e libertà.
Questo è quello che voglio.

Perché il virus, se esiste, non sta generando una crisi sanitaria.
Quindi non perdiamo tempo in sterili discussioni.

Allora, Sabatté, facciamo finta che il virus esista.
Stiamo assistendo a una vera crisi sanitaria ?
Non è mai esistita in passato, e non esiste ora una crisi sanitaria perché non è sostenuta né epidemiologicamente né statisticamente.

Sapete su cosa è sostenuto ?
Su concetti modificati.

Questa è una “pandemia” per definizione stabilita a partire dal 2009 dall’OMS.

Punto.
E il conteggio dei morti è iniziato nel marzo 2020 fino ad oggi.
E stanno contando il totale dei morti delle persone uccise in questi 16 mesi.
E tutto è caduto nello stesso calderone.
La gente ormai lo sa.

La gente si stanca di dirti che chi muore in un incidente stradale avrà scritto sul suo certificato di morte “COVID”.
La gente lo sa.

Insomma, non entriamo in discussioni.
Questo si dimostra.

Lo sanno anche i medici, i medici che lavorano negli ospedali.
Come fanno a tollerare tutto questo ?

Perché tollerano che una persona che arriva accoltellata esca dall’ospedale con una diagnosi di morte per COVID ?

Perché lo fanno ?
Perché non si oppongono a questo ?

Non si rendono conto che questo porta ad un’inflazione artificiale di numeri per andare avanti con questa stupidità per continuare ad avere una scusa, per continuare a violare i diritti delle persone, per continuare a rinchiudere tutti al fine di vaccinare tutta la popolazione come del bestiame ?

No, fratello. No !
Tenetevi tutti i vostri vaccini.
Siamo liberi e sani.

Non abbiamo bisogno di niente da parte vostra.
Ed ancor di meno dai laboratori criminali che, la prima cosa che devono fare – e lo ripeto ancora una volta – è informare i medici sulle schifezze che stanno iniettando alla gente affinché noi medici possiamo continuare a fare il nostro lavoro in modo coscienzioso.

Perché se ho un paziente che viene inoculato, di fronte a qualsiasi problema di salute che potrebbe avere quella persona…mi esplode la testa.
La mia testa esplode.

Un terribile virus mai isolato
Un giorno i responsabili parleranno…

Cioè, una donna incinta perde la gravidanza dopo la vaccinazione.
Mi esplode la testa.

Cioè, questo è quanto.
Supponiamo che una persona stia improvvisamente male.

Cosa facciamo per provare a curarla se non sappiamo esattamente cosa viene iniettato nelle persone ?
Qual è “l’antidoto” ?
Qual è ?

Allora sarà molto difficile per noi continuare a fare medicina, perché era già difficile perchè tutti i bambini sono cronicamente intossicati dal numero di vaccini che vengono somministrati loro.
E torno ancora allo stesso punto : al rapporto Corvelva, eh ?

Ci sono tutti i documenti di Robert Kennedy (N.d.T.: famoso ricercatore americano, nipote del ben più famoso J.F. Kennedy).
C’è una raccolta di più di 1.200 articoli scientifici che dimostrano la tossicità dell’alluminio, del mercurio, delle linee di colture cellulari contenute nei vaccini.

Le cellule fetali sono state usate per anni.
Questa non è una novità.

Microparticelle metalliche e molte altre piccole cose.
Ci sono molte altre piccole cose di cui non parlerò.

Un giorno i responsabili parleranno.
Saranno presi per la collottola e diranno alla gente la verità.

La verità.

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Grafene in acqua piovana

Nel programma radiofonico Dirección Correcta, trasmesso il venerdì sera dall’emittente cilena El Mirador del Gallo, è stata dimostrata un’altra inquietante scoperta.
La presenza di grafene nell’acqua piovana.

Il campione è stato rilevato alcune ore dopo un acquazzone avvenuto in seguito ad un’intensa irrorazione dei cieli tramite chemtrails (cioè le famigerate scie chimiche).

Così questo nanomateriale si trova nelle soluzioni acquose, nelle soluzioni fisiologiche, nei “vaccini” ed in molti altri prodotti di uso medico ed industriale.
In poche parole, si può rilevare la presenza di grafene praticamente dappertutto.

Questo spiega il perché esistano persone che presentano fenomeni di magnetismo senza essere mai state vaccinate, senza essere state sottoposte ad alcuna visita medica, od indossato mai alcuna mascherina.

Molti “misteri” vengono svelati poco a poco.
Anche se in realtà non si tratta altro che conferme.



Ricardo Delgado : Questa analisi ci è stata inviata dal dottor Cabezas (N.d.T. : ovviamente si tratta di uno pseudonimo, dato la delicatezza delle analisi trattate).

Il suo nome è… Chiamiamolo semplicemente dottor Cabezas.
Dalle isole Canarie.

Ha fatto un’analisi al microscopio ottico – ed è più che sufficiente – di particelle di…Ha trovato nanoschede di particelle di ossido di grafene nell’acqua piovana.
Ed anche nel muco alveolare bronchiale.

Cioè, dopo aver inalato l’ambiente, sputa l’espettorato (N.d.T. : quello che viene chiamato comunemente catarro) direttamente nel microscopio, ed ha trovato del grafene.
Lo caricheremo più tardi.

In poche parole, giornalmente inghiottiamo del grafene.
Il video lo abbiamo qui ed adesso lo proiettiamo, ok ?

Jorge Osorio (Dirección Correcta) : Sì.

Mentre Ricardo gentilmente mostra e contestualizza il video, occorre notare che in questo momento abbiamo più di 2.100 persone online.
Voglio ringraziare la gentilezza di tutti coloro che sono collegati.

Va notato che Ricardo Delgado, oggi, non ha fatto uno streaming serale sul suo canale Telegram, come fa di solito.
Ci ha dato la possibilità di farlo da qui, dalla piattaforma www.radioelmiradordelgallo.cl.

Ricardo Delgado : Bene, metto in pausa il video.
Usiamo per ora un ingrandimento molto piccolo.
Ci sono alcune gocce, molto piccole, che hanno, al massimo, un ingrandimento di 60X o 80X.

È acqua piovana, ok ?
Il campione è stato raccolto da queste gocce.

L’ingrandimento ottico aumenterà da questo momento in poi.
E quello che vedrete, quindi, sono le caratteristiche particolari dell’ossido di grafene.

Sono pieghe a forma di fazzoletto.
E queste, come ho detto, sono direttamente all’interno di queste goccioline.

Vediamo, l’ho già riprodotto.
Qui potete già vederne una.

Una piccola in mezzo.
Riuscite a vederla ?


Grafene in acqua piovana


Grafene in acqua piovana


Grafene in acqua piovana


Qui, con un ingrandimento maggiore.


Grafene in acqua piovana


Mi fermo un attimo perché, come potete vedere, il grafene ha una particolarità, ed è che ha un aspetto simile a un fazzoletto kleenex.


Grafene in acqua piovana


Come al solito, tutti quelli che lavorano con questo nanomateriale lo descrivono così.
Come se fosse un kleenex gettato direttamente sul fondo di una piscina.

Quindi mostra delle pieghe.
Qui, quello che vedete sono pieghe.

E, poi, hanno una particolarità.
E cioè che i bordi tendono a ripiegarsi su se stessi.

Questo è ciò che il grafene sta facendo anche qui, in questo punto.


Grafene in acqua piovana


C’è uno strato sopra.


Grafene in acqua piovana


Grafene in acqua piovana


Anche questo strato, per esempio, è molto caratteristico , come si può leggere nella letteratura scientifica.

Ha più o meno sempre quest’aspetto.
Sembra molto simile a quello che abbiamo trovato anche nel vaccino Vaxigrip.

Sembra molto, molto simile.
Anche quello che il dottor Campra ha trovato nel vaccino Pfizer al microscopio ottico sembra molto simile.


Grafene in acqua piovana


Grafene in acqua piovana


Grafene in acqua piovana


Grafene in acqua piovana


Beh, ovviamente l’acqua piovana dovrebbe essere chiara e pulita (N.d.T. : se non ci fossero le irrorazioni quotidiane di scie chimiche…).
Limpida.

Potrebbe avere qualche altro tipo di, non so.
Possiamo dire che potrebbe contenere una diversa composizione chimica di qualche metallo o qualcosa del genere, ma questo…
Questo non è normale.

Non dovrebbe essere nell’acqua piovana.
E nemmeno i metalli.

Certi metalli sono presenti in modo naturale nell’ambiente.
Ma non dovrebbero essere presenti nell’acqua.

Tuttavia, questo è qualcosa che stiamo osservando anche nel fango.
Nel fango, stiamo osservando anche una grandissima quantità di metalli (N.d.T. : non è certo una novità, le irrorazioni più o meno quotidiane ormai continuano imperterrite sin dall’inizio del XXI secolo…).

E questo è quello che sospettavamo.
Grafene.

Dopo la precedente irrorazione con il fenomeno delle chemtrails che tutti conoscono già.
Bene, questa è una conferma che verificheremo di nuovo.

Perché chiunque abbia un microscopio ottico può farlo.
Ed io, da qui, incoraggio tutti a farlo.


[Grafene in acqua piovana


Dobbiamo inoltre segnalare che siamo riusciti ad ottenere un’altra fiala di “vaccino” antinfluenzale attraverso una persona molto fidata che la terrà in perfetta custodia.

Ma non si tratta del Vaxigrip Tetra.
E’ uno che ci interessava ancora di più.

Anche se abbiamo già verificato che il Tetra ha al suo interno ossido di grafene.
Siamo convinti… Siamo convinti che il grafene sia presente in tutti i “vaccini” perché abbiamo già appurato la presenza di brevetti registrati (N.d.T. : sin dal 2012) che indicano l’uso di ossido di grafene in soluzioni acquose fisiologiche.

Ed è pubblicato nel Ministero dell’Industria, del Commercio e del Consumo…Scusate.
Del Turismo del governo spagnolo.
Sul loro sito ufficiale.

Quindi, a tutti quei bugiardi “disinformatori” compulsivi delle cosiddette agenzie di fact-checkers (Newtral a.k.a. Newtroll, Ana Pastor, Maldita.es, AFP Factual, ed altri, N.d.T. : famosi disinformatori di lingua spagnola, ovviamente esistono pure gli omologhi italiani…) -, bisogna dire loro che non solo stanno commettendo un reato.

Cioè, non solo stanno mentendo spudoratamente alla popolazione per spingerla al suicidio, al macello.
Ma stanno anche commettendo un reato.

E spero che alla fine siano seduti sul banco degli imputati.
Ed i dirigenti e i giornalisti che stanno diffondendo false informazioni per portare la gente al processo di “vaccinazione” siano puniti (N.d.T. : con molti anni di carcere).

Sono riusciti a fornirci (N.d.T. : per analizzarlo) un “vaccino” del marchio Chiromas.
Il Chiromas ®.

Un fatto particolarmente importante perché questo “vaccino” è quello che è stato citato nello studio del cosiddetto rapporto Barbastro.

(N.d.T. : per chi fosse interessato, può scaricare il documento – ovviamente in lingua spagnola – qua nel mio sito internet)

Dove è stata dimostrata l’esistenza di un alto ed inusuale tasso di mortalità a causa della cosiddetta “pandemia” di “COVID-19” dopo il processo di “vaccinazione” antinfluenzale con Chiromas.

Un “vaccino” che viene iniettato specialmente, o quantomeno raccomandato, per le persone oltre i 65 anni di età.

In particolare quelle che sono nelle case di riposo.

(N.d.T : ovviamente trattasi di GENOCIDIO di massa.

Lo ripeto ancora per l’ennesima volta, questo spiegherebbe il perchè anche in Italia – come già scrissi a metà di marzo 2020 – nelle zone dove sono state fatte campagne a tappeto del vaccino influenzale 2019 ci siano stati un numero insolitamente alto di decessi – soprattutto fra gli anziani – nella popolazione, come ad esempio nella Bergamasca).

E già tutti sanno cosa è successo nelle case di riposo.

Siamo sicuri al 100% che troveremo l’ossido di grafene.

Tuttavia, lo confermeremo con la microscopia ottica, anche con la microscopia elettronica e, se possibile, con la spettroscopia.

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Grafene e controllo mentale

Alcuni “vaccinati” stanno riportando effetti collaterali legati ad una particolare sensazione di disconnessione dalla realtà dopo l’inoculazione.

Non sono per nulla stupita di tutto questo.
La spiegazione di questo fenomeno ?

Molto probabilmente l’ossido di grafene presente nella fiala di “vaccinazione” somministrata a questi giovani sta già creando problemi a livello neuronale.



Ricardo Delgado : Si tratta di due giovani un po’ ingenuotti che sono stati “vaccinati” e che notano una sensazione piuttosto strana.
Si sentono come se “galleggiassero”, come se fossero distaccati dalla realtà.

Come se fossero su un altro pianeta (N.d.T. : Life on Mars, ricordate le parole di Klaus Schwab a riguardo ?).
Forse sul pianeta delle proteine Spike.
Diamo un’occhiata.

Il ragazzo del video : Come avete visto, qui su TikTok, siamo stati “vaccinati” giovedì e inoculati con Moderna.
È già lunedì ed ora abbiamo una sensazione piuttosto strana.
Siamo come…

La ragazza del video : In una mancanza di percezione della realtà.
Come se galleggiassimo in una bolla.

Il ragazzo del video : Beh, è come se fossimo in un pallone.
E non so…

Ricardo Delgado : Proprio come hai detto tu.
Mancanza di percezione della realtà.
Forse ti vengono i pensieri intrusivi di cui parlava Maldita Ciencia (N.d.T. : un portale spagnolo considerato dal mainstream “complottista”)

A me, personalmente…
Lo confesso.

Mi vengono in testa pensieri intrusivi (N.d.T. : riguardo ciò che sta succedendo a questi due ragazzi) che non ti dico direttamente.
Mi dispiace per questi due ragazzi perché, ovviamente, sono ingenuamente corsi a prendere il vaccino Moderna (N.d.T. : M-RNA modifica il RNA, come da simbolo Nasdaq…).
Sono già in modalità RNA.

Naturalmente, hanno pensato di essere ultra-responsabili e solidali, soprattutto con la popolazione “immuno-compromessa” (N.d.T. : per gli ingenui che ancora credono nella esistenza del “virus farsa”).

“Devi essere solidale”.

Ora vivono in un mondo parallelo – ammesso che non ci vivessero già da prima – dove percepiscono la realtà in modo diverso.
Lo dicono loro.
Lo riproduco di nuovo.

Il ragazzo del video : Una sensazione piuttosto strana.
Siamo come…

Grafene e controllo mentale
Una mancanza di percezione della realtà…

La ragazza dal video : Come una mancanza di percezione della realtà.
Come se galleggiassimo in una bolla.

Ricardo Delgado: “Come se galleggiassimo in una bolla”.

Ma non pensate che queste siano due testimonianze isolate.
Questa è la sensazione che molte persone hanno dopo l’inoculazione di ossido di grafene tossico.

Ciò si verifica probabilmente a causa della rottura delle sinapsi neuronali quando le nanoparticelle di ossido di grafene attraversano la barriera encefalica e si depositano nel cervello, nei neuroni.

E soprattutto quando – molto probabilmente – i neuroni vengono eccitati con qualche frequenza “particolare” in modo tale da causare questo tipo di fenomeno.
Si sentono come se galleggiassero.

Ascoltiamo di nuovo.

Il ragazzo del video : Ci si sente come se fossimo in un pallone.
Non so se è una cosa nostra, o a qualcuno di voi è successo anche a voi, sia con Pfizer, Moderna, od altri “vaccini”.
Quindi, per favore lasciatemelo nei commenti (N.d.T. : su TikTok, tipico dei giovani di oggi che “condividono” sui social…) per…

Ricardo Delgado : Sei in una “bolla”.
Stai cavalcando la bolla della morte direttamente verso l’alto.
E non te ne sei nemmeno accorto.

Un mondo “nuovo”, come ci ripetono in continuazione il WEF e Klaus Schwab :

“Nel 2030 non avrai nulla (ma sarai come in una bolla ed avrai una percezione diversa della realtà con i nostri pensieri intrusivi) e sarai felice”.

Idiota !

Il ragazzo del video : È solo che questo…
La verità è che tutto questo è un po’ strano…

(N.d.T. : no, non è strano, per nulla.
Provate a guardare il primo giovane che appare nel video oramai famoso del WEF ed il ragazzo della testimonianza.
Non vi pare che abbiano la stessa espressione ?)

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Grafene contagioso ?

Il grafene è solamente uno dei molti componenti identificati fino ad oggi.
Essendo un agente chimico, pur essendo altamente tossico, non potrebbe in nessun caso essere contagioso.

Altri invece sembrano essere vivi.

Al momento non è ancora possibile teorizzare nulla su tutto questo.
Forse è una nanotecnologia la cui funzione potrebbe essere legata alla creazione di reti di grafene.
Oppure potrebbe essere qualche sostanza biologica la cui funzione sarebbe quella di sintetizzare grafene all’interno del corpo.

Un’altra teoria – ancora però non supportata da alcun fatto concreto – supporterebbe l’ipotesi che questi elementi che sembrano avere una vita propria potrebbero essere legati ai possibili “contagi” riportati da persone non “vaccinate” dopo essere state in contatto con persone “vaccinate”.

Ma siamo ancora nel campo delle ipotesi più estreme.

Ciò che invece appare sempre più chiaro è che questa “plandemia” è un passo ulteriore per aumentare sempre di più il controllo climatico portato avanti nel corso degli ultimi anni.

Non vediamo altro che cieli deturpati ed ambienti ormai quasi inabitabili, soprattutto nei grandi centri urbani.
Pensieri forse inutili – questi ultimi miei – per coloro che si fanno giornalmente abbindolare dalla propaganda del mainstream.


Dr. Wilfredo Stokes : Questi bastardi (N.d.T. : non è certo diplomatico il Dr. Stokes, ma conosce benissimo il comportamento di Big Pharma nel corso degli anni in un paese povero come il suo, il Guatemala) stanno facendo soldi con qualsiasi cosa contengano i “vaccini”.

Quindi vorrei chiedere al dr. Sevillano un consiglio, od una conclusione, su questo, per favore.
Se c’è, almeno teoricamente, la possibilità che questi pazienti possano essere infettivi o no ?

Od in poche parole, contagiosi.

Dr. José Luis Sevillano : Sì, una domanda intelligente.
Perché molte persone se lo stanno chiedendo.
Soprattutto ora che cominciano ad esserci casi reali.

