La crisi colpirà tutti

Pubblicato il 8 Ottobre 2019 da Veronica Baker

T’ho compraa i calzett de seda cun la riga nera,
te caminavet insema a mi comme una pantera.
Ti su del basell, mi gio’ del basell : se l’era bell !
Ti senza capel, mi cont el capel, me s’eri bell !

Caminavom semper insema.
La gent che la pasava la se vulatava, la ghe’ guardava e la diseva:
“ma va quel li’, el gh’ha compraa anca la stola, el dev ess on poo on pistola”.
Quel pistola seri mi.

Enzo JannacciT’ho Compraa i Calzett De Seda


La crisi colpirà tutti

La crisi colpirà tutti
Provengono dal sottobosco dello spettacolo o della moda…

Come la attuale crisi economica si riflette nel lavoro di una escort ?

E’ ovvio che se la fascia di clientela che si ha è esclusivamente quella dei super-ricchi la attività ne risente poco.

Il reddito di politici, banchieri ed in generale di persone appartenenti alla classe iper-agiata non soffre in alcun modo della crisi economica.

Certa gente non si farà mai mancare auto di lusso, yacht, weekend in località rinomate, caviale e champagne.

Ma sono davvero pochissime quelle che hanno accesso a questo mondo.
Praticamente tutte provengono dal sottobosco dello spettacolo o della moda : attricette di secondo rango, veline, modelle.

In poche parole professioniste che non si pubblicizzano come escort.
Ma come hostess o più frequentemente come “artiste”.

E che di fatto chiedono un ulteriore cachet per le loro prestazioni “particolari”.

Ovviamente di nascosto e mai alla luce del sole.
Per mantenere un’immagine rispettabile agli occhi dell’opinione pubblica.
E che molto spesso sono premiate con un avanzamento di carriera.
O con contratti assai generosi nel mondo dello spettacolo.

Se invece come capita nella stragrande maggioranza dei casi (anche quelle che affermano di essere delle “TopClass” in realtà fanno parte di questa categoria) si rivolgono alla cosiddetta “middle-class”, in periodi come quelli che adesso stiamo attraversando in questo momento ci sono seri problemi.

I clienti infatti solitamente sono imprenditori, professionisti, commercianti ed impiegati di livello elevato