La Grande Crisi

Pubblicato il 5 Novembre 2011 da Veronica Baker

…sono molto, molto più perfidi di quello che chiunque possa pensare.

Ma mi sono rotta le palle ( scusatemi fin da questo momento il linguaggio forte , ma in questo momento ci vuole ) di dover continuare a predicare al vento parole inutili nei confronti di persone che mi prendono come se fossi una marziana od una cacciapalle e non hanno nemmeno le palle per dirmelo .

Scappate e non mi ascoltate perchè purtroppo dico verità assolute, e mettervi in difficoltà per me ormai è come sparare sulla Croce Rossa.

Me ne sono andata fuori dai coglioni usando un vero e proprio bazooka perchè tanto da noi non ci saranno rivolte popolari, manifestazioni o giovani idealisti che spazzeranno via il Vero Potere , ma solo degli inetti che credono di essere dei geni mentre invece non capiscono proprio una mazza di tutto quello che in breve tempo li travolgerà.

Mi sono illusa troppo tempo, come una adolescente alla sua prima cotta , e non mi interessa ovviamente avere un pubblico di scimmiette che sorridono ed applaudono alle mie parole come in un qualsiasi centro sociale di periferia.

Ma non avete capito un ‘azzo di come (ci ) hanno incastrati.

L’unico modo per capirlo è fare come ho dovuto fare io : studiare per anni i mercati, viverli giorno dopo giorno e lavorare con passione disinteressata in quest’ambiente.

Il Vero Potere va analizzato e studiato, è scaltrissimo e soprattutto demolisce in maniera scientifica qualsiasi tipo di obiezione gli si possa portare con i metodi di manipolazione della realtà che più volte ho segnalato( so già che nessuno mi crederà degli scettici, ma non me ne cale affatto , per altro è proprio questo il motivo per cui continueranno a prendervi per il kulo).

Infatti adesso vi porterò l’ennesimo esempio ( quello più importante )  per spiegare come ragiona il Vero Potere .

Fate molta attenzione, perchè il meccanismo è perfido assai.

  •  Se avessimo ancora una moneta sovrana emessa dal nostro stato,  semplicemente tutto non sarebbe mai successo.Oggi il governo deve prendere in prestito dai privati i fondi per far funzionare il paese.
  • Il governo italiano – come quelli di tutta l’UE – li prende in prestito ( pagando fior di interessi ) emettendo titoli di Stato che i mercati privati comprano dandoci la moneta.
  • Avrete sicuramente letto sui giornali o sentito alla tivvù che chi ha comprato debito greco subirà un haircut del 50% , cioè dovrà rinunciare alla metà dei crediti. Una PALLA colossale , al di là del fatto che non hanno risolto un tubo ( ed infatti non l’ho nemmeno commentata ai tempi questa NON notizia ) , perchè la cosa importante è capire il significato della sigletta che dal 2008 continuo a citare : CDS ( che non sta per Corriere Della Sera, ma Credit Default Swap )
  • Cosa ‘azzo sono i CDS ? Ripetiamolo di nuovo :  gli investitori dei mercati quando ci prestano Euro in cambio di titoli di Stato si assicurano contro il pericolo del default (fallimento) dello Stato. Quindi sono polizze assicurative.
  • Adesso questi “investitori” ( singoli speculatori come il “filantropo” George Soros finanziatore della causa dei diritti dei Rom nell’UE oppure banche d’affari come Morgan Stanley o Goldman Sachs che hanno dei CEO che si paragonano a Dio e che hanno la facoltà di decidere quali saranno i personaggi che siederanno a capo dei governi Occidentali, in primis gli USA , avete capito ad esempio ora perchè Soros e Draghi ad esempio hanno FALSAMENTE appoggiato le proteste contro il sistema bancario ? )  hanno perso la metà dei loro investimenti in titoli greci . La Grecia non rispettava i parametri, vi diranno . Ma la prossima volta toccherà alla Spagna ed all’Italia ( e vi diranno che è colpa del Nano ) , ed al più tardi alla fine dell’anno prossimo toccherà pure alla Francia ( con buona pace di NapoleonSarkò ). Ovviamente loro dichiarano di facciata che vorrebbero un default DICHIARATO per ottenere la riscossione dei CDS .Ma l’UE non lo può ammettere , anche perchè altrimenti coloro che hanno emesso i CDS ( che poi sono i medesimi investitori che hanno prestato i quattrini agli Stati stessi  ) dovrebbero pagarli per intero, ed andrebbero in fallimento .
  •  I CDS non saranno quindi MAI incassati. Ma per questo motivo vogliono ( ed ottengono sempre ) interessi micidiali, perché questi SONO la VERA assicurazione, non i CDS.Avete capito il meccanismo perverso ?
  • I governi non hanno scelta : dato che NON possono dichiarare default ufficialmente ( ma solo mascherato come quello della Grecia ) , devono pagare interessi sempre più usurai ( come devono pagare appunto i greci che non possono più alzare la testa )
  • E’ovvio che è una finta scelta pensata a tavolino sin dall’inizio con una furbizia diabolica. Risultato finale : in ogni caso un AUMENTO della crisi economica che ci sta strangolando, e da cui loro profittano inesorabilmente.
  • Quindi l’UE NON può dichiarare una perdita dei crediti , perchè si instaurerebbe una reazione a catena che porterebbe ad un aumento immediato dei tassi di interesse ; ma allo stesso modo, se l’UE non fa ‘default’ , gli investitori aumentano sempre di più gli interessi richiesti a garanzia dei loro CDS che portano ad una crisi economica sempre più drammatica.

Avete FINALMENTE CAPITO ?

Crisi economica IN OGNI CASO.

Esattamente quello che le elite avevano bisogno  per incassare fortune stratosferiche .

E naturalmente hanno occupato tutti i massmedia con i loro predicatori che oggi tutti ascoltano come fossero il Vangelo.

Ma le ricette economiche che consigliano – come il taglio del debito pubblico, altra puttanata galattica ( il debito di uno Stato sovrano – ovviamente industrializzato e facente parte del PRIMO MONDO, non certo il Burundi – che può emettere moneta è infatti SEMPRE pagabile ed il signoraggio è l’ennesima panzana inventata ad arte dalle elite per confondere le idee al popolino bue , questioni che demolirò in uno dei prossimi post)  sono avariate : anzichè curare fanno ammalare sempre di più, cioè creano crisi su crisi .

Toccherebbe alla gente e soprattutto ai giovani come me di capire, studiare, ed agire.

Ma nessuno lo fa, è troppo difficile.

Meglio sbraitare slogan contro i politici e la cosiddetta casta, è molto più semplice .

Ad un certo punto mi sono rotta le palle di insistere ad avare un dialogo ed a provare a spiegare : fiato sprecato e tempo invariabilmente perso .

Mi sento però di affermare una cosa con certezza :  da questa crisi l’Europa occidentale ( escluso gli stati che possono emettere moneta ancora , quindi SVIZZERA, DANIMARCA, NORVEGIA,SVEZIA) non ne uscirà mai se non dopo un evento choccante come un default in stile Argentina ed una conseguente iperinflazione ( con il concreto rischio di una guerra in Europa a seguito di questo fatto ).

Ma prima si deve distruggere la classe media.

Questo è il compito che stanno diligentemente attuando.

Ed io mi sono semplicemente ribellata a questo stato di schiavitù.

(1 – continua )

You cannot copy content of this page