Non rilevati tramite la truffa dei test PCR.
Ma persone che si stanno realmente ammalando (N.d.T. : e questa volta per davvero, a causa dei veleni contenuti nei “vaccini”) in alcuni luoghi del mondo.

Dobbiamo tornare di nuovo al concetto fondamentale che continuiamo a ribadire : cercare la verità.
La verità basata sulle prove (N.d.T. : oggettive supportate dalla evidenza dei fatti).

Wilfredo ha detto prima che ha ragionato dicendo:

“Se non esiste alcun “virus”, come farà il “vaccino” a funzionare ?”

Ma naturalmente, dato che sono loro (N.d.T. : Si riferisce a Big Pharma) a cercare il “virus”, a purificarlo, ad isolarlo, a sequenziarlo, e tu non possiedi l’attrezzatura per poterlo fare in modo indipendente da solo, hanno la possibilità di diffondere l’idea che esista un “virus”

Ed a quel punto ti chiedi :

“Ed ora, come faccio a provare che esista un “virus” (o che non esista) se sono sempre loro (N.d.T. : Big Pharma) a fornire tutte le informazioni.
Ed evidentemente non posso più fidarmi di loro ?”

Vedete, la questione è semplice.
Occorre vedere con i nostri occhi cosa sta realmente succedendo.

E nel momento in cui abbiamo iniziato a vedere il fenomeno delle braccia magnetiche, la risposta è stata inequivocabile.

Grafene contagioso
Occorre vedere con i nostri occhi cosa sta realmente succedendo…

Se ci sono braccia magnetiche, non esiste nessun “virus” per due semplici ragioni.
Molto semplici.

Se ci sono braccia magnetiche, significa che il “vaccino” non veicola materiale biologico.
Se non esiste materiale biologico, contro cosa dobbiamo essere “vaccinati” ?

Contro qualcosa che non esiste.

Quindi dobbiamo fare riferimento alla evidenza dei fatti in questa vicenda, come in tutte le altre.
Soprattutto quando persone di alto livello (N.d.T. : politici e medici in particolare) controllano totalmente l’informazione (N.d.T. : che circola pubblicamente, trattasi di censura vera e propria).

Dobbiamo fare riferimento all’evidenza dei fatti, a ciò che vediamo.
E la stessa cosa accade in questo frangente.

Allo stato attuale non conosciamo se i cosiddetti “vaccinati” siano contagiosi o no.
Notate che vi ho detto prima che se il vaccino contenesse solo grafene…

Se il “vaccino” contenesse solo grafene, non ci sarebbe possibilità di contagio perché è un agente chimico.
È un agente tossico.
È un’intossicazione.
Le intossicazioni da agenti chimici non sono contagiose.

Ma vi ho detto prima che questi “vaccini” contengono anche materiale biologico sconosciuto.
Ancora non sappiamo cosa realmente sia questo materiale e se potrebbe sintetizzare il grafene all’interno del nostro corpo.
In altre parole, fate attenzione perché è…

È una teoria ancora da sviluppare, ancora da studiare.
Ma è una possibilità che ci sia qualcosa di vivo nei “vaccini” e che si sviluppi dentro di noi.
Ed in questo caso, forse, quell’essere vivente che è lì è contagioso.

Quindi, dato che non lo sappiamo, solo quando avremo visto l’evoluzione delle malattie nel nostro ambiente, conosceremo esattamente se è contagioso oppure no.

Come lo sapremo ?
Semplice, come di solito.

Vedremo quali persone di una famiglia sono state “vaccinate” e quali no.
E quando cominceranno ad ammalarsi, eventualmente potremo affermare :

“Sono tutti malati, e non erano tutti “vaccinati”, significa che qui c’è qualcosa di contagioso”.
(N.d.T. : al momento non si sa davvero ancora nulla, quindi è inutile – anzi, sarebbe proprio una azione criminale – diffondere falsi allarmi e notizie prive di fondamento che ottengono come unico scopo di diffondere ancora di più il panico fra la popolazione).

Ma dobbiamo anche considerare un fatto che provoca molta confusione nella nostra ricerca.

Perchè se in una determinata zona ci sono radiazioni (N.d.T. : principalmente del 5G, ma sappiamo già anche che il 4G ed il 4G Plus possono indurre i medesimi sintomi nelle persone che sono state “grafenate”) che stanno creando la cosiddetta “quinta ondata” (N.d.T. : il famigerato ceppo Delta) e quelle che verranno in seguito, le radiazioni faranno ammalare la gente.

Sembrerà un vero e proprio “contagio”.
E sarà davvero difficile comprendere se è davvero il “vaccino” che causa il contagio oppure no.

Ma ad un certo punto, troveremo la risposta grazie agli indizi che troveremo.

Grafene contagioso
Perchè se in una determinata zona ci sono radiazioni…

Se è contagioso, ad un certo punto lo scopriremo.
Per esempio faremo ricerche in luoghi molto isolati, dove praticamente non esiste alcuna tecnologia, né alcun segnale wireless (N.d.T. : nemmeno il WiFi), e dove abitano persone “vaccinate” e “non vaccinate”.

Qui non potrebbe diffondersi alcun “contagio” che dipende da fenomeni elettromagnetici.
Ma se all’improvviso ne sarà verificato qualcuno, allora davvero conosceremo se il “vaccino” è contagioso o no.

Allo stesso modo dobbiamo analizzare con particolare attenzione tutti quei luoghi dove la gente si ammalerà più frequentemente.
Occorre vedere esattamente il tipo di ambiente in cui vivono queste persone.

Ad esempio se sono famiglie dove vivevano sia persone “vaccinate” che non “vaccinate”.
Vedete come con la medicina classica si possono fare studi davvero molto semplici, e si può trovare la verità senza complicarsi troppo la vita ?

Anche se ci sono fattori che possono rendere difficile arrivare ad una conclusione definitiva, si possono ampliare questi studi selezionando la popolazione target che si vuole studiare, affermando :

“Questa persona non mi serve perché vive in un ambiente circondato da antenne e quindi non potrò mai conoscere le ragioni.
Guarderò invece quell’altra popolazione.
Quella che non ha antenne intorno”.

Le antenne ovviamente confondono i possibili risultati, ma la confusione nei risultati degli studi può essere facilmente eliminata studiando la popolazione che vive lontano dalle antenne e nella quale so che sono presenti numerosi “vaccinati”, ma non tutti gli individui che vi abitano.

Vedrò se questa malattia è contagiosa e, alla fine, saprò se quelli che cadono sono tutti vaccinati per molteplici motivi.

Infatti, sarà molto difficile identificare le malattie di cui soffriranno i “vaccinati” perché saranno molto diverse fra loro.
E sarà molto complicato identificare i casi che sono naturali da quelli che sono causati dai “vaccini”.

Ci saranno complicazioni di ogni genere.
Trombosi, tumori, casi di COVID neuronale, polmoniti.
E molte altre malattie “strane” perchè il grafene è un agente tossico che agisce a tutti i livelli.

Grafene contagioso
I casi neurologici saranno in maggioranza…

Le persone che si ammaleranno nelle zone dove sono presenti le antenne presenteranno quadri clinici molto inusuali, soprattutto neurologici.
I casi neurologici saranno in maggioranza.

Ed anche le persone (N.d.T. : “vaccinate”) che vivono lontane dalle antenne, molto probabilmente con il tempo, avranno gravi problemi di salute.

E temo soprattutto i problemi di tipo coagulativo.
Cioè, i problemi di coagulazione finiranno per generare trombi ed embolie.

Queste sono le persone che si ammaleranno o moriranno a causa di questo “vaccino”, sia che vivano lontane dalle antenne o vicine a queste.
E coloro (N.d.T. : sempre i “vaccinati”) che sono vicini alle antenne presenteranno qualsiasi tipo di problemi : trombi, problemi neurologici, tumori, problemi polmonari, problemi cardiaci come la miocardite.

Il quadro clinico sarà sempre molto diverso nelle aree urbane dove sono presenti numerose antenne 5G.
E sarà un po’ meno variegato in luoghi lontani dalle antenne.

Ma in ogni caso con il passare del tempo causerà problemi di salute (N.d.T. : in particolar modo nei “vaccinati”) in tutti i sensi.

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Analisi fiale anti-influenzale 2019 : ossido di grafene (ed altri elementi “mobili” tuttora sconosciuti)

Come già annunciato ieri, sono arrivati i risultati delle analisi preliminari riguardanti una fiala Chiromas, il cosiddetto “vaccino” utilizzato in Spagna per inoculare gli anziani nelle case di riposo.

La nuova analisi conferma ancora una volta – ammesso che ce ne fosse ancora bisogno – che l’ossido di grafene insieme ad altri componenti elettronici ancora sconosciuti ed elementi mobili causa insieme alla radiazione emessa dalle antenne 5G sindromi da radiazione acuta, cioè COVID.

La bufala della SARS-CoV-2 ormai è stata completamente sgretolata.
Ed ora l’attenzione deve essere posta non più solo sulle fiale del “vaccino”, ma sulla condizione del sangue delle persone inoculate.

Analisi fiale anti-influenzale 2019
Sono ancora una volta costretta a ripetere ancora una volta le medesime parole…

C’è però tuttora da chiedersi quando anche in Italia inizieranno a voler davvero far luce su quello che senza ombra di dubbio è ormai un vero e proprio genocidio contro la intera umanità.

Per questo motivo, sono ancora una volta costretta a ripetere ancora una volta le medesime parole :

Tutto ciò che stiamo analizzando non solo spiega il perchè anche in Italia – come già scrissi a metà di marzo 2020 – nelle zone dove sono state fatte campagne a tappeto del vaccino influenzale 2019 ci siano stati un numero insolitamente alto di decessi – soprattutto fra gli anziani – nella popolazione, come ad esempio nella Bergamasca).

Ovviamente, oltre ad avere preventivamente “grafenato” la popolazione, allora hanno completato l’opera tramite irrorazioni di chemtrails effettuate da aerei che volavano con misteriose rotte di velivoli sopra la Pianura Padana durante il periodo del cosiddetto blocco della intera circolazione sopra i cieli dell’intero paese fregandosene bellamente del cosiddetto “coprifuoco aereo”, ed addirittura spegnendo l’ADM in modo tale da non essere più visibili nemmeno su Flightradar24 ?

Ah, ovviamente nel medesimo periodo non si sono mai fermate le installazione delle antenne 5G, ed anzi le hanno pure accese per “prove tecniche di trasmissione” (sì, di radiazioni ionizzanti)…

Ed ancora :

Qualcuno dei cosiddetti “medici” che seguono la cosiddetta medicina “ufficiale” mi sa spiegare il perchè in Italia ci sono persone (di cui volutamente NESSUNO vuole parlare) che senza avere fatto alcun tampone, nè avere avuta alcuna inalazione del VELENO (cioè il “vaccino”) soffrono di EVIDENTI sintomi di braccia (ed altre parti del corpo magnetico), solo per avere inoculato (in buona fede, su vostro consiglio) l’anti-influenzale 2019 che presumibilmente (anzi SICURAMENTE) conteneva grafene esattamente come l’omologo Chiromas spagnolo (e presumo in tutto il lager UE nelle diverse “versioni”) ?

Ovviamente, le risposte sono troppo facili per chi ha compreso lo svolgimento di questa danza macabra.


Ricardo Delgado : Ora vedremo l’analisi del “vaccino”.

Questa è la prima approssimazione ottica – e ne verranno fatte altre – del vaccino antinfluenzale (nel 2019 e nel 2020) Chiromas.
Che, come promemoria, è quello che è specialmente raccomandato per le persone oltre i 65 anni di età nelle case di cura.

È il vaccino che viene somministrato più frequentemente nelle case di riposo.

Per chi ha più di 70 anni, di solito viene somministrato il Fluzone.
Il Fluzone contiene, al posto del polisorbato 80 – che era l’adiuvante che serviva come vettore dell’ossido di grafene – il Triton X-100.
È l’altro coadiuvante che porta il Fluzone, e che, probabilmente, scopriremo col tempo che anche l’ossido di grafene si combina con quel coadiuvante.

Bene, diamo un’occhiata al video.
Questo è un video con una serie di fotografie.

Testo :
Analisi al microscopio ottico sul vaccino Chiromas.
Rilevamento del grafene.

Ricardo Delgado : Questa è la fiala sigillata del “vaccino”.

Vaccino : Chiromas
Tipo : vaccino antinfluenzale
Lotto : 5417B1A
Data di scadenza : 06/2021


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Diamo anche il codice QR.
Lo mostreremo in modo che voi possiate accedervi, attraverso qualche app. su smartphone, e possiate vedere a quale lotto appartiene e tutto il resto, ok ?
Ecco il codice.


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Ricardo Delgado : Infatti, se ingrandite quel codice – scusate l’interruzione -… Se ingrandisci mentre stai usando il tuo cellulare, probabilmente, tutte le informazioni sui vaccini si vedranno.

Visto che alcune persone parlano tanto di tracciabilità, beh, eccola qui.

→ Codice scansionato: 3073402 (potete verificarlo con il vostro cellulare o su questo sito).

Ecco, questo simbolo ha attirato la mia attenzione.
Lo vedi ? (❄ → ⬡, priming negativo).


 

Analisi fiale anti-influenzale 2019

 


L’esagono (N.d.T. : simbolo del grafene e del cosiddetto numero 6) “doveva” apparire.

Sembra il simbolo del ghiaccio, ma ricordiamoci che questi “vaccini” influenzali non dovevano essere mantenuti tramite catena del freddo come gli altri (quelli contro il “terribile virus”).

(N.d.T. : Una catena del freddo o cold chain è una catena di approvvigionamento a temperatura controllata.
Viene utilizzata per conservare e per estendere e garantire la durata di conservazione dei prodotti, come i prodotti agricoli freschi, i frutti di mare, i cibi congelati, le pellicole fotografiche, i prodotti chimici e quelli farmaceutici.)

Bene, queste sono le prime pieghe che appaiono.
Ricordate che il grafene ha la caratteristica di apparire come se fosse sul fondo di una piscina.

Come se fosse un kleenex con delle pieghe sul fondo di una piscina.
E ha anche un’altra caratteristica, e cioè che i bordi si ripiegano su se stessi.
Ok ?


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Questa è la stessa immagine, ma vista modificando un po’ il condensatore del microscopio.


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Bene, a questo punto dobbiamo segnalare anche che c’è una cosa molto importante da chiarire : nessuno di questi materiali dovrebbe essere presente in alcun “vaccino”.
Dovrebbe essere pulito.

Non ci dovrebbero essere quelle pieghe o quei tessuti nel mezzo, indipendentemente dal fatto che si pensi che sia grafene o meno.

Abbiamo grafene molto ben caratterizzato dal punto di vista ottico.
Infatti, se volete è pure possibile cercare immagini del grafene su Google.

Poi vi mostreremo un campione al microscopio ottico e vedrete che è proprio così.
Inoltre, quando abbiamo chiesto agli esperti che lavorano con questo nanomateriale, anche loro ci hanno confermato che, senza dubbio, è grafene.

E’ possibile inoltre – come ha analizzato il dottor Campra – usare una spettroscopia ultravioletta, oppure tutte le analisi che vuoi.
Si può usare una microscopia elettronica a scansione od a trasmissione.

Quello che vuoi, ma quello è grafene, ok ?
E comunque, che lo fosse o meno, non dovrebbe esserci nulla.

Ora guardiamo un video animato di ciò che si vede direttamente nel vaccino.
Vedrete anche una serie di movimenti nella zona esterna, e lo commenteremo in seguito.


Analisi fiale anti-influenzale 2019


Testo : Sei stato intossicato.

Ricardo Delgado : Bene, faremo molte altre foto di questo vaccino.



Sindrome da radiazione acuta

Nel Marzo del 2020 (quindi ormai quasi un anno e mezzo fa), da buona “complottista” quale sono, avevo iniziato a verificare che nelle zone dove si registravano i cosiddetti “focolai” del “virus” esisteva un’alta densità di antenne 5G (bastava sovrapporre le due cartine).

E già il 19 marzo 2020 il Dr. Dietrich Klinghardt sosteneva la assoluta necessità di isolare i pazienti da qualsiasi tipo di campo elettromagnetico, compreso il WiFi e soprattutto il 5G.

Dopo poche settimane, il biologo catalano Bartomeu Payeras si è reso conto che proprio le antenne 5G stavano facendo ammalare le persone nella piccola città in cui vive.

Sindrome da radiazione acuta
Un quadro clinico paragonabile a quello della sindrome da radiazione acuta…

Anche se il mainstream continua ad ignorare le sue parole, visto che i suoi pazienti sono migliorati semplciemente mandandoli a vivere lontani dalle zone dove sono presenti antenne 5G, il suo messaggio è diventato sempre di più virale in tutto il mondo.

In un nuovo sforzo per rendere la gente consapevole dei pericoli delle radiazioni non ionizzanti, ha fatto riferimento ad un articolo pubblicato da un gruppo di ricercatori provenienti dalla Radiation and Nuclear Countermeasures Program (RNCP), dalla Division of Allergy, Immunology and Transplantation (DAIT), dalla National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), e dalla National Institutes of Health (NIH) a Rockville, Maryland in cui il quadro clinico della COVID è stato paragonato a quello della sindrome da irradiazione acuta.

Infatti è praticamente lo stesso.
Nessuna sorpresa a riguardo.

Che aggiungere ?
Finalmente la verità sta venendo a galla.

Ed uno dei prossimi giorni parlerò poi delle vere cause della influenza spagnola del 1919.
Interessanti similitudini e riferimenti storici, utili per comprendere il comportamento dei “soliti noti”.


Ricardo Delgado : …I sintomi peggiori sono “un misto”, ha detto.
Ed ha precisato che ci sono alcuni sintomi neurologici come la perdita di memoria a breve termine, mancanza di concentrazione, mal di testa o parestesie emicraniche.

Ci sono anche sintomi come estrema stanchezza, dolori muscolari e articolari o problemi dermatologici, così come i pazienti con trombi, perdita della vista o visione offuscata, acufeni, problemi di stomaco o nebbia mentale.

Cioè, l’intero quadro della sintomatologia di…

Dr. José Luis Sevillano : Di…Beh, sintomatologia dell’esposizione a campi elettromagnetici.

Questo è il quadro.
E ricordate, in modo che la gente sappia…Vediamo se riusciamo a recuperare quel famoso articolo (N.d.T. : Commonalities Between COVID-19 and Radiation Injury), Ricardo.
Io ce l’ho.

