La dissonanza cognitiva spiegata ai bambini

Pubblicato il 15 Settembre 2021 da Veronica Baker

Il comporsi delle dissonanze in un determinato carattere non è cosa per la sola riflessione, né per il vuoto diletto.

Friedrich Hölderlin


La dissonanza cognitiva spiegata ai bambini

Dissonanza cognitiva
Come spiegare la dissonanza cognitiva ai bambini in modo semplice e diretto…poverini i figli di questa “Monica”…

Rimango giorno più giorno sempre più esterrefatta nel parlare con le persone e sentire le loro opinioni.

La gente (quantomeno in paesi sottosviluppati culturalmente come il Mediterraneo ed i paesi Latino-Americani, in Germania ed in Olanda ad esempio è già diverso) non fa altro che seguire passivamente pseudo guru che – come da compito loro richiesto – non fanno altro che annullare sempre di più la capacità cognitiva dei singoli cittadini.

Ormai nessuno o quasi vuole informarsi per davvero.
Nessuno possiede più l’abitudine al dubbio, al contraddittorio.

Ovvero pensare che ciò che gli stessi guru scrivono o proclamano possa essere parziale, miope, sbagliato.
Addirittura manipolatorio.

Purtroppo accade l’esatto contrario.
Il guru “sentenzia”.

Ed il pubblico lo adora, lo ammira.
Raggruppandosi ormai in Fans Club acritici.

Provare a fare capire questi semplici concetti è però ormai una missione (quasi) impossibile.

Ma perchè accade questo ?

Perchè si arriva a ragionare in modo così distorto ?

In psicologia la dissonanza cognitiva è definita come la tensione o il disagio che proviamo quando abbiamo due idee opposte ed incompatibili fra di loro.
A questo punto preferiamo credere ad una confortevole bugia piuttosto che ad una spiacevole verità.

Purtroppo il sistema del Vero Potere ha fatto sì che molte persone non hanno e non avranno mai il coraggio di ribellarsi al sistema.

Od all’antisistema.
Che ne è esattamente la versione speculare e che agisce nel medesimo modo e con i medesimi metodi.

Perchè la verità fa male.

Ed il Vero potere si farà quattro risate alle vostre spalle.
Dedicandovi sonore pernacchie.
E continuando ad aumentare sempre di più l’influenza sulla (vostra) esistenza.

E scene di ordinaria follia – che a me fanno letteralmente rabbrividire – come la prossima che sto per presentare saranno sempre più presenti nella vostra inutile vita.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page