Se non ce l’hai, te lo passo.
Perché quell’immagine è stata descritta nella rivista di radiologia, che è stata pubblicata nel maggio 2020 (N.d.T. : l’articolo cui fa riferimento il Dr. Sevillano è del 4 Febbraio 2021, ma il concetto ovviamente non cambia perchè le ricerche sulla correlazione sulle due sintomatologie sono iniziate subito).
In quell’articolo, la COVID è stata paragonata a una sindrome da radiazioni acute.

Ricardo Delgado : Sì.

Dr. José Luis Sevillano : Sindrome da irradiazione acuta con radiazioni ionizzanti.
Ed il quadro era esattamente lo stesso a livello di laboratorio, a livello analitico, a livello clinico.
Tutto era uguale.

E dovete sapere che quando ho presentato questo articolo al collettivo “Medici per la Verità e Scienziati per la Verità”, la Dr. Albarracín è venuta alla mia gola per demolire tutto questo.

E non mi lasciò progredire in quella ricerca.
Ho dovuto lasciare quel collettivo per continuare le mie indagini.

Lo stesso collettivo che più tardi non volle accettare il tema del magnetismo.
Così potete vedere chi è chi in questa storia.
Io so da molto tempo chi è chi, ma voi non lo sapete.
E dovete saperlo.

E sappiate che una sindrome acuta da radiazioni presento lo stesso quadro sintomatologico della COVID.
Che sia ionizzante o meno, il risultato è lo stesso.

I due tipi di radiazioni, le stesse qualità di energia producono gli stessi effetti a livello cellulare e mitocondriale.

Le correnti che causano questo nella cellula annullano – distruggono – la catena di elettroni, che è ciò che dà energia alla cellula.
E ci sono danni in tutti i tessuti.

Sindrome da radiazione acuta
Sindrome da irradiazione acuta con radiazioni ionizzanti. Ed il quadro era esattamente lo stesso a livello di laboratorio, a livello analitico, a livello clinico. Tutto era uguale….(Fonte della immagine : PubMed)

Le cellule di tutti i tessuti muoiono.
Il corpo si infiamma perché non c’è energia.

E non c’è energia perché le correnti elettriche generate dentro e fuori la cellula hanno la meglio sulla catena respiratoria, che è quella che produce energia nei mitocondri.

E questo non mi è stato lasciato da dire in quel collettivo. Grazie all’azione del dottor Albarracín.

E potete vedere che persone sono.

Ora abbiamo anche il signor Nájera (N.d.T. : Alberto Nájera, ricercatore universitario, ma anche noto “fact-checker” quindi disinformatore) che ha liquidato quello che affermavo già allora.

Non ha mai ascoltato nessuna parola di ciò che sto spiegando in questo momento.
Non gli interessa.

Ed ora lo avete in difesa – infatti è nella stessa “squadra” del dottor Albarracín – sentenziando che “tutti gli effetti collaterali legati al grafene non esistonoE (N.d.T. : andando pure contro la evidenza dei fatti).

Sono sempre le stesse persone che impediscono di conoscere la verità.
E voi dovete conoscerla.

Perché la verità è ciò che ti salva la pelle.

Non è solo che ti rende libero, come diceva Gesù.
No.
Ti salva la vita.

In altre parole, o cerchi sempre la verità, o la tua vita è in pericolo.

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Radiazioni ionizzanti emesse su di noi ?

In questo momento la rete pullula di “salvatori del mondo” che promettono una crescita spirituale in questo difficile momento che stiamo vivendo.

Fantomatici guru propongono un risveglio delle coscienze dei loro lettori (naturalmente dopo avere seguito un loro corso a pagamento).
Pace, armonia e felicità perpetua : “Lampi di Luce”, “Corso per potenziare le risorse della tua mente”, “Migliora la tua vita”, “Esplora i mondi interiori ed altre dimensioni”.

Mezzi imponenti ed importanti.
Ma contenuti totalmente assenti.

L’irrilevanza come contenuto.

Ma agli autori di tutti questi siti/blog manca una cosa fondamentale.
L’anima.

E questa non la si improvvisa, nè la si compra.

Secondo costoro ben presto “vibreremo in un nuovo stato di coscienza a frequenze più elevate”.

Peccato che talvolta aumentando le frequenze emesse, il suono che si percepisce non è migliore, ma disturbante.
Oppure un campo elettromagnetico diventa ancora più pericoloso, fino ad arrivare ad emettere radiazioni ionizzanti.

Tutti questi nuovi “tele-imbonitori” in realtà hanno solo un unico scopo : quello di intrattenere il popolo con promesse sempre più fatue.
Mentre i nostri veri carnefici – che sono molto probabilmente i loro finanziatori occulti – stringono sempre di più il cappio al nostro collo.

Naturalmente il fine di tutto questo è distogliere la gran massa della gente dalle vere lotte che dobbiamo combattere giornalmente per la nostra sopravvivenza.

Le preoccupazioni relative alle antenne 5G si limitano a pensare ad una radiazione non ionizzante che produce lo stesso quadro clinico di quella del cosiddetto COVID-19, come abbiamo visto ieri.

Tuttavia, accurati misuratori analogici come i contatori Geiger registrano numeri corrispondenti anche a radiazioni ionizzanti.
E pure se non ci sono antenne nelle vicinanze.

Le radiazioni ionizzanti consistono in particelle subatomiche od onde elettromagnetiche che hanno energia sufficiente per ionizzare atomi o molecole staccando gli elettroni da essi.
Le particelle viaggiano generalmente ad una velocità superiore all’1% di quella della luce, e le onde elettromagnetiche si trovano nella porzione ad alta energia dello spettro elettromagnetico.

I raggi gamma, i raggi X e la parte ultravioletta più alta dello spettro elettromagnetico sono esempi di radiazioni ionizzanti.
Mentre l’ultravioletto a più bassa energia, la luce visibile, quasi tutti i tipi di luce laser, gli infrarossi, le microonde e le onde radio sono radiazioni non ionizzanti.

Il confine tra radiazioni ionizzanti e non ionizzanti nell’area ultravioletta non è ben definito, poiché molecole e atomi diversi si ionizzano a energie diverse, ma è compreso tra 10 elettronvolt (eV) e 33 eV.

Le tipiche particelle subatomiche ionizzanti includono particelle alfa, beta e neutroni.
Questi sono tipicamente creati a causa del decadimento radioattivo, e quasi tutti sono abbastanza energetici da essere ionizzanti.

Le particelle cosmiche secondarie prodotte dopo che i raggi cosmici interagiscono con l’atmosfera terrestre, e comprendono muoni, mesoni e positroni.
I raggi cosmici possono anche produrre radioisotopi sulla Terra (per esempio, carbonio-14), che a loro volta decadono ed emettono radiazioni ionizzanti.

I raggi cosmici e il decadimento degli isotopi radioattivi sono le fonti principali di radiazioni ionizzanti naturali sulla Terra, contribuendo alla radiazione di fondo.
Le radiazioni ionizzanti sono anche generate artificialmente da tubi a raggi X, acceleratori di particelle e fissione nucleare.

Le radiazioni ionizzanti non sono rilevabili dai sensi umani, quindi strumenti come i contatori Geiger devono essere usati per rilevarle e misurarle.
Tuttavia, intensità molto elevate possono produrre luce visibile, come nella radiazione Cherenkov.

Le radiazioni ionizzanti sono usate in un’ampia varietà di campi come la medicina, l’energia nucleare, la ricerca e la produzione industriale, ma rappresentano un pericolo per la salute se non vengono prese misure adeguate contro l’esposizione eccessiva.

L’esposizione alle radiazioni ionizzanti causa danni cellulari ai tessuti viventi.
In alte dosi acute, si tradurrà in ustioni da radiazioni e malattia da radiazioni, e dosi di livello inferiore per un tempo prolungato possono causare il cancro.

Quindi che cosa sta davvero succedendo intorno a noi ?
Non ci sono solo le onde elettromagnetiche inviate dalle antenne 4G, 4G Plus e 5G che stanno irradiando aggressivamente le persone.

E tutto questo può anche non essere correlato direttamente (ed esclusivamente) alla presenza di ossido di grafene nel nostro corpo.
Qualsiasi ipotesi – anche le più inquietanti, come ad esempio radiazioni ionizzanti emesse volutamente da parte di questi pazzi – è in fase di studio.


Radiazioni ionizzanti
Stava usando un contatore Geiger…

Dr. Sevillano : sono arrivati messaggi da parte di persone che non trovano antenne vicino a loro.
Ma notano che le macchine (N.d.T.: che rilevano radiazioni elettromagnetiche) rilevano dei valori.

I cosiddetti dispositivi di misurazione.
Non vedono antenne, eppure notano che i numeri stanno salendo.

Notano che ci sono irradiazioni provenienti da qualche parte.
Ad un certo punto qualcuno si è chiesto se possano provenire dalla rete Starlink (N.d.T. : la rete satellitare progettata e creata da quel delinquente di Elon Musk).

Qualcuno ha registrato un video per me.
Lo mostreremo un altro giorno, Ricardo.

Ha usato un contatore Geiger, uno di quei dispositivi che misurano la radioattività.

Sì.
E quello è un contatore analogico.
Non è digitale.

Quello che misura non può essere manipolato.
Il produttore non può modificarlo in modo che registri qualcosa di diverso.

Quindi quest’uomo, con un apparecchio vecchio di 60 o 70 anni (perché risale alla seconda guerra mondiale) ha già misurato le radiazioni intorno a lui nel suo ambiente.
Ed ha verificato la presenza di radiazioni.

Ci sono radiazioni lì.
C’è una radiazione qui.

Qualcosa sta già irradiando con qualità che non sono non ionizzanti ma ionizzanti.

Ionizzante.
Amico mio, questo non è rilevabile da dispositivi ordinari.
Non possono.

Ricardo Delgado : Questo è corretto.
Sto pensando, José Luis, che se il grafene può moltiplicare la frequenza, sta già entrando nella scala di ionizzazione.

Dr. Jose Luis Sevillano : Potrebbero, perfettamente, inviare segnali che non sono troppo energetici e che passerebbero inosservati.
Ed il grafene li moltiplica.

Radiazioni ionizzanti
Proprio ieri ho parlato del legame ancestrale con la sindrome di radiazione acuta…

Il grafene che può essere nell’ambiente o nel tuo corpo genera radiazioni ionizzanti dentro di te o fuori di te, nell’atmosfera o dovunque sia.
Quindi, non dobbiamo dimenticare mai questo.

Ricardo Delgado : Dobbiamo ricordare che le microonde sono state moltiplicate, credo che fosse un fattore quasi per 10.000, e potevano ottenere onde sopra l’ultravioletto.

La cosa più vicina ai raggi X (N.d.T. : ricordo inoltre che proprio ieri ho parlato del legame ancestrale fra la sindrome di radiazione acuta e la cosiddetta COVID-19).
Proprio per fare questo tipo di…

Dr. Sevillano : Esattamente.

E quel dispositivo rileva proprio quel tipo di segnale.
Il piccolo dispositivo (N.d.T. : un contatore Geiger risalente alla seconda guerra mondiale) che quest’uomo possiede può rilevarlo.

Quindi potremmo anche ricevere radiazioni ionizzanti attraverso il moltiplicatore di grafene nell’ambiente o nel nostro corpo.

Oppure in qualche modo che attualmente non conosciamo.
Ancora non lo sappiamo.

Ma potremmo non solo ricevere segnali dalle antenne, che sono già dannosi di per sé.
Sappiamo già che non siamo irradiati solo in questo modo.

Ricardo Delgado : Dal punto di vista del…

Dr. Sevillano : Quindi la questione è aperta ad ulteriori ricerche.
Vedremo se quest’uomo potrà spedirci altri video.

Ma è un punto interessante da tenere a mente perché molte persone pensano che dove non siano presenti antenne non si ricevano radiazioni.
Invece succede che i segnali (N.d.T. : le onde elettromagnetiche) stanno arrivando da diverse sorgenti.

Non sappiamo se provengono dalla rete Starlink o se è solo che i normali dispositivi (N.d.T. : quelli digitali moderni) non stanno registrando ciò che viene effettivamente emesso.
Tutto questo è…

Ricardo Delgado : Il dispositivo…

Dr. Sevillano : Abbiamo un sacco di questioni aperte in questo momento.

Cibo (magnetico).
Grafene.
Vaccini“.

Inoltre dobbiamo approfondire la questione delle radiazioni ionizzanti tramite il moltiplicatore di grafene.
Ma ovunque si guardi, ci si chiede :

“Ma c’è qualcosa che funziona come dovrebbe (N.d.T. : funzionare) ?”

Ti senti minacciato da tutti i lati.
E non si tratta più di essere paranoici.

È che ogni giorno che passa si scopre che è tutto vero.
È che hai le prove che questo viene fatto.

Stanno magnetizzando il nostro coniglio, le nostre braccia, e così via.

Basta provare a registrare con un misuratore classico, e si trovano radiazioni ionizzanti praticamente in tutto.
Ma naturalmente, se ad esempio chiedi al presidente della Cantabria che cosa sta davvero succedendo… Che ne sa lui !

Non sa nemmeno cosa sta succedendo a casa sua.
Credi che sappia cosa succede nel mondo ?

Questo è… Voglio dire, siamo obbligati a mandare messaggi di allerta senza sosta.
Un’allerta non specifica.
Voglio dire a tutti : state all’erta e fate attenzione (N.d.T. : praticamente a tutto) perché siamo attaccati da tutti i lati.

Dobbiamo essere aperti a qualsiasi ipotesi, anche le più assurde, perché ci stanno attaccando da tutti i lati.
Davvero da tutti i lati.
Ed allo stato attuale non sappiamo come fermarli, a parte condividere informazioni in modo che la gente possa smettere di collaborare a questo piano (N.d.T. : diabolico).

Voglio dire, non possiamo fare altro.
In questo momento, non possiamo fare altro.

Condividere le informazioni in modo che la gente si svegli e comprenda quanto sia enorme la grandezza dell’operazione.
Finché non smettono di collaborare (N.d.T. : con il cosiddetto sistema).

Radiazioni ionizzanti
I dispositivi come il BR-9A misurano fino a 5 GHz, ma il 5G può arrivare fino a 300 GHz…

Ricardo Delgado : Ricorda, José Luis, che i dispositivi come il BR-9A misurano fino a 5 GHz, ma il 5G può arrivare fino a 300 GHz.

Ed inoltre questa onda moltiplicatrice si sta già avvicinando al campo THz, che è molto vicino alla ionizzazione.
Radiazione ionizzante.

Quindi, è probabile che nel dispositivo che stiamo rilevando che, naturalmente, salga un po’.
Penso che ciò che misuri di più siano i volt per metro o l’intensità del campo magnetico.
Misurerebbe più dell’emissione di radiofrequenza proveniente dall’alto, la micro…

Dr. Sevillano : Sicuramente.
Probabilmente, ciò che il dispositivo sta misurando è la differenza di potenziale per metro.
Quella è l’energia.

Forse è quello che si riceve, piuttosto che il tipo di frequenza che arriva.
Ma penso che nemmeno i dispositivi saranno in grado di rilevarli.

Probabilmente, quando ci si avvicina alle alte frequenze, i dispositivi sono inutili.
Penso che non riescano più a misurare le radiazioni.

E se per caso in quel momento ti senti male…Naturalmente, se ti senti male, esci dal posto dove ti trovi e vai da un’altra parte.

Se possibile, verifica se la tua casa è stata irradiata o se c’è qualcos’altro nel posto dove ti trovi (N.d.T. : di sospetto).

“Me ne vado da qui. Mi sento male”.

Se te ne vai e ti senti meglio, significa che sei stato irradiato.

Infatti – non ricordo dove – ho letto ieri o stamattina, di un tizio che veniva ritratto come “un altro negazionista che stava andando al pronto soccorso”.

Alla fine, il tizio si lamentava di non essere stato “vaccinato”.
Voglio dire, esiste una propaganda hitleriana di queste persone che non fanno altro che pontificare, implicando che il cosiddetto “negazionista” si stesse rammaricando, e tutto il resto conseguente.

Ma sapete cosa è successo a questo cosiddetto “pentito” ?
Il suo corpo bruciava come se avesse preso il sole.
Era il “virus” che aveva preso.
Ed aveva la febbre, e tutti gli altri sintomi corrispondenti (N.d.T. : secondo il mainstream, ovviamente).

(N.d.T. : Chi sta seguendo da settimane il mio sito) ha già compreso perfettamente la diagnosi di ciò di cui ha sofferto quest’uomo.

“Tutto il mio corpo brucia perché sono stato al sole, ed ho la febbre, e mi sento male.
Non posso nemmeno mangiare”.

È stato irradiato.
Irradiato (N.d.T. : da onde elettromagnetiche provenienti dal 5G, quindi non ionizzanti, o da radiazioni ionizzanti ?).

E si lamentava di non essere stato “vaccinato”.

Senti, bastardo.
Se ti fai vaccinare, è meglio che tu non lo dica (N.d.T. : coglionazzo !).

Ricardo Delgado : Beh, il misuratore che abbiamo visto in vendita, che è il più costoso, arriva fino a 8 GHz (N.d.T.: lo spettro delle frequenze emesse dal 5G può arrivare fino a 300 Ghz).
Non arriva più in alto.

Quindi, Dio solo sa cosa potrebbero irradiare in questo momento !

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Mappa antenne 5G e COVID sovrapposte

Il dottor José Luis Sevillano ha diffuso la teoria ambientale COVID-19 da quando si è reso conto della relazione tra le antenne 5G e i casi che hanno iniziato a comparire nel 2019.

Mappa antenne 5G e COVID sovrapposte
Dove ci sono antenne 4G, 4G Plus, e soprattutto 5G, ci sono casi segnalati come quelli causati dalla SARS-CoV-2…

D’altra parte, come ho già scritto ormai più volte, pure la sottoscritta sin dai primissimi giorni della farsa aveva segnalato questa “particolarità” :

Nel Marzo del 2020 (quindi ormai quasi un anno e mezzo fa), da buona “complottista” quale sono, avevo iniziato a verificare che nelle zone dove si registravano i cosiddetti “focolai” del “virus” esisteva un’alta densità di antenne 5G (bastava sovrapporre le due cartine).

E già il 19 marzo 2020 il Dr. Dietrich Klinghardt sosteneva la assoluta necessità di isolare i pazienti da qualsiasi tipo di campo elettromagnetico, compreso il WiFi e soprattutto il 5G.

Chi ha familiarità con le indagini di Bartomeu Payeras o con i ricercatori del dr. José Luis Sevillano sa già che dove ci sono antenne 4G, 4G Plus, e soprattutto 5G, ci sono casi segnalati come quelli causati dalla SARS-CoV-2 (il cosiddetto “virus truffa”) mai isolato, né purificato, né caratterizzato.

I sintomi delle persone colpite dal COVID-19 sono esattamente gli stessi di quelli causati dalla malattia da radiazioni.

È abbastanza “curioso”, per esempio, che in tutto il Nord Africa, dove non ci sono antenne 5G, non esista COVID.
Tutta un’altra storia se prestiamo attenzione al Sudafrica, dove sono molto diffuse soprattutto nei centri urbani.

Ma se si analizza la questione guardando la logica del tristemente noto “piano Kalergi” (sterminio dei bianchi e loro sostituzione in Europa con popolazioni provenienti dal Nord Africa e dall’Africa nera, così come negli USA con popolazioni hispaniche provenienti dal Centro America) tutto macabramente ha un senso

Ah, già, ma io sono solo una “paranoica complottista“…



Ricardo Delgado : José Luis, diamo un’occhiata alla mappa dell’antenna, visto che qualcuno qui nella chat l’ha chiesta.

L’abbiamo vista molte volte.
Ma guardiamola di nuovo in modo che la gente possa prestare attenzione a qualcosa di importante.
Si tratta del famoso effetto confine COVID-19.

E capirete perfettamente perché.
Vediamo, l’abbiamo qui.

Questa applicazione è una mappa che mostra tutte le antenne 5G quando si fa lo zoom (N.d.T. : invito tutti a verificare di persona – ovunque abitino – all’indirizzo https://www.speedtest.net/ookla-5g-map)


Mappa antenne 5G e COVID sovrapposte


Come vedete, la Spagna è sovrappopolata di antenne.
Per esempio, qui in Andalusia, guardate tutte le antenne.

Anche nella zona di Badajoz.
Qui intorno sono un po’ meno.
I luoghi dove COVID-19 ha il maggiore impatto sono proprio le parti dove si trovano queste antenne.
Vedete?

Se guardate la mappa della Francia, potete vedere qual è la situazione.
La Francia è minata di antenne.
È incredibile (N.d.T. : ed ecco perchè il novello “Ma(ri)cron” Luigi XVI vuole rendere obbligatorio il cosiddetto “green pass”, per poter sterminare meglio, così come Mario “TurboMinkia” Draghi…).


Mappa antenne 5G e COVID sovrapposte


Dr. Sevillano : Ti dico solo che qui (N.d.T. : il Dr. Sevillano risiede in un piccolo centro nel Sud della Francia) c’era una piccola fattoria che non aveva copertura, e volevano mettere un’antenna lì, nel villaggio, per dare copertura ad una sola casa.

Appena una persona si lamenta che il segnale telefonico non la raggiunge, hanno la scusa perfetta per mettere un’antenna 5G.
Quando si tratta di questo, queste persone sono ipersensibili a fornire un servizio al cittadino (N.d.T. : senza contare le “offerte” telefoniche da me ricevute per sostituire “gratis” il router in modo tale da ottenere un servizio “migliore” Diffidare sempre della parole “gratis”, soprattutto quando è associata a “migliore”).

Ricardo Delgado : E una cosa molto importante, José Luis.
Tu sai che il coronavirus ha raggiunto tutte le parti d’Europa.

E l’Europa è tutta piena di antenne, come puoi vedere qui, giusto ?
Italia, Romania, Ungheria…


5G Italy Hungary Romania


Tutti i paesi più colpiti.

Tuttavia, sapete che in Nord Africa, non c’è praticamente COVID-19.
Ma esiste in Sudafrica (N.d.T. : con tanto di “variante”).

Qui è sulla mappa.
E ci sono antenne in Sudafrica.
Vedi ?


Mappa antenne 5G e COVID sovrapposte


Tuttavia, in Nord Africa – stiamo guardando il 5G qui -…
In Nord Africa, se notate, non ci sono praticamente antenne.


Mappa antenne 5G e COVID sovrapposte


In Africa, non esiste “vaccinazione”, tra le altre cose.
Perché non ce n’è bisogno, giusto ?
Visto che lì il COVID-19 è inesistente.

Poi, quando il microbiologo Bartomeu Payeras Cifre ha condotto l’indagine sul famoso effetto frontiera, la gente si è chiesta come fosse possibile che non si sia “diffuso” (N.d.T. : il “virus truffa”) dalla Spagna al Nord Africa nonostante siano vicini.

Se ci sono così tanti casi a Cadice, per esempio, perché non ce ne sono in Marocco ed in altri posti ?
E nel Nord Africa in generale ?

Beh, si vede che non c’è un’infrastruttura tecnologica, nello specifico, di antenne 5G in questo caso.
Ci sono alcune 4G e così via.
Ma ce ne sono molte meno che nei paesi più sviluppati.

Tutti erano preoccupati da morire dicendo :

“Quando il coronavirus avrà raggiunto l’Africa, sarà un caos – soprattutto in Nord Africa – dove le scuole diventano ospedali per curare le persone perché non hanno le risorse e hanno meno servizi medici, e i medici non sono molto qualificati”.

Mappa antenne 5G e COVID sovrapposte
Se il presunto “virus” della versione ufficiale fosse un agente biologico distribuito uniformemente…

Tuttavia, in Nord Africa, non è successo praticamente nulla.
E questo è il motivo.

Ho intenzione di condividere questo (su Telegram)…

Amico, se il presunto “virus” della versione ufficiale fosse un agente biologico distribuito uniformemente, perché allora ha un effetto di confine ?
Questo è quello che abbiamo iniziato a capire fin dall’inizio quando ci siamo resi conto che c’era davvero…

Dr. Sevillano : Che c’era un gatto nel sacco.
Questo è scioccante.

Questa è una delle prime prove che abbiamo visto quando è iniziato tutto, e ci siamo chiesti come fosse possibile.
Ma è choccante.

Impressionante.

Comunque.

Non potevamo crederci (N.d.T. : all’inizio), e molte persone non vogliono crederci (N.d.T. : tuttora nonostante la evidenza dei fatti).
Beh, un giorno capiranno che è tutto vero.

Ma sarà ormai troppo tardi.

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Radiazioni ionizzanti emesse dalle antenne 5G

nihms 1663237 f0001
Accurati misuratori analogici come i contatori Geiger registrano numeri corrispondenti anche a radiazioni ionizzanti…

Qualche giorno fa avevo testualmente affermato :

“Le preoccupazioni relative alle antenne 5G si limitano a pensare ad una radiazione non ionizzante che produce lo stesso quadro clinico di quella del cosiddetto COVID-19, come abbiamo visto ieri.

Tuttavia, accurati misuratori analogici come i contatori Geiger registrano numeri corrispondenti anche a radiazioni ionizzanti.
E pure se non ci sono antenne nelle vicinanze”.

Ecco, alcuni ricercatori indipendenti – persone comuni come noi – hanno fatto questo tipo di ricerche, e poi condiviso i risultati.

Con prove inequivocabili sul fatto che le antenne 5G irradiano onde ionizzanti.

I contatori Geiger infatti “impazziscono” in certe ore del giorno non appena ci si avvicina alle famigerate antenne 5G che non hanno smesso di essere installate in tutto il mondo mentre la “plandemia” avanzava.

Ricordate bene questo particolare, vero ?

E come uso affermare sempre, perchè queste installazioni non si sono mai fermate nemmeno per un giorno durante questa falsa emergenza sanitaria ?
Qual è lo scopo occulto dietro tutto questo ?

Inoltre, ricorderete bene cosa è successo a Wuhan – ed in generale in tutta la Cina – dal novembre 2019 al febbraio 2020.
Perchè appunto in quel periodo sono improvvisamente “sparite” 21 milioni di utenze di telefoni cellulari ?

Perchè secondo le testimonianze locali tutte e sette le società di pompe funebri di Wuhan bruciavano cadaveri 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, verso la fine di gennaio 2020 ?
O forse era novembre 2019 ?

Ricordo che il grado di utenze di cellulari in Cina già allora era altissimo, e che già da tanti anni senza un particolare “green pass sanitario” la gente non poteva uscire nemmeno di casa…tutto questo cosa vi ricorda ?

Inoltre, perchè durante la “falsa pandemia” le autorità in tutti i paesi hanno inscenato la pantomima degli “inceneritori” per i morti a causa dello “sconosciuto e terribile virus” con tanto di tute anti-radiazioni nucleari utilizzate da parte degli operatori sanitari, e soprattutto senza mai fare alcuna autopsia nè alcun funerale ?

Ben presto presenterò un approfondimento su questa terrificante ipotesi : un genocidio perpetrato e voluto dal PCC cinese, molto probabilmente causato da radiazioni ionizzanti gamma.
Ed il timore che vogliano ripetere lo stesso macabro spartito in molti paesi del mondo (particolarmente in Europa e negli USA) diventa ogni giorno che passa sempre di più una paurosa certezza.

Domande che ormai si pongono sempre più persone che si informano sui canali informativi alternativi, come ad esempio può essere questo mio sito web.

Fortunatamente sempre più persone stanno prendendo coscienza dei pericoli che le antenne 5G portano non solo alla nostra salute, ma soprattutto all’ambiente in cui la vita fiorisce.

Ed ora che c’è la prova che le onde elettromagnetiche emesse dalle antenne 5G sono ionizzanti, non c’è più alcun dubbio nell’affermare a voce alta che quello che è conosciuto in tutto il mondo come COVID-19 è il risultato dell’esposizione a radiazioni che dovrebbero essere misurabili solo nelle centrali nucleari o nelle camere a raggi X.

Se ne avete i mezzi, è una buona idea procurarsi uno di questi contatori per iniziare a registrare le prove che siamo irradiati giornalmente.
I contatori Geiger sono analogici e soprattutto sono molto precisi nelle misurazioni degli impulsi elettromagnetici.


Radiazioni ionizzanti emesse dalle antenne 5G
E’ possibile che la radiazione non ionizzante si trasformi, in linea di principio, dalla telefonia in qualcosa di molto vicino alla radiazione ionizzante…

Ricardo Delgado : Guardiamo un video perché è possibile che la radiazione non ionizzante si trasformi, in linea di principio, dalla telefonia in qualcosa di molto vicino alla radiazione ionizzante.

Mettendola già sulla scala dei THz.
Dato che abbiamo visto che (il grafene) ha questa capacità in base a diversi articoli scientifici che abbiamo analizzato.

Poi un nostro amico, assiduo frequentatore de La Quinta Columna, come sapete, ha un contatore Geiger.

Uno di quelli che risalgono alla della seconda guerra mondiale.
Ed abbiamo anche guardato alcuni in vendita, per vedere se possiamo acquistarne uno anche noi.

Ovviamente, questi dispositivi dovrebbero “suonare” vicino a una centrale nucleare.
Qui, in Spagna (N.d.T. : ed in qualsiasi altro posto del mondo che non sia stato contaminato da radiazioni nucleari, come ad esempio la tristemente nota Chernobyl), non ci sarebbe nessun altro posto dove questo dispositivo rileverebbe le radiazioni.

Tuttavia, il nostro amico ha rilevato quanto segue.
Guardiamo ora il video.

Uomo : Misurazione.
Bene, qui sto misurando.

Sono già le 8:30 del mattino.
Mi dispiace, sono le 7:45 del mattino.

Sono le 7:45 del mattino.
7:43.

Il sole sta sorgendo.
Il sole sta brillando.
E la radiazione è di nuovo in aumento rispetto all’ultima misurazione che ho fatto alle 6:45.

Salve, buongiorno.
Bene, sono un po’ dopo le 13:00, e come vedete, come potete vedere in questo momento, il contatore Geiger non si sta muovendo.

Sta funzionando, e si sente a malapena rilevare un piccolo impulso occasionale.

Vediamo.
L’ago sembra muoversi un po’.
Questo significa che c’è irradiazione.
Ed è mezzogiorno.

Quindi questo video, questa prova, è importante perché sembra che ci sia una “volontà” che non è ambientale.

Ma c’è una volontà di attivare o disattivare le radiazioni ionizzanti.
Pertanto, potrebbe esserci un controllo dietro tutto questo.

Vi dico che siamo a mezzogiorno, fa caldo.
Siamo ancora con la beata foschia (N.d.T. : quella causata dalle cosiddette “innocue velature” di cui giornalmente parlano i notiziari meteo), questa che ci hanno gettato addosso (chemtrails), ma il dispositivo non rileva le radiazioni.

Ricardo Delgado : Bene, per la persona che ha chiesto nella chat qual è il limite delle radiazioni elettromagnetiche ionizzanti che questo dispositivo rileva : nessuno.
Non ce ne dovrebbero essere.

Ok ?

Uomo : Ho pensato che sarebbe stato interessante rimanere qui per un po’.
Come puoi vedere, in questo punto è presente un’antenna 5G.
Quella è l’antenna che ci dà tanti problemi in questa zona.
Ed è fedelmente riflessa insieme al funzionamento del contatore Geiger.

E il contatore Geiger sta rilevando di nuovo le radiazioni.
Lo sta facendo a un livello molto più basso di quello di questa mattina.

Ma, beh… Questo può aiutarci a riconoscere, un po’, il modello e pensare all’ipotesi dell’origine.

Radiazioni ionizzanti emesse dalle antenne 5G
Quando le onde entrano nella scala THz – all’interno dello spettro elettromagnetico vicino all’infrarosso – si chiamano Beta e Gamma. Cioè, molto simili alle varianti di cui si parla….

Ricardo Delgado : Cosa possiamo dire di questo, José Luis ?
Quel dispositivo dovrebbe… Nell’unico caso, dovrebbe segnare, come ho detto prima, vicino a una centrale nucleare.
O, per esempio, anche in una sala di ospedale dove si effettuano radiografie.
Dovrebbe scattare anche perché rileva radiazioni ionizzanti.

Dr. Sevillano :
Sì.
Quando la macchina è in funzione.

Ma dai, non dovrebbe esserci questo.
Ed hai visto il dispositivo quando ci si avvicina alla torre (N.d.T. : dell’antenna 5G) ?

Ricardo Delgado : Certo.

Dr. Sevillano : Si può vedere come gli impulsi stimolano l’ago e il dispositivo.
Cioè, non è solo non ionizzante.

C’è qualcosa nell’ambiente, o c’è qualcosa che viene emesso da lì.
O c’è qualcosa nell’ambiente che sta pericolosamente moltiplicando le energie, l’energia delle onde fino alla gamma di ionizzazione.

Questo rompe gli elettroni.

Questo distrugge i tessuti.

Ricardo Delgado : Precisamente, si chiamano radiazioni Beta e Gamma.

(N.d.T. : In fisica nucleare la radiazione beta è una particella con carica negativa o positiva ed una massa pari a quella dell’elettrone.

Questa particella ha origine durante il processo di decadimento beta.

Mentre i raggi gamma sono le radiazioni elettromagnetiche prodotte dal decadimento radioattivo dei nuclei atomici.

Sono delle radiazioni a frequenza molto alta e sono tra le più pericolose per l’uomo, come tutte le radiazioni ionizzanti.

La loro pericolosità deriva dal fatto che sono onde ad alta energia capaci di danneggiare irrimediabilmente le molecole che compongono le cellule, portandole a sviluppare mutazioni genetiche od addirittura a morte).

Quando le onde entrano nella scala THz – all’interno dello spettro elettromagnetico vicino all’infrarosso – si chiamano Beta e Gamma.
Cioè, molto simili alle varianti di cui si parla.

Dr. Sevillano : Sì.
Proprio come le varianti.

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Radiazioni ionizzanti nell’ambiente intorno a noi

Radiazioni ionizzanti nell'ambiente intorno a noi
Nel mio caso si tratta di una convinzione assoluta, mi espongo personalmente a riguardo…

Nuove misurazioni effettuate con contatori Geiger analogici hanno ancora una volta rilevato radiazioni ionizzanti nell’ambiente.

Tutto questo continua a rafforzare sempre di più le ipotesi sulla vera origine della malattia conosciuta come COVID-19.

A riguardo, sono allo studio diverse teorie.

Si suppone (almeno in teoria) che un’antenna 5G non possa emettere radiazioni ionizzanti.

Eppure i contatori Geiger rivelano che queste antenne sono vere e proprie armi con cui si sta ammalando ed uccidendo la popolazione mondiale sotto le sembianze di un virus che non è mai stato isolato, purificato o caratterizzato.

Tra le teorie che sono state avanzate, c’è la possibilità che il grafene nell’ambiente – diffuso tramite chemtrails, le famigerate scie chimiche – venga stimolato dalle onde non ionizzanti emesse dalle antenne 5G.

Così come la possibilità che le stesse antenne 5G abbiano piastre in grafene, od in ogni caso sia presente qualcosa nella loro struttura che riesce a moltiplicare il segnale da loro emesso portandolo fino ad una gamma di ionizzazione.

Questa è una preoccupazione reale.
Non si tratta più solo di grafene o di persone magnetiche.

Stiamo rilevando che quasi tutto è magnetico.
Ma nemmeno nella peggiore pellicole di un film di fantascienza è stato proposto un mondo in cui ad un certo punto onde di tipo ionizzante potevano essere misurate nella vita di tutti i giorni.

In questo modo la popolazione mondiale può essere letteralmente irradiata in ogni momento.
Ed in questo modo si ammala.
Ma in molti, ancora troppi, ancora ritengono erroneamente che la causa sia un virus di cui nessuno (ovviamente) ha mai provato l’esistenza (e non potrà mai essere provata, altrettanto ovviamente).

Chiunque possieda un contatore Geiger analogico dovrebbe iniziare prima a registrare i segnali ricevuti e poi condividere i loro video con le misurazioni effettuate.
Senza dimenticare di menzionare il luogo, il giorno e l’ora in cui questi video vengono registrati.

La mia intenzione è di creare un canale Telegram italiano, inoltre posso fornire l’hosting su cui caricare i video spediti (in forma anonima ovviamente).

Tutto questo è davvero urgente.
Stiamo parlando di radiazioni ionizzanti.

Un tipo di radiazione che dovrebbe essere rilevata solo nelle camere a raggi X o nelle centrali nucleari.
Questa gente vuole trasformare il mondo in un ambiente post-atomico tipo quello di Chernobyl.


Radiazioni ionizzanti nell'ambiente intorno a noi
Alcune persone stanno compiendo misurazioni con i contatori Geiger, che misurano le radiazioni ionizzanti…

Ricardo Delgado : Beh, ci sono… Ricordate, alcune persone stanno compiendo misurazioni con i contatori Geiger, che misurano le radiazioni ionizzanti.
Ed abbiamo avuto di nuovo una sorpresa.

Diamo un’occhiata a questo video.
Questo qui.

Signori, stiamo rilevando enormi impulsi con un rilevatore.
Vedete ?
Questi sono impulsi che sono fuori portata (N.d.T. : addirittura vanno fuori scala del contatore Geiger !).

È incredibile.
Vedete ?

Nell’indicatore, potete vedere che l’ago si ferma un po’, ma quando pulsa di nuovo, va nella zona rossa.

Lì vedete come l’ago va al massimo e va fuori portata.

Amico, qui ci stanno bruciando vivi.
Avevo questo misuratore di radiazioni in magazzino.

L’ho comprato, almeno, una ventina di anni fa, ok ?
Ed era calibrato perché un tecnico lo aveva calibrato per me.

E questo misura gli impulsi che ci vengono lanciati addosso (N.d.T. : giornalmente ad orari specifici), ok ?
Bene, eccolo qui.

Donna : Che giorno è oggi ?
11 agosto 2021.

Uomo : Guarda.
Wow !
Un altro molto potente.

Oh, mio Dio !
Questo è davvero brutale !
E stanno irradiando tutto il tempo.

Cioè, ci stanno davvero mandando radiazioni ionizzanti.
Forza, un saluto.

Ricardo Delgado : Questo è interessante da prendere in considerazione perché stiamo parlando di radiazioni ionizzanti.

Probabilmente, forse, utilizzando il grafene come un amplificatore per rendere una frequenza ridotta diventare qualcosa di più amplificato.
Ma se questo è confermato, penso che ci sarebbero elementi facili per stabilire una prova di tutto questo.

Perché questo è molto tangibile.
Anche se, ad oggi, già sappiamo quali sono le loro reali intenzioni (N.d.T. : sterminarci tutti con radiazioni ionizzanti).

Dr. Sevillano : Certamente.
Questo è esattamente il problema.

Qualcuno direbbe : “E se cercassimo un esperto ?”

Certo, cercate un esperto che faccia le misurazioni davanti alle antenne – come mi ha consigliato qualcuno – e sottovoce (N.d.T. : senza pubblicizzarlo con nessuno).

Prendi nota del giorno, del luogo, dell’ora, delle condizioni, delle persone che denunciano.
Consegnatelo a qualcuno che se ne intende.

Radiazioni ionizzanti nell'ambiente intorno a noi
Certo, si possono fare denunce, non dico che non si possa, ma alla fine si scoprirà che lo Stato è al servizio di tutta questa gente che ci irradia…

E poi fai una denuncia.
Ma dove si andrà a parare ?

Certo, si possono fare denunce, non dico che non si possa, ma alla fine si scoprirà che lo Stato è al servizio di tutta questa gente (che ci irradia) (N.d.T.: purtroppo questo genocidio è perpetrato con la totale collaborazione delle istituzioni politiche mondiali).

Vi dico che la nostra analisi di tutta la problematica ha colpito nel segno.
Ecco qui.
Ci stanno irradiando, Ricardo.
Non è solo una questione di grafene.

Ci stanno irradiando, il che conferma tutto quello che abbiamo detto in questi programmi.
Gli impulsi nei contatori Geiger, eccoli.
Impulsi di radiazioni ionizzanti.

Quindi, questo combacia perfettamente con l’articolo del Canada che parlava di danni simili tra una COVID e una sindrome acuta da radiazioni (N.d.T. : in realtà l’articolo è stato scritto da un team di ricercatori di Rocksville, Maryland, quindi USA, ma il concetto non cambia nemmeno di un millimetro…).
Se veniamo irradiati con onde ionizzanti, si verifica lo stesso danno.

Anche se potrebbe essersi già verificato con quello non ionizzante.
Sapendo come “pulsare”, sanno già a priori come agire.

Pulsare.
Se, inoltre, sono abbastanza energetiche, ovviamente il danno è lo stesso di qualsiasi malattia provocata da radiazioni (N.d.T. : nucleari).
Sono esattamente gli stessi sintomi.

Quindi dobbiamo condividere le informazioni come abbiamo fatto con il grafene, in modo che la gente lo sappia.

E mandarla a Jeff Peters (N.d.T. : Il dr. Sevillano sta parlando di Stew Peters di Red Voice Media), questo…

Come si chiama questo tizio ?
Ed al dr. Ruby.
Forniscile questi video e dimostrale che ci stanno irradiando, amico.
Dillo agli americani.

Manda il messaggio che non abbiamo solo la carne, i conigli, le braccia, e tutto ciò che è magnetico, compresa quella macchina coperta di polvere magnetica.
Non è solo quello.

È che ci stanno esponendo a radiazioni ionizzanti ad impulsi.

Fateglielo sapere !
Perché non servirà a niente andare dal notaio a sporgere denuncia.
Non funzionerà affatto.

Naturalmente, qualunque cosa si dica in piccoli gruppi privati, l’informazione poi si diffonderà ovunque.
E grazie ai social network, può raggiungere ogni luogo del globo immediatamente.

E se si danno informazioni molto semplici e chiare – come quelle delle braccia magnetiche – la gente ne viene immediatamente a conoscenza.

Oppure provate a procurarvi un contatore di questo tipo.

Quasi tutti gli americani hanno questi contatori, sapete ?
Perché hanno vissuto sotto la minaccia di una guerra nucleare per quasi 60 anni.

Quindi, dato che la maggior parte della gente non possiede un rifugio nucleare anti-atomico, hanno un dispositivo per rilevare cosa c’è nell’ambiente.
Quindi, lo rileveranno rapidamente.

Chiediamo loro di tenere d’occhio i livelli e guardare se sta registrando impulsi ovunque, come qui (N.d.T. : in Spagna).
E questo crea lo stesso livello di consapevolezza (N.d.T. : e la consapevolezza deriva dalla conoscenza) del grafene e delle braccia magnetiche.

In questo modo, l’intero pianeta saprà che ci stanno facendo questo.
Così facendo, salveremo molta gente.

Radiazioni ionizzanti nell'ambiente intorno a noi
Le onde COVID corrispondono, perfettamente, al nostro modo di vedere la malattia…

Perché chi ha ancora dei dubbi (N.d.T. : purtroppo ce ne sono ancora tanti) su farsi “vaccinare” o no, quando vedrà che li stanno uccidendo con le radiazioni ionizzanti dirà : “Che cos’è questo ?”

Non si tratta più di conigli o di tè magnetico.

Si tratta del fatto che ci stanno davvero irradiando.

Prima abbiamo detto che le antenne 5G provocavano danni.

Poi, abbiamo scoperto che esiste il fenomeno delle braccia magnetiche.

Successivamente abbiamo verificato come il grafene moltiplichi i segnali elettromagnetici ad intervalli quasi ionizzanti.

Ed ora abbiamo scoperto che esistono radiazioni ionizzanti.
Le onde COVID corrispondono, perfettamente, al nostro modo di vedere la malattia.

Queste persone possono creare onde elettromagnetiche quando vogliono.
E come abbiamo detto che le creano, Ricardo ?
Tramite campi elettromagnetici.

Ricardo Delgado : Elettromagnetici, sì.

Dr. Sevillano : Ma se oltre a tutto questo stanno irradiando radiazioni ionizzanti, e le persone hanno il grafene nel loro corpo (N.d.T. : soprattutto quelle che si sono “grafenate” tramite “vaccino”), beh…Sono campi elettromagnetici più o meno potenti, sia che lo facciano con il grafene o con qualcosa nell’atmosfera come i metalli pesanti (N.d.T. : tramite chemtrails, o scie chimiche in italiano…).

Sia che mandino i segnali dall’alto e non sappiamo dove o da molto lontano.
Il punto è che sia i danni provocati che le onde sono entrambi creati da campi elettromagnetici.

E, per di più, in una gamma che non ci aspettavamo (N.d.T. : ricordo che questi sono arrivati ad emettere raggi gamma ionizzanti).
Non me lo aspettavo, eh ?
Non mi aspettavo campi ionizzanti.

Ma eccoli lì.
Quindi tutto questo coincide perfettamente con l’articolo – che se non avete, ve lo mando – proveniente dal Canada.
Così puoi condividerlo di nuovo sul…

Ricardo Delgado : Sul canale ufficiale Telegram.

Dr. Sevillano : Sì. In modo che la gente possa vedere che l’articolo non è di ieri.
È di un po’ di tempo fa.

Ed il danno è esattamente quello e corrisponde a quello che stiamo vedendo ora.
Non ci è mai passato per la mente prima che potessero irradiare con qualcosa di ionizzante.

Eccolo qua.

Ricardo Delgado : Quello che farò è contattare tutte le persone che possiedono un contatore Geiger.
Mandate dei video.

Inoltre, menzionare l’ora e la zona in cui queste persone che potrebbero avere questo dispositivo stanno misurando.
Saranno molto pochi perché questo dispositivo non è così facile da ottenere.

Di solito sono oggetti da collezione o pezzi che la gente ha per un motivo particolare.

Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker



Livelli di radiazioni ionizzanti più alti quando piove

Già da tempo, grazie all’analisi dell’acqua piovana effettuata dal Dr. Cabezas e dagli studi scientifici nel frattempo pubblicati, è stato dimostrato che dopo le irrorazioni di chemtrails, l’ambiente diventa carico di ossido di grafene e metalli pesanti che rendono possibile la moltiplicazione dei segnali emessi dalle antenne 5G.

Questo è il motivo per cui i contatori Geiger rilevano radiazioni ionizzanti e questa è la vera spiegazione che sta dietro le cosiddette varianti e onde.

Siamo nel bel mezzo di un attacco multifattoriale in cui il cosiddetto “vaccino” in combinazione con il grafene ambientale e le radiazioni emesse dalle famose antenne scatenano la sindrome da radiazioni acute, cioè la cosiddetta COVID.

Un concetto che non mi stancherò mai di reitarare in tutti i modi.


Livelli di radiazioni ionizzanti più alti quando piove
Siamo nel bel mezzo di un attacco multifattoriale in cui il cosiddetto “vaccino” in combinazione con il grafene ambientale e le radiazioni emesse dalle famose antenne scatenano la sindrome da radiazioni acute, cioè la cosiddetta COVID…

Ricardo Delgado : Per prima cosa, facciamo vedere il video della misurazione delle radiazioni ionizzanti quando piove.

È molto più alto del normale, di quello che abbiamo misurato.

Vediamo, ho qui questo video.
Eccolo qui.

Beh, bisogna dire che è sulla scala r/h.
La scala r/h è la più bassa, e dovrebbe avere meno spazio di movimento.

Se lo mettete sulla scala r/h, vedreste l’ago saturato alla fine, sulla destra.
L’ago sarebbe in questo punto.
Tuttavia, già sulla scala r/h, si misurano degli impulsi considerevoli.

E questa persona sta cercando di stabilire dei modelli di misurazione per capire quando sono presenti le maggiori radiazioni ionizzanti.

Sta notando che quando c’è la pioggia, quando appaiono “quelle” nuvole (N.d.T. : quelle provocate tramite chemtrails e molto probabilmente anche nuvole chimiche prodotte dall’effetto dell’evaporazione di acqua/fertilizzanti/fitosanitari/additivi alimentari e grafene), allora la radiazione è più fulminante.

Sta suonando di nuovo.
Sta grandinando.

Bene, lì si possono vedere impulsi significativi perché stiamo parlando di radiazioni ionizzanti.

Uomo : L’ho già detto.
La pioggia è salute (N.d.T. : frase ironica…)

Ricardo Delgado : Ed un significativo carico di radiazioni.
Devi ricordare che le radiazioni vengono assorbite.

Vengono assorbite ed hanno un effetto cumulativo.
Quindi nel corso della nostra vita assorbiremo una certa quantità di radiazioni, anche ultraviolette.

Ma se stiamo ricevendo quella quantità (N.d.T. : di radiazioni), allora ovviamente questo finirà con il minare la nostra salute.

Questa sarà una delle conseguenze dell’aumento vertiginoso dei casi di cancro nel 2022, come già ci è stato annunciato (N.d.T. : come già ad esempio sapevano che nel 2020 sarebbero aumentati vertiginosamente i casi di depressione della gente, che strano…)

A parte il fatto che non c’è stata o non c’è stata abbastanza diagnosi precoce del cancro perché la “crisi sanitaria” non l’ha permesso.
A parte questo, se si sta irradiando in quel modo, allora la gente si ammalerà di cancro, tra le altre cose, ovviamente.

Livelli di radiazioni ionizzanti più alti quando piove
Notare come il simbolo (stilizzato o meno, poco importa) delle radiazioni ionizzanti stilizzi l’esagono (della morte), simbolo anche del grafene…

Jorge Osorio (Dirección Correcta) : Spaventoso.

Davvero spaventoso.
Continui, dottore.

Dr. José Luis Sevillano : Volevo aggiungere che occorre anche considerare la scala di misurazione utilizzata.
In condizioni normali l’ago non dovrebbe muoversi, invece difficilmente il contatore Geiger si spegne e non rileva nulla.

Da zero dovrebbe muoversi molto poco.

Invece abbiamo visto fin dove arrivano gli impulsi.

Potete vedere che quando piove – e l’ago ha misurato gli impulsi in molti luoghi – su quella scala, si stacca raramente.
Sull’altra – sulla scala mR/h – si attacca al massimo e va dall’altra parte della scala.

Naturalmente, se si spostano le misure su una scala più grande, allora gli impulsi non sembrano così evidenti sul display, ma sono in una quantità che non dovrebbero mai essere misurati.

Ma quando piove, comincia a rilevare degli impulsi che raggiungono quasi la metà della tavola di misurazione.
In altre parole, la pioggia moltiplica i segnali.



Antenne 5G sul tetto degli edifici : misurate radiazioni ionizzanti

Altre registrazioni di misurazioni tramite contatore Geiger di radiazioni ionizzanti misurate nei pressi delle antenne 5G sono state rilevate.

E’ interessante notare che le tutti questi rilevamenti sono stati effettuati da una persona comune come noi (Pedro è il suo nome) che sta girando diverse parti della Spagna per dimostrare che la popolazione è esposta a onde altamente nocive per la salute.

Gradualmente più persone cominciano a unirsi alla causa.
Ed anche in Italia gradualmente molti stanno diventando consapevoli del mondo distopico creato ad arte dai media che pretendono di convincerci riguardo le loro menzogne senza alcun fondamento nè scientifico, nè empirico.



Antenne 5G sul tetto degli edifici : misurate radiazioni ionizzanti
Uno di quelli che consigliavamo era il CDV-715 1A. ..

Ricardo Delgado : Nessun audio.

Dr. José Luis Sevillano : Wow !
È arrivato a 5, eh ?
Ora 1.
Da 0 a 1.

Ricardo Delgado : Questo è tutto.

Quest’uomo sta facendo molte, molte misure.
Credo che il suo nome sia Pedro, vero ?

Dr. José Luis Sevillano : Sì.

Ricardo Delgado : Bene, sta registrando tutto.
Ha fatto una copia del protocollo che abbiamo condiviso.

Ha scritto anche la zona esatta in cui si trova.
Bene, questo è un bene.

Ora, proprio oggi, lunedì, all’inizio della settimana, parecchie persone hanno ricevuto – mi hanno informato via email – la misura…
No…il contatore stesso.

Uno di quelli che consigliavamo era il CDV-715 1A.
Ricordo che era quello giallo, che è lo stesso che ti è stato inviato.

Ho anche il manuale, ed è necessario studiarlo per la calibrazione del contatore.

Tuttavia, sto dicendo che indipendentemente dalla calibrazione – che è come quando si punta il mirino di un fucile da caccia – il dispositivo non dovrebbe registrare nulla.

Non importa cosa.
L’ago non dovrebbe muoversi.
Eppure ci sono state misurazioni elevate.

Anche in scale sempre più alte perché quelle più basse sono quasi sempre sature.



Altre misurazioni di radiazioni ionizzanti rilevate in Spagna

Nuovi video di misurazioni di onde ionizzanti tramite contatori Geiger analogici stanno dimostrando in modo inequivocabile che la popolazione viene irradiata in diverse regioni della Spagna (e personalmente ho il sospetto che la stessa cosa stia succedendo pure in Italia).


Altre misurazioni di radiazioni ionizzanti
Misurazioni con i contatori Geiger, che rilevano radiazioni ionizzanti…

Ricardo Delgado : Parleremo delle radiazioni ionizzanti e mostreremo alcuni esempi di ciò che stiamo raccogliendo, José Luis.
Dal momento che ci hanno inviato alcuni video.
Come hai detto tu, misurazioni con i contatori Geiger, che rilevano radiazioni ionizzanti.
E questi sono i risultati che stiamo trovando.

Uomo : Sono sull’autostrada che va da Alicante, da Elche…

Ricardo Delgado : Beh, in linea di principio, è in mezzo al nulla.
Non è in un centro urbano.

Questo posto non è circondato dalle famose antenne 5G, 4G, 4G Plus, ecc.
O da nessuna di quelle che abbiamo qui intorno.

Uomo : …ad Albacete.
Quello è un distributore di benzina, una stazione di servizio.

Io… Non sono ancora arrivato…
Non sono ancora arrivato a Monforte del Cid.
La prossima città è Monforte del Cid.

Ricardo Delgado : Ok.
Quando l’ago raggiunge l’estremità estrema, a 2,5 mR/hr, è perché la radiazione sta effettivamente uscendo dalla scala.
E devi passare a R/hr affinchè sia possibile iniziare a misurare realmente la radiazione.
Ce n’è un altro.

C’è un altro video.
Ce ne sono diversi della stessa persona.

Dr. Sevillano : Mi trovo nella zona di Crevillente.
Vicino all’entrata della A-7 a Crevillente.
Questo è il Polígono Industrial I8.
Lì c’è scritto Carrer IBI.

Lì c’è la ditta di porte Luvipol.

Ricardo Delgado : Bene, questo è per avere un’idea del luogo dove ha fatto questo.
Dove sta facendo le misurazioni.

La cosa interessante, o meglio, la cosa inquietante è che questo tipo di dispositivo, il contatore Geiger, misura già le radiazioni ionizzanti, quelle più nocive.
Questo contatore non dovrebbe mostrare nessun tipo di misurazione di radiazione.
Dovrebbe essere a zero.
Eppure sta rilevando degli impulsi.

Dr. Sevillano : Ecco perché questo deve essere fatto.

Quello che fa quest’uomo.
Va in giro a misurare tutto quello che può.

Altre misurazioni di radiazioni ionizzanti
È così che ci ammaliamo…

Va a misurare lontano da dove vive.
Fa quello che può per far capire alla gente che non si tratta di un luogo in particolare.

Stanno irradiando in molti parti del paese.
Quindi più di questi dispositivi abbiamo e più questi video circolano, più possibilità abbiamo di scoprire dove ci sono le radiazioni.

Perché è proprio in questo modo che ci fanno ammalare.
È così che ci ammaliamo.

Ecco come.
Radiazioni ionizzanti e nuvole (N.d.T. : create artificialmente tramite chemtrails)

Ecco cosa ci fa ammalare in questo momento in modo serio.
E quando arriverà la prossima “ondata”, ricordatevi dell’Hum, perché quel suono significa che stanno usando anche le cosiddette antenne geoclimatiche combinate con o senza nuvole chimiche.

In questo modo, fanno ammalare la gente di COVID.

Ricardo Delgado : Mostreremo altri tre video di questo signore che sta facendo misurazioni in diverse parti del paese.

Uomo : Beh, ho fatto altre misurazioni.

Ricardo Delgado : Faremo video come questo.

Uomo : A questo punto del chilometro e guardate cosa registra il dispositivo.

Ricardo Delgado : Per quanto riguarda la questione della calibrazione, anche se un dispositivo non fosse calibrato – quello del video lo era, il proprietario ha utilizzato per farlo il manuale di istruzioni – quello che succederebbe se non fosse calibrato sarebbe che, di conseguenza, l’ago misurerebbe un valore un po’ più basso od un po’ più alto.

Ma in ogni caso il dispositivo rimarrebbe sempre all’interno dello spettro delle onde ionizzanti.
Un qualcosa che non dovrebbe mai accadere.

Guardiamo un altro video.

Uomo : Sono in una stazione di servizio, a circa 30 chilometri, più o meno, da Valencia.
Ho dovuto cambiare la scala.

Ricardo Delgado : L’ha cambiata in R/hr.

Uomo : L’intensità (N.d.T. : delle radiazioni ionizzanti) è molto alta.
È molto alta qui.
Molto simile a…

Altre misurazioni di radiazioni ionizzanti
Radiazioni ionizzanti….

Ricardo Delgado : Oh, guarda un po’.

Diamine!
Santa madre di Dio!

Uomo : ho dovuto utilizzare una scala più alta.
A quella sottostante, che va da 0 a 1 R/h. Uh…
Beh, c’è la misurazione in questo punto.

Ricardo Delgado : La scala inferiore è quella che è in R/hr.
Bene, e vediamo anche l’ultima che abbiamo qui.

Uomo : Bene.
Centro Penitenziario Fontanars.
Qui l’ago è saturo.
Devo cambiare la scala.
Ah, no… Si vede. Sì, si vede.

Ricardo Delgado : E l’ultima.
Questa è una misurazione con un altro dispositivo.

Uno simile a quelli che abbiamo suggerito di utilizzare.
Questa è un’altra misurazione.

A Santander.
Mi sembra di ricordare che l’hanno inviato da Santander.

È questo qui. Non ha suono. Questo misuratore misura direttamente in R/h.
Ecco perché l’impulso appare minore.

Se fosse in mR/hr sarebbe più grande…

Dr. Sevillano : Ma si può vedere che raggiunge 1 R/hr.
È come se stesse saturando la scala dell’altro dispositivo, quello che era sopra nello stesso momento.
Il mR/hr. È la stessa cosa.

Ricardo Delgado : Giusto, infatti.
Se fosse misurato in mR/hr, sembrerebbe fuori banda in questo momento,

Dr. Sevillano : Esattamente. E questo è a Santander, nel nord.
L’altro è sulla costa di Levante.

Vedete che stanno irradiando ovunque ?
Vediamo se arrivano altri video e otteniamo misure da più posti.

Ricardo Delgado : Ripetiamo, radiazioni ionizzanti.

Dr. Sevillano : Ionizzanti.

Ricardo Delgado: Lo inoltro un po’.
Notate ora dove è stato posizionato l’ago.
Sopra la 1 e vicino alla 2.

Dr. Sevillano : Dio…

Ricardo Delgado : E’ preoccupante.

Dr. Sevillano : Abbiamo…

Ricardo Delgado : Abbiamo del lavoro da fare.

Dr. Sevillano: Abbiamo del lavoro da fare perché questo…
Questo è…
Questa è una nuova scommessa per vedere se possiamo fermare tutto questo.



Hum e COVID, strana coincidenza o verità dei fatti ?

Negli ultimi post ho citato il fenomeno del cosiddetto Hum.

Fino a poche settimane fa, era citato fra i cosiddetti fenomeni “paranormali”.

Oggi invece abbiamo compreso che questo “ronzio” persistente è un suono generato dalle antenne geoclimatiche con cui si sta irradiando l’intero pianeta.
E’ interessante anche notare che la percezione di un suono dell’Hum coincide con l’inizio di una nuova onda di COVID, proprio come nel 2020.



Ricardo Delgado : E ora che hai menzionato il fenomeno Hum, il famoso Hum misterioso che la gente non sapeva da dove provenisse.
In particolare, in un paese qui a Siviglia – che appartiene all’Aljarafe, Almensilla – l’Hum veniva percepito chiaramente di notte.
Stiamo per vederlo (N.d.T. : il filmato che ho messo sopra anche per semplicità).

Fate molta attenzione.
Non so come sarà l’audio.

Se necessario, usate le cuffie.
Non è ancora iniziato.

Ora.

Questa persona è, precisamente, di Ciudad Real.
Da Daimiel, che è dove si trova tutta la galleria di antenne.

Dr. Sevillano : Solana e Alcázar sono quelli che dipendono dalla stazione Manzanares.
Quelle stanno irradiando ogni giorno.

Ricardo Delgado : Beh, è stato interessante come molte persone lo abbiano sentito.
Potete trovare questo video sul canale Telegram.
Alcune persone stanno tenendo d’occhio questo strano rumore, questo Hum non localizzabile.

Non si sa da dove venga esattamente.
Ma coincide con le ormai “famose” onde elettromagnetiche perché è stato sentito soprattutto anche nei primi mesi del 2020.

Dr. Sevillano : E stiamo già imparando cose, amici, usando le nostre piccole teste.
Perché se aspettate che quel Carballo (N.d.T. : noto disinformatore iberico) vi spieghi cos’è Hum…
Ha !

O quel tizio Iker (N.d.T. : altro disinformatore), che parla del mistero dell’Hum e bla, bla.

Ecco la spiegazione.

Il mistero dell’Hum coincide con il COVID e le onde elettromagnetiche correlate ed irradiate dalle antenne.
Qui l’abbiamo scoperto.

Ricardo Delgado : L’ha chiamato…Per spiegarlo, gli hanno dato un nome tecnico – questa gente è specializzata in questo (N.d.T. : tipo il grafene “cavallo di Troia” di ByoBlu, tecnica ben nota dei cosiddetti “dissidenti controllati”…) – e lui lo ha chiamato “skyquake”.
Una specie di terremoto, ma nel cielo.
Creato da correnti d’aria che, scontrandosi, causavano il rumore.

Hum e COVID
Ci saranno nuvole chimiche ed antenne allo stesso tempo…

Dr. Sevillano : Se indaghiamo sulla parola “skyquake”, scopriremo quando ci irradiavano.
In quali momenti si verificavano.
Soprattutto nell’ultimo anno.
Quindi si vede che stiamo scoprendo tutto questo.

E lo sappiamo già, quindi non siamo più così indifesi, giusto ?
Perché lo sappiamo già.
Non saremo presi alla sprovvista.

Sappiamo già che quando suona, molto probabilmente, è perché stanno usando le antenne meteorologiche per generare qualcosa di strano, che è, probabilmente, la emissione delle “famose” onde.

Probabilmente stanno già preparando i danni.
E quando penseranno che sarà il momento di spazzare via tutto (N.d.T. : Ottobre 2021 ?), ci saranno nuvole chimiche ed antenne allo stesso tempo.

Ed a quel punto la gente comincerà ad ammalarsi.
Dopo aver già preparato il terreno, basta avere quei due elementi lì, ed è tutto ciò di cui hanno bisogno per completare l’opera (N.d.T. : di sterminio).

La gente si sta già ammalando.

Non dimenticare che stanno già facendo ammalare la gente.
Lo stanno già facendo.



Moltiplicatori viventi di frequenze ?

Moltiplicatori viventi di frequenze
Mattarella e Draghi devono finire in carcere a vita per genocidio nei confronti dello stato italiano…ma quando la maggioranza della gente se ne accorgerà purtroppo probabilmente sarà troppo tardi….

Come ho spiegato nel post dello scorso sabato è possibile in questo momento già iniziare ad affermare che l’ossido di grafene non solo renda gli inoculati più suscettibili alle elettrofrequenze, ma purtroppo li trasformi anche in moltiplicatori viventi di frequenze.

Quindi i cosiddetti “vaccinati” a loro volta potrebbero (una ipotesi tuttora allo studio, ma che è già supportata da alcuni fatti concreti) irradiare le persone non “vaccinate”.

Riguardo l’Italia in particolare, purtroppo – come già segnalato a Luglio dell’anno scorso – è il paese mondiale che sin dal 2016 è utilizzato come “cavia” del progetto mondiale sponsorizzato da Bill Gates e dall’OMS.

Naturalmente il (corrotto) governo lo sa benissimo, ed è questo il motivo per cui ci stanno spingendo verso questo obbligo di “avvelenamento” collettivo.

Le più alte cariche dello stato stanno calpestando non solo la costituzione, ma soprattutto la dignità umana.
Tutti in silenzio, senza fiatare.

Nessuna parola di dissenso dalla totalità dei media corrotti.
La magistratura paralizzata.

E’ necessario quindi reagire al più presto.
Riappropriandoci dei veri valori della umanità.


Dr. Sevillano : Questo spiegherebbe l’immagine dei cinesi che sono stati arrostiti, quelli che sono stati abbrustoliti.
Gli uomini “marroni” (N.d.T. : come se fossero stati investiti improvvisamente da una potente irradiazione ionizzante).

Sono stati irradiati da una fonte esterna.
È stato il segnale delle antenne (N.d.T. : ovviamente 5G) di Wuhan che li ha arrostiti.

(N.d.T. : Sono due mesi che ho spiegato come proprio questo sia stato possibile, e soprattutto il tremendo sospetto che il governo cinese abbia ucciso qualcosa di 21 milioni di cinesi in un colpo solo o quasi in questo modo.

Tutto il popolo cinese aveva ovviamente ricevuto tutti i vaccini “obbligatori per legge” nell’autunno 2019.
Oggi sappiamo che già allora contenevano ossido di grafene, unito ad altre polveri sparse (ancora grafene stesso, bario, alluminio…) tramite chemtrails.

Ricordo che una persona può letteralmente cadere per terra quando viene “colpita” da un’onda 5G ionizzante a causa dell’improvviso crollo del suo livello di glutatione.

Fondamentalmente un genocidio compiuto da remoto cliccando un tastino di un PC…)



Proprio come l’uomo che ti ha detto che era diventato “marrone” – non marrone, ma rosso – perché aveva installato le antenne ? (N.d.T. : e vogliamo parlare anche delle stragi di uccelli a L’Aia nel 2019, a Roma nel 2020 ed in generale in tutto il mondo ?)

Ricardo Delgado : Le antenne.

Dr. Sevillano: Ma dai, la sindrome si adatta molto bene (N.d.T. : COVID = sindrome da radiazioni acute, molto spesso ionizzanti).

E, soprattutto, ha cominciato ad avere senso quando abbiamo imparato che il grafene emetteva radiazioni.
Perché allora non hai più un agente esterno come un’antenna più o meno lontana, ma ce l’hai dentro di te.

Non è solo ciò che l’antenna emette che ti fa girare la testa e ti provoca tutti questi sintomi.
Anche questo lo causa, ma è che lo porti dentro di te.

Dentro.
E nel momento in cui ce l’hai dentro di te, amico mio, lo sai.
Se ce l’hai…

Guarda, la cosa più interessante è che, inoltre, il grafene ha un’affinità per il cuore e per la testa.
Non sappiamo se è a causa del numero di nervi in quelle zone o se è semplicemente a causa della temperatura.

Sembra che ci sia qualcosa che lo attrae in quei due organi del corpo umano.
Pensiamo che l’elettricità generata dal cervello sia ciò che lo attrae.

Ricardo Delgado : Attività elettrica.

Moltiplicatori viventi di frequenze
Il grafene ha un’affinità per il cuore e per la testa…

Dr. Sevillano : Certo, e lo attrae.
Poi, naturalmente, quando si attacca lì, il pericardio si infiamma, il miocardio si infiamma, il cervello si infiamma.
Crea problemi in quei due posti. (N.d.T : infatti sono state riscontrate una quantità enorme di miocarditi e pericarditi in chi si è “vaccinato”)

Ma naturalmente, bisogna considerare che stanno introducendo il grafene anche per altre vie.
Probabilmente lo stanno introducendo attraverso il cibo, l’acqua (N.d.T. : proprio l’argomento che sta destando maggiormente l’attenzione di questo mio sito, gli alimenti elettromagnetici).

Cioè, viene introdotto anche per altre vie.
E naturalmente, se lo hai dentro di te, soffrirai di diarrea e nausea.

Quando si viene irradiati… sì, può colpire anche l’apparato digerente.

Questo…esiste uno studio (N.d.T.: non menzionato nell’intervista, lo sto ovviamente cercando) od una presentazione di qualcuno, qualche anno fa, che parlava del grafene e di questi materiali.
Nanotubi di carbonio.

Non menzionava il grafene, apparentemente.
Ma la molecola che appariva sulle diapositive era esattamente il grafene.

E parlava di bioterrorismo.
Di come generare queste complicazioni nella salute della gente con questo tipo di tecnologia.
Inoltre, modulabile con le onde.
Questo è noto.

E c’è un altro PDF che mi è stato inviato (N.d.T. : anche questo non l’ho ancora trovato, lo pubblicherò qui sul mio sito non appena disponibile).
Lo stavo cercando da molto tempo, e ho trovato in esso che il grafene non entra nel corpo attraverso il tratto digestivo.
Perché, a quanto pare, il corpo non lo assorbe.

Non ha la capacità, per qualsiasi motivo, di entrare nel corpo attraverso il tratto digestivo.
E’ però possibile ingoiarlo e così averlo nel nostro corpo, capite adesso il perchè lo stanno introducendo furtivamente negli alimenti ?

Non importa se non entra nel sangue.
Lo porti con te.

E se lo porti con te, il grafene si sta irradiando.
Sta irradiando dall’interno.

Ecco perché non dovremmo preoccuparci solo, specificamente, che entri nel flusso sanguigno.
È sufficiente che tu lo porti nel tuo corpo.

Lo bevi, lo mangi e lo porti con te.
Ed è lì, bloccato nelle minuscole cellule.

Moltiplicatori viventi di frequenze
I segnali si moltiplicano per mille. Questo ti fa ammalare, provoca nausea, vomito…

Non entra nel flusso sanguigno, ma è lì.
E quando iniziano a irradiare (N.d.T. : con le antenne 5G), anche tu vieni irradiato.

I segnali si moltiplicano per mille.
Questo ti fa ammalare, provoca nausea, vomito…

Non voglio più parlare di queste cose.
Ma ho visto casi, negli ultimi giorni, di persone con diarrea che sono durate 2, 3 o 4 settimane.

E questo non è normale.
E so che si tratta di persone che non sono molto lontane dalle antenne.

Ed è allora che mi chiedo se tutto è collegato.

Ma ovviamente, è proprio questa la causa.
Ma so che non è che non entra nel corpo, ma viene immagazzinato attraverso il tratto digestivo, e può essere che si irradi da dentro e da fuori.

Queste sono cose più che possibili visto che gli articoli sono stati pubblicati da molto tempo.
Sono articoli che hanno già 4, 5 o 8 anni.

Sono stati pubblicati da molto tempo.
È possibile fare questo tipo di danni dall’esterno e dall’interno.
Tutto grazie al grafene e alle antenne.

Bene, quello che abbiamo trovato, fin dall’inizio, è che le persone si sono ammalate e sono morte quando sono più vicine alle antenne che lontane da esse.
E quelli che erano “grafenati”, gli immunizzati dall’influenza, si ammalavano di più di quelli che non lo erano.
Questo è dimostrato nelle case di cura, dove questo problema era assolutamente scandaloso.

Ed io dicevo :

“Porca puttana !
Quelli che sono vaccinati muoiono e quelli che non lo sono no.
Perché ?”

Per questo sono stati realizzati gli studi di Juarez e Barbastro . (N.d.T : ed ecco perchè continuo anche ad insistere di indagare a Bergamo !)

Colpiva molto il fatto che le persone che erano sistematicamente “vaccinate” si ammalavano e molte di loro morivano, mentre ai “non vaccinati” questo non capitava.

Che cosa curiosa !
Quando questo “virus” (N.d.T. : farsa) dovrebbe colpire tutti e, ciononostante, il “vaccinato” muore e l’altro no.

Perché ?
Perché questo è “vaccinato”.

Perché quello muore allora ?
Era un mistero, ma ora è risolto.

Si analizza il cosiddetto “vaccino”, si vede che contiene grafene e così abbiamo trovato la risposta a tutti le domande che ci siamo posti.

Il lavoro è impeccabile.
Impeccabile per il livello in cui ci muoviamo, che non abbiamo grandi risorse come l’Istituto di non so cosa e non so dove, o il Collegio di non so dove. Hanno tutto e non stanno scoprendo niente.

Stanno solo nascondendo informazioni, tutti quei furfanti.

E noi, che non abbiamo quasi nessun mezzo, stiamo scoprendo tutto quello che è successo in questo anno e mezzo.



Testimonianze dal fronte

Il medico argentino Martín Monteverde ha portato un’importante testimonianza riguardo alla disintossicazione dai veleni inoculati tramite “vaccino” tramite N-acetilcisteina e Zinco.

Ha ancora una volta confermato che esiste un numero enorme di effetti collaterali (alcuni tuttora sconosciuti), e purtroppo non tutti curabili.
Come nel caso di donne incinte che abortiscono dopo essere state inoculate con questo veleno.


Dr. Martín Monteverde : Sì, purtroppo, quello che noi medici stiamo vedendo sono esclusivamente effetti del “vaccino”.

Qui a Santa Fe l’altro giorno stavamo tenendo una conferenza in una piazza.
Una donna che aveva mezza faccia paralizzata (N.d.T. : a causa della paralisi di Bell, effetto collaterale molto diffuso nei cosiddetti “vaccinati” e ben noto sin dai primi giorni degli avvelenamenti) è venuta da noi e ci ha raccontato la sua testimonianza.

(N.d.T. : La paralisi di Bell è un tipo di paralisi facciale che si traduce in una temporanea incapacità di controllare i muscoli facciali del lato interessato del viso.
I sintomi possono variare da lievi a gravi, e possono includere contrazioni muscolari, debolezza o perdita totale della capacità di muovere uno, e in rari casi, entrambi i lati del viso.

Altri sintomi includono la caduta della palpebra, un cambiamento nel gusto e dolore intorno all’orecchio.
In genere i sintomi si manifestano nell’arco di 48 ore.
La paralisi di Bell può innescare un aumento della sensibilità al suono noto come iperacusia).

Ci ha anche detto che il medico dello Stato, che avrebbe dovuto seguire il suo caso, ha provato a non farla venire da noi.

Testimonianze dal fronte
Mattarella e Draghi devono finire in carcere a vita per genocidio nei confronti dello stato italiano…ma quando la maggioranza della gente se ne accorgerà purtroppo probabilmente sarà troppo tardi….

E molti pazienti, quello che ci dicono dopo le “vaccinazioni”…
Ce lo dicono i parenti, in realtà, che hanno una perdita di memoria.
Come se avessero il morbo di Alzheimer incipiente.

Dimenticano i nomi di persone molto, molto vicine a loro.
O dimenticano i luoghi.
Sono come persi.

Questo accade nei primi giorni dopo il “vaccino” e può accadere di nuovo qualche settimana dopo.

Una ragazza che sono andata a trovare a casa mi ha chiamato, la suocera mi ha chiamato, in realtà, e mi hanno chiamato un sabato sera.

La ragazza era stata “vaccinata” il sabato pomeriggio.
Stava tremando, aveva una specie di convulsioni ed era svenuta in bagno.

I suoi parenti non volevano portarla in un centro medico od in un ospedale qui a Santa Fe.
Ebbene, era una ragazza di 20 anni che aveva preso il “vaccino” AstraZeneca.

Abbiamo iniziato il trattamento raccomandato dal dottor Sevillano, N-acetilcisteina ed integratore di zinco.
E, beh, grazie a Dio questa ragazza di 20 anni in 5 giorni è migliorata.

È migliorata molto.
E bene.

Stiamo vedendo tutti i tipi di effetti collaterali del cosiddetto “vaccino”.

Per non parlare, purtroppo, delle donne incinte che dopo essere state inoculate hanno perso la gravidanza.
Davvero una tragedia.

(N.d.T.: questo sito ha una sezione apposita chiamate “Le pagine della vergogna” (Testimonianze di un genocidio) che aggiorno giornalmente riguardo tutti gli effetti collaterali e, talvolta, pure le morti improvvise che capitano a tutti coloro che incautamente cedono ai ricatti dei vari stati e datori di lavoro.
Giornalisti, medici, politici, ben presto pagherete per tutto questo.)



Polvere magnetica ed ossido di grafene nell’aria

Ormai molta gente sta iniziando ad allarmarsi sugli effetti collaterali dell’ossido di grafene.
Non solo riguardo il magnetismo che ne deriva, ma anche (finalmente) sulla polvere che si deposita a terra (naturalmente a causa delle irrorazioni da chemtrails) dopo la pioggia.

Una scoperta particolarmente importante, perché dimostrerebbe ancora una volta che l’ossido di grafene è sparso nell’ambiente al fine di moltiplicare le onde elettromagnetiche emesse dalle antenne 4G, 4G Plus e 5G, portandole alla gamma ionizzante.


Polvere magnetica ed ossido di grafene nell'aria
L’ossido di grafene è sparso nell’ambiente al fine di moltiplicare le onde elettromagnetiche emesse dalle antenne 4G, 4G Plus e 5G, portandole alla gamma ionizzante…

Ricardo Delgado : Vediamo ora due video della pioggia metallica, José Luis.
Altri due nuovi ci sono stati inviati.

E faremo del nostro meglio affinché alcune di queste persone possano inviarci queste tracce di polvere magnetica per poterle analizzare.

Abbiamo già parlato con la persona che può eseguire questo lavoro.

Ed afferma che è particolarmente facile applicare tecniche di decantazione in modo che questo materiale possa essere facilmente visto al microscopio o attraverso alcune tecniche di spettroscopia per identificarlo chiaramente.

E, sicuramente, troveremo il grafene.

Dr. José Luis Sevillano : Sembra così.
Mi è sembrato di vedere qualcosa che credo di non poter dire di no.

Ricardo Delgado : Uno dei video è questo.

Dr. José Luis Sevillano : Siamo in un parco in una piccola città di Ciudad Real e, recentemente, ho fatto un video su un temporale.

Stava piovendo.
E sul vetro del parabrezza c’erano particelle magnetiche.

Ora quello che voglio fare è un test qui, su un terreno normale.
È un terreno del tutto normale.
Accumuleremo un po’ di terra e ci passeremo sopra questo magnete.

Come potete vedere, questo magnete è completamente pulito.
Ed ecco il mucchio di terra.

Quindi, lo passo qui sopra.
Potrei farlo con questo mucchio proprio come potrei farlo con qualsiasi altro mucchio.

E guardate quante particelle ci sono.
Anche le rocce.

Tutto questo è magnetico.
Tutto quanto.
Guarda l’attrazione del magnete.

Ricardo Delgado : Questo è scioccante !

Uomo : Sconvolgente, eh? Eppure ho cercato di attaccare questo qui…
Questo è ferro.

E cade.
Qui ho il magnete con tutte le particelle, ed il magnete si attacca.
È abbastanza curioso.

Questo è ciò che cade quando piove ed è nella terra.
E se è terra, perché abbiamo così tante particelle magnetiche qui ?
Lo stiamo scoprendo solo ora dopo tanta storia ?

O cosa sta succedendo ?
È sconvolgente.
Beh, questo è tutto.

Ricardo Delgado : Incredibile.

Dr. José Luis Sevillano : Sì, incredibile.

picture 1
E noi misuriamo le radiazioni ionizzanti con i contatori Geiger…

E’ un parco e si suppone che abbia piovuto.

Immaginiamo che la pietra possa essere un agglomerato che si è formato nel tempo. Un agglomerato si è formato con queste particelle. E poi abbiamo anche quest’altro video. Questo, nello specifico, è di un parabrezza d’auto.

Uomo : Oddio ! La mia macchina era pulita.

Ricardo Delgado : Beh, questo è lo stesso uomo che sta facendo gli studi su quando questi piccoli aerei passano irrorando l’ambiente.
E poi troviamo questa polvere metallica o magnetica.
O magnetica nel…

Dr. José Luis Sevillano : È la stessa polvere ovunque.
Posso confermarlo perché ho trovato questa polvere nella mia macchina.
Ed anche in Russia.

Ricordate quel bambino.
Quindi questo sta succedendo anche in Russia.
Voglio dire, la stanno spruzzando ovunque.

E per quale motivo ?
Andate a chiedere alle autorità cosa sta succedendo con questa polvere che cade sulle auto.

Vedrete che vi diranno :

“No, non esiste.
Questo non esiste”.

E noi misuriamo le radiazioni ionizzanti con i contatori Geiger.

“Questo è normale”.

Ricardo Delgado : Ora è normale soffrire della sindrome da irradiazione acuta.

Dr. José Luis Sevillano : Certo.

E se chiedi a persone di alto livello di spiegartelo, ti diranno che è normale rilevare radiazioni ionizzanti nell’ambiente.
È normale avere questo, è normale avere quello…

“Vai in guerra.
Lì sarai sventrato.
È normale”.

Capite ?
Questo è normalizzare i crimini in modo che voi non scopriate i loro piani.

In modo che possano commetterli a te e tu non resisti.
È normale.

Tu vai lì e loro ti tagliano la gola, tutto qua.
Se perdi due o tre litri di sangue e muori, va bene.

Stanno normalizzando tutto quello che ti stanno facendo in modo che tu non resista, ovviamente.
Questo è molto normale, vero ?

Ricardo Delgado : José Luis, se sta “piovendo” quella polvere, ci devono essere particelle più fini che stiamo respirando.
E se c’è grafene…le respiriamo dentro.

Dr. José Luis Sevillano : Ecco perché non vedo l’ora di analizzare quella polvere.
Perché se c’è grafene in quella polvere, abbiamo già la risposta a tutte quelle persone che ci dicono da tempo che non sono state “vaccinate”, eppure sono magnetizzate.
Avremmo già la loro risposta.

Quello che sappiamo è che questa magnetizzazione sarebbe prodotta attraverso le vie respiratorie.
Attraverso i seni paranasali e, soprattutto, il tratto superiore.

Ma sapremmo già con certezza perché queste persone sono magnetizzate : perché respirano la polvere di grafene e, non appena entra, inizia a generare questo tipo di fenomeni di biomagnetismo.



Radiazioni ionizzanti ed antenne 5G : una correlazione evidente

Radiazioni ionizzanti ed antenne 5G
Qualcuno ben presto dovrà dare delle spiegazioni molto esaurienti sul perchè le istituzioni locali stiano irradiando volontariamente con radiazioni di tipo ionizzante i cittadini che abitano in quella che un tempo è stata la capitale economica del paese (e sono convinta che situazioni del genere sono presenti almeno in tutte le grandi città d’Italia da Nord a Sud)…

Nuove misurazioni di impulsi tra la gamma non ionizzante e ionizzante, nota anche come radiazione Cherenkov, sono state effettuate sulla spiaggia di Malvarrosa a Valencia.

I valori rilevati sono risultati circa 50 volte superiori al normale.

La donna ha fatto le registrazioni con un misuratore BR-9A.

Naturalmente, sulla scia di quanto ogni giorno viene rilevato in terra iberica, sto organizzando personalmente rilevamenti di questo genere anche in Italia (iniziando dalla città di Milano, ma invito tutti coloro che leggono questo mio sito a partecipare in forma anonima alle rilevazioni), dove saranno raccolte prove tangibili della presenza dello stesso genere di radiazioni.

Ah, ovviamente ripetitori delle antenne 5G sono stati posizionati in modo capillare anche nei tombini e nei lampioni della città, proprio come a Valencia.

Qualcuno ben presto dovrà dare delle spiegazioni molto esaurienti sul perchè le istituzioni locali stiano irradiando volontariamente con radiazioni di tipo ionizzante tutti i cittadini che abitano in quella che un tempo è stata la capitale economica del paese (e sono convinta che situazioni del genere sono presenti almeno in tutte le grandi città d’Italia da Nord a Sud).

Quindi mi è venuto spontanea porre un’altra domanda (cui ovviamente non riceverò mai alcuna risposta) alle imbelli e corrotte istituzioni italiane, al governo venduto alle elite ed a tutti quei medici che esclusivamente per denaro stanno volontariamente uccidendo persone inermi (pur se molto ingenue) :

Come mai tutti i trattamenti che funzionano contro le irradiazioni (antiossidanti, litio, mieloperossidasi, tra gli altri) sono esattamente gli stessi trattamenti che combattono la COVID-19 ?

La risposta, per chi segue questo mio sito è ovvia :

COVID = sindrome da radiazione acuta, come ripeto da mesi !

Ah, ricordo alcuni fatti ulteriori :

Radiazioni ionizzanti ed antenne 5G
CDI, Centro Diagnostico Italiano, viale Monza 270, Milano. Antenne 5G ben visibili, ed “ovviamente” al solito piazzate vicino ad un centro medico od ospedale…ah, vabbè, un caso vero ? Thanks to P. per la foto ! © 2021 Veronica Baker All rights reserved

All’inizio della pandemia, in alcuni paesi i primissimi decessi per COVID erano stati etichettati come “morti per radiazioni”.

Secondo la versione “ufficiale” (quella dell’inesistente “virus”), questo non aveva senso.

Ma ora che la ricerca è progredita, ed è stato dimostrato scientificamente che COVID è un nome camuffato per non mostrare la triste verità dei fatti (sindrome da radiazione acuta) si capisce la ragione di un tale protocollo.

Ed ora si comprende anche il perchè tutti gli operatori sanitari indossavano tute bianche anti-radiazione (la scusa era che si doveva avere a che fare con un “virus” sconosciuto e quindi potenzialmente “letale”), come se dovessero soccorrere persone colpite da radiazioni nucleari ionizzanti.

Senza contare che le autopsie – ovviamente sempre vietate dai governi mondiali con motivazioni ridicole ma che a questo punto hanno ancora di più senso – avrebbero mostrato immediatamente la verità dei fatti.
Inoltre ricordo che pochi giorni prima dell’inizio della farsa (6.2.2020) vicino Lodi ci fu un incidente ferroviario – il deragliamento del FrecciaRossa Milano-Salerno – causato secondo la versione ufficiale di “regime”- da un errore del sistema degli scambi intelligenti.

Invece la causa era la accensione delle antenne 5G in quelle zone, frequenze che possono naturalmente interferire in tutto ciò che entra in funzione elettronicamente (perchè stanno già preannunciando infatti l’ennesima bufala della tempesta solare che potrebbe bloccare la rete internet per mesi ?)

Ed infatti proprio lì vicino (guardacaso !) iniziò tutta la farsa (in data 19.2.2020) con la cosiddetta “zona rossa” di Codogno ed il cordone militare dovuto a causa del diffondersi di un “misterioso virus” da combattere (con tanto di tute bianche che si usano in caso di radioattività…)

Ma ora è tutto chiaro.
Quella povera gente era stata investita da radiazioni ionizzanti !


20210910 110223
CDI, Centro Diagnostico Italiano, viale Monza 270, Milano. Foto da dietro, Antenne 5G ancora più visibili, a questo punto sarebbe interessante verificare una eventuale correlazione con i cosiddetti “contagiati” nella zona. Thanks to P. per la foto ! © 2021 Veronica Baker All rights reserved

Ricardo Delgado : Ora vi mostrerò un altro video, così potrete vedere cosa sta realmente accadendo sulle spiagge.
E anche nel resto del paese.

Questo è ciò che sta realmente accadendo.
Questa è la sesta ondata che sta arrivando.

Misha : Sono sulla spiaggia di Malvarrosa.
Qui è Misha che parla.

Bene, sono stata sdraiata lì, sulla spiaggia, per un po’ di tempo, e ho un mal di testa che non potete immaginare.
E bene, avevo quasi dimenticato di avere questo nella mia borsa e ho detto :

“Andiamo !
Vediamo quali valori registra.
Qual è la ragione di questo mal di testa ?”.

Ricardo Delgado : Beh, qui sulla spiaggia 18.000 µW/cm² – 19.000 µW/cm².
Andiamo, non capisco.

Non capisco questi valori, ma tutte queste barre che vedete elevate sono barre di 59.000 µW/cm² e 40.000 µW/cm² che misurano gli impulsi.

Guarda ! 52.000 µW/cm².
Ecco dove l’ha appena mostrato.

Aspetta un secondo e vedi se torna a 52.000 µW/cm².

Ma tutte queste barre sono misure di 50.000 µW/cm² qui.
49.000 µW/cm².
Sta suonando.

Non so se lo sentite, ma sta suonando.
48.000 µW/cm², 54.000 µW/cm².
E vedete che pulsa.

Bene, questo è qui a Valencia, sulla spiaggia di Malvarrosa.
Ci stanno letteralmente friggendo.

E probabilmente, come sai, è possibile che questo dispositivo sia alterato e registri valori ancora più bassi di quelli reali.
E’ normale.

In spiaggia, hai bisogno di molta copertura, giusto ?
Per connettersi a internet sulla spiaggia, eh ?



Misha : Una normale giornata in spiaggia.

Oggi è il 7 settembre – se non mi sbaglio – 2021.

Radiazioni ionizzanti ed antenne 5G
Qualcuno qui sta chiedendo che dispositivo è questo. È il BR-9A…

Ricardo Delgado : Qualcuno qui sta chiedendo che dispositivo è questo.
È il BR-9A.

Lo scriverò più tardi.
È un dispositivo che misura le radiazioni non ionizzanti, ma che, logicamente, danneggiano anche la salute.
Sono le radiazioni che provengono dalle antenne dei cellulari.

La prima banda in rosso misura in µW/cm², direttamente dalle antenne, 52.071 µW/cm².
Pazzesco !
Il tasso medio in V/m è la banda blu.
E il µT, l’intensità del campo magnetico, è la banda verde.

Misha : Quindi questi sono i valori.
Guarda, guarda le barre.

Riesci a vederle ?
Con tutti questi bambini qui che giocano accanto, proprio accanto al parco dove giocavano i miei figli.

E questo sta ancora suonando.
Guardate qui.
Sono in un punto fisso.

Non mi sono mossa, solo per farvi vedere.
Legge costantemente 50.000 µW/cm².
Ma cos’è questo ?
Che cosa significa ?

Ricardo Delgado : Il normale, al massimo, dovrebbe essere 1.0 µW/cm² nella banda superiore.
E misurando all’aperto.

All’interno sarebbe 0.1 µW/cm².
Quindi, qui, sarebbe 500 volte sopra il normale.

Misha : Perché misura fino a 50.000 µW/cm² o qualunque cosa sia qui sulla spiaggia ?
Stiamo scaricando film sulla spiaggia ?

Non capisco.
Qui vedi che man mano che mi allontano i valori diminuiscono.
A meno che non abbiano le antenne sotto la sabbia.

Non lo so.

Non riesco nemmeno a vedere dove sono le antenne.
Perché è una cosa che non riesco a visualizzare.

Non riesco a capire dove sono o se sono mimetizzate in quelle palme, o non capisco.

Non capisco.

Bene, ora sapete cosa succede qui.
Puoi vedere come non possiamo nemmeno rilassarci sulla spiaggia perché usciamo da qui con un mal di testa che non puoi immaginare.
Oh mio Dio !

Ricardo Delgado : Beh, probabilmente le antenne sono mimetizzate nei lampioni, o Dio sa dove.
Avete già visto i modelli delle nuove antenne, vero ?
Ce ne sono anche nelle fogne e in altri posti (N.d.T. : ben presto arriveranno le prove di questo fatto pure per la città di Milano !).

Questo in termini di radiazioni non ionizzanti.

A parte gli effetti termici che può produrre…
Scusa, gli effetti termici che può produrre, che sono minimi, ci sono importanti effetti biologici.

Il problema è che c’è un nuovo elemento che ha una proprietà moltiplicatrice.
Ed è proprio il grafene.

(N.d.T. : riguardo gli infami che da oggi segnalerò SENZA PIETA’ ogni giorno in ogni minima occasione, un posto d’onore va al falso virologo Pregliasco – falso perché NON è nemmeno un virologo – che racconta di COVID endemico, cioè persistente (= sindrome da radiazione acuta, ovviamente , ma l’infame mica dice che secondo lui TUTTI ne soffriremo perchè irradiati giornalmente !) entro due anni per tutti.
Socondo costui il rimedio è avvelenare (pardon “vaccinare”) i neonati sin dalla nascita (in modo tale che vengano quindi irradiati sin dalla nascita, of course !)

Un altro novello Joseph Mengele da incarcerare a vita per genocidio contro la umanità, ammesso che tra qualche tempo riesca a scampare alla furia dei cittadini inferociti quando capiranno la verità !)

Radiazioni ionizzanti ed antenne 5G
Il falso virologo Pregliasco – falso perché NON è nemmeno virologo racconta di COVID endemico (= sindrome da radiazione acuta, ovviamente , ma l’infame mica lo dice ! ) entro due anni per tutti (ovvio, saremo sottoposti a radiazioni ionizzanti giornalmente !)e di avvelenare (pardon “vaccinare”) i neonati sin dalla nascita. Un altro personaggio da incarcerare a vita per genocidio contro la umanità !

Il grafene riesce a moltiplicare la frequenza dei GHz, in principio non ionizzante, fino alla gamma dei primi ionizzanti, in quelle famose radiazioni Cherenkov.

Le moltiplica fino a mille volte e le colloca nella banda dei THz.

Ed il grafene, in particolare, è il nanomateriale che ha questa proprietà. (N.d.T. : consiglio di leggere l’analisi dello studio che ho fatto personalmente nel link sopra, che a mio avviso è illuminante)

Così, nel momento in cui questo viene introdotto nel corpo la persona viene irradiata dall’interno e dall’esterno.

E questo è noto come sindrome da irradiazione acuta o sindrome da irradiazione cronica.

Cioè COVID-19 e COVID-19 persistente (N.d.T. : il criminale qui a sinistra lo ha definito “endemico”, ma il discorso non cambia) .

Quindi tutti i trattamenti che funzionano contro l’irradiazione (antiossidanti, litio – come abbiamo visto ieri – mieloperossidasi, tra gli altri) sono esattamente gli stessi trattamenti che funzionano contro la COVID-19.

(N.d.T. : la mieloperossidasi (MPO) è un enzima prodotto dai leucociti (globuli bianchi), che genera specie reattive dell’ossigeno per distruggere particelle estranee)

Il paravento ufficiale è un agente biologico virale che nessuno ha isolato, sequenziato o purificato.

Anche se ti dicono :

“No, c’è un’università di Saragozza che ce l’ha…”.

No.
Quello che hanno è un costrutto virtuale assemblato con un algoritmo del computer.

Ed è per questo che sappiamo che l’ossido di grafene è ciò che produce i casi reali di questo presunto agente biologico fittizio chiamato SARS-CoV-2.


Contatori intelligenti e radiazioni non ionizzanti

In una recente intervista per il programma radiofonico Dirección Correcta, il chirurgo e ricercatore Wilfredo Stokes, fondatore di Medici per la Verità Guatemala, ha messo in guardia sui danni causati dalle radiazioni non ionizzanti emesse dai cosiddetti “oggetti intelligenti”, come i cosiddetti contatori.

La cosa più preoccupante è che, sebbene queste radiazioni siano dannose già a livelli molto bassi, alcuni paesi hanno fissato lo standard a livelli che superano il massimo consentito.


Contatori intelligenti
Sa cosa sta succedendo ultimamente con questo dispositivo quando lo si lascia acceso di notte ? La gente si sveglia…

Jorge Osorio (Dirección Correcta) : Dottore, mi scusi.
Mi scusi, dr. Stokes.

Sa cosa sta succedendo ultimamente con questo dispositivo quando lo si lascia acceso di notte ?
La gente si sveglia.

Il loro sonno è disturbato.
Siamo stati irradiati attraverso questi dispositivi, dottore ?

Dr. Wilfredo Stokes : Sì, certo, lo siamo.
Questo è quello che stavo per dire.

Si scopre che, a seconda della frequenza numero di frequenze, c’è un attacco molto profondo che viene fatto con le basse elettrofrequenze.
Ecco perché lo sto misurando.

Misurare un picco di 384 V/m² non è normale quando è già tossico misurarne 1 o 2.
E 384 V/m² è quello che misura l’apparecchio.
Questo è il risultato.

La gente, idealmente – non vi sto consigliando di usare un apparecchio come questo in particolare, perché ci sono molte marche – dovrebbe possedere un dispositivo come questo.

È un rilevatore di campi elettromagnetici.
Questo misura fino a 10 GHz.

Ma non abbiamo bisogno di misurare questo valore.

Non abbiamo bisogno di vedere un valore che è 10 milioni di volte il valore di cui stiamo parlando (1V).
Solo con 2V ci ammaliamo.

A 5V il nostro DNA inizia ad alterarsi.
Ma cosa stiamo notando ?
Che alcuni paesi hanno stabilito che 5 µHz è lo standard.

Questo è qualcosa che hanno pianificato da molto tempo.
Alcuni paesi l’hanno stabilito a 10V, come la Cina e la Polonia.

Non so se anche la Russia lo ha standardizzato a 10V.
E tutto questo sapendo che è migliaia di volte più tossico del necessario per avere un segnale.

Allora, stavo guardando qualcosa sui contatori di luce intelligenti.

Una volta si utilizzava un piccolo contatore analogico.
E con quelli si misurava il consumo.

Le aziende ti derubavano sempre, comunque, perchè era un contatore analogico.
Ed all’improvviso sono apparsi i contatori intelligenti.

Contatori intelligenti
Devo controllare quante radiazioni non ionizzanti emettono, ma è un valore esagerato…

Devo controllare quante radiazioni non ionizzanti emettono, ma è un valore esagerato.
Credo che siano 18… …Volt.
Voglio dire, 18V è una quantità molto esagerata di radiazioni non ionizzanti che emettono.

Così, alcuni ragazzi sono venuti e hanno fatto uno studio.
Hanno fatto avvicinare diverse persone ai contatori intelligenti che erano nelle loro case.

Entro 2 minuti, hanno iniziato a distruggere i loro globuli rossi.
C’erano 3 o 4 persone diverse.

E l’ultima di loro, dopo 45 secondi, ha dovuto essere portata via perché, altrimenti, avrebbe avuto un ictus.

Quindi, cosa succede ?
Quando ci sono conglomerati come, per esempio, edifici plurifamiliari dove ci sono tonnellate di contatori dove si può vedere come leggono il consumo, agiscono come una bomba.

Ogni persona che passa si becca migliaia di migliaia di migliaia di volte la radiazione non ionizzante che viene emessa da questi dispositivi nel loro insieme.
Mia madre, che è morta, non amava il forno a microonde (N.d.T. : nemmeno io lo ho mai posseduto).

Quindi ci sono molte situazioni pericolose su cui la gente deve indagare.
Il modo migliore per essere convinti è che la gente faccia ricerche.

Se sapete leggere e scrivere e avete completato la prima media, allora potete già capire che le onde non ionizzanti sono come una rete che ci attraversa continuamente.

Se vuoi sapere dove sono, allora ovunque ci sia un segnale ci sono onde elettromagnetiche come quelle dei telefoni cellulari in dosi tossiche.

Non è per il telefono.
Non è per i dati o altro.
No, no, no, no, no.

Questo succede quando qualcuno desidera intossicarci volontariamente.
Ecco perché affermo che questa è una tecnologia militare.

E lo affermo ancora una volta per tutte : il popolo non è pronto a comprendere la verità sugli argomenti di cui stiamo parlando.



Il mainstream nega la presenza di grafene (in pubblico) ma studia i metodi naturali per disintossicarsi (in privato)

Da quando il dottor Pablo Campra ha pubblicato il rapporto preliminare ufficiale dell’analisi che ha effettuato su una fiala di vaccinazione Pfizer, gli attacchi contro di lui e contro tutti i ricercatori indipendenti che stanno facendo luce su questo genocidio globale (lavorando nella maggior parte dei casi completamente gratis) non sono mai cessati.

Alcuni individui e gruppi (i soliti “fact-checkers” e giornalisti di punta della maggiori televisioni e testate giornalistiche) stanno facendo di tutto per screditare il suo lavoro, sostenendo addirittura che quello che ha trovato “non è ossido di grafene ma polietilenglicole”.

La parte più triste della situazione è che i collettivi che si fanno chiamare “per la verità” sono proprio coloro che spesso cercano di screditare le analisi effettuate.

La falsa dissidenza e i media globalisti stanno facendo di tutto per discreditare la verità dei fatti.
Ma i loro “argomenti” sono totalmente insignificanti e facilmente contrastabili da chi lavora davvero nella ricerca scientifica.

Vedi ad esempio i “giornalisti” di Sky Italia, che da una parte screditano in televisione il contenuto di tutto ciò che va contro la cosiddetta “ufficialità”.
Ma dall’altra in gran segreto leggono gli articoli che riguardano la disintossicazione con metodi naturali da ossido di grafene.

Eh, sì perchè anche loro, in fondo, tengono famiglia e devono “mantenere” il loro ben pagato posto di lavoro raccontando falsità alla gente per mandarla a morire in squallidi “centri vaccinazione” dove medici ed infermieri demoniaci fanno firmare loro in fretta e furia un documento di “eutanasia volontaria” (perchè nei fatti accettare di sottoporsi volontariamente alla somministrazione di un farmaco sperimentale testato su di una umanità usata come cavia significa questo).

Ed in questo modo non solo le case farmaceutiche, ma anche istituti di credito ed assicurazioni sono esentati da qualsiasi danno finanziario : in poche parole, nessuna copertura delle spese mediche, e nemmeno di eventuali assicurazioni sulla vita provocati dai cosiddetti “vaccini”, pardon veleni mortali.

Ma anche voi cari “giornalisti”, se continuerete ad accettare le dosi di “grafene” con cui vi vogliono obbligare i vari governi mondiali, alla fine vi intossicherete in modo grave e morirete.

Ovviamente mi prendo PIENA responsabilità riguardo il contenuto INTEGRALE di TUTTE queste mie parole scritte in grassetto.
Ma – sfortunatamente per voi – posso in qualsiasi momento provare la veridicità di quanto detto sopra.

Ecco uno dei tanti esempi.


Screenshot


Ah, naturalmente è presente anche la RAI radiotelevisione italiana…


Screenshot2


Ed a tutti voi dedico di cuore le medesime parole che questo ragazzo vi ha dedicato.



Ricardo Delgado : Questo è ciò che il Dr. Campra ha condiviso (N.d.T. : Il documento originale in spagnolo è disponibile anche nel mio sito web).
Vedete la sua firma digitale qui sotto.
Quindi, tutto qui in questo comunicato è a suo nome.

“Commento sull’ipotesi di identificazione al microscopio del polietilenglicole nel campione come COMIRNATY RD1”

RD1 = Ricardo Delgado Martin.
Questo è il campione che ho inviato.

Questo è firmato dal Dr. Pablo Campra.
Questa dichiarazione allude a certi individui che hanno condiviso in rete una fotografia di cui hanno discusso il significato, senza possedere alcuna concetto di precisione scientifica.

E la cosa più triste è che è stata condivisa in entrambi i forum e canali di “Biologists for the Truth” (N.d.T. : un ben noto canale iberico di disinformazione).

Ora capiamo il grado di ignoranza e mancanza di conoscenza di certi gruppi “scientifici”.

A tutti loro, il Dr. Campra risponde con le seguenti parole (in virgolette le sue precisazioni) :

“I sostenitori dell’ipotesi non presentano osservazioni originali né forniscono riferimenti bibliografici della fotografia presentata per valutare l’ipotesi.

Sia il polietilenglicole che il saccarosio fanno parte della composizione del prodotto, secondo il produttore.
Ma non possono essere identificati al microscopio”.

Il dottor Campra l’ha detto molto chiaramente nel rapporto preliminare stesso.
Vengono spazzati via con l’esano.

(N.d.T. : l’n-esano è un prodotto chimico ricavato dal petrolio greggio.

Solitamente si presenta con un odore leggermente sgradevole, è altamente infiammabile ed i suoi vapori possono essere esplosivi.

L’n-esano puro è solitamente usato nei laboratori.
La maggior parte dell’esano usato nell’industria è mescolato con sostanze chimiche simili chiamate solitamente con il nome generico di solventi.

Questi elementi scompaiono dal campione, ok ?
Sia il PEG (il polietilenglicole) che il saccarosio.

(N.d.T. : Il polietilenglicole è un composto polietere derivato dal petrolio con molte applicazioni, dalla produzione industriale alla medicina.

Il PEG è anche conosciuto come ossido di polietilene (PEO) o poliossietilene (POE), a seconda del suo peso molecolare.
La struttura del PEG è comunemente espressa come H-(O-CH2-CH2)n-OH.)

Cerchiamo di essere chiari.

“Secondo il produttore, il PEG farebbe parte, insieme ad altri 3 lipidi della membrana esterna delle nanoparticelle lipidiche.
Una membrana che, in teoria, veniva disintegrata quando la fase acquosa veniva separata con l’esano.”

Vedrete più tardi l’illustrazione inviata dal dottor Campra.

“Le molecole di polietilenglicole rimangono dissolte nella fase acquosa senza formare alcuna membrana osservabile al microscopio.

La fase acquosa del campione COMIRNATY RD1 ha mostrato il segnale principale corrispondente al saccarosio quando è stato scansionato in Raman (NMR).

Tuttavia, quando si valutano solo i componenti, solo i componenti della frazione acquosa hanno mostrato un assorbimento ultravioletto.
È stato rilevato un massimo di 270 nm, che è compatibile con la traccia del materiale genetico (RNA), del grafene e di molte altre sostanze con gruppi cromofori, che non includono il saccarosio, che ha…”

Guardiamo ora l’altra pagina.

“…un picco diverso a 197 nm…

Non c’era saccarosio o PEG”perché erano disciolti”, “…che non mostra assorbimento alla radiazione ultravioletta.

Di questo assorbimento a 270 nm, solo una minima parte può essere attribuita all’RNA all’1%.
La sostanza o le sostanze responsabili di questo assorbimento non sono state caratterizzate definitivamente dalla spettroscopia”.

Sì.
Tutto il resto si presume essere il “materiale alla moda” che conosciamo.

“Il campione ha anche mostrato una fluorescenza a 340 nm compatibile con il grafene ed altre sostanze ma non con il saccarosio o il PEG.

Il PEG non mostra assorbimento UV perché non ha un gruppo cromoforo attivo per l’assorbimento UV a meno che non ne venga aggiunto qualcuno, come le particelle metalliche.

Le molecole di polietilenglicole non possono essere osservate al microscopio elettronico a meno che non siano funzionalizzate con nanoparticelle opache come i metalli.

I numerosi oggetti lamellari 2D osservabili nel campione non corrispondono a nessuna immagine o derivato del PEG visto in letteratura. L’identificazione definitiva degli oggetti 2D osservabili nel campione mediante microscopia ottica ed elettronica (TEM), che erano quelli che più caratterizzavano dal punto di vista che si trattava di grafene, richiede una caratterizzazione strutturale ottenendo specifici modelli spettroscopici e/o di diffrazione”.

Queste sono le dichiarazioni del Dr. Campra di oggi, 2 settembre 2021.

Ok.
Ora voglio che guardiate questo.

Questo è ciò che un certo individuo ha inviato dicendo… Ecco il nostro campione di grafene, la maglia nera.

Ora, vedrai cos’è la maglia nera, e qui vedi una piega come un fazzoletto, che è ciò che viene identificato come grafene.

Tuttavia, questo individuo ha messo il polietilenglicole qui, vedete ?

Ed ora voglio che guardiate questo.
Lo sto ingrandendo.
La maglia.

Si tratta di una rete di carbonio usata come supporto in modo che gli oggetti possano essere ripresi al microscopio elettronico a trasmissione.


Il mainstream nega la presenza di grafene


Cioè, è come se tu comprassi quel piccolo vetrino per il microscopio ottico dove porterai e metterai la goccia della soluzione acquosa.

Od il sangue che analizzerete.
Od il vegetale.

Qualsiasi cosa vogliate analizzare usando quelle maglie.
Infatti, sono griglie da 200 o 300 mesh.

Potete trovarle su Aliexpress (N.d.T. : il portale cinese dove ad esempio sono state trovate in vendite le soluzioni saline al grafene…)


Il mainstream nega la presenza di grafene


Il mainstream nega la presenza di grafene


Rame, microfibra di carbonio.

Pellicola di supporto per la microscopia elettronica a trasmissione.
Supporto a rete.
Supporto a membrana per microscopia elettronica di consumo.

Questo è tutto.
Va bene ?

Non è polietilenglicole.
Lo dico per quell’individuo che tenta di fomentare merda e confusione nella popolazione.
Vediamo se riesce a capire.

Qui avete, per esempio, la maglia di rame, che è quello che questo individuo dice essere polietilenglicole, quando in realtà serve per vedere certe sostanze al microscopio.

Va bene ?
Questo ci è stato fornito dal dottor Campra a scopo di chiarimento e per la conoscenza di tutti.


Il mainstream nega la presenza di grafene


Questa è presumibilmente la struttura delle nanoparticelle lipidiche dell’RNA che va nel vaccino.

L’esano è stato aggiunto per annullare quello strato esterno di nanoparticelle lipidiche, come sapete.

Afferma inoltre :

“Le nanoparticelle lipidiche di mRNA includono un basso numero di copie di RNA (1 – 10).
E l’mRNA è legato dal lipide ionizzabile che occupa il nucleo centrale della LNP della nano particella lipidica.

Il lipide polietilenglicole forma la superficie della nanoparticella lipidica.”

Quindi questo è quello che vedete qui, ok ?

È solo lo strato più esterno.
Ecco l’illustrazione.

Ricordate sempre l’illustrazione.
Anche questo strato forma un bilayer insieme al DSPC.

Quindi questo è ciò che viene rimosso in modo che il materiale all’interno sia libero.
Pertanto, questo non apparirà mai direttamente nel campione, come alcuni cercano di dimostrare.

È per cose come questa che non accetteranno mai un dialogo o un dibattito per concentrarsi per il bene comune.
È impossibile.



44


You cannot copy content of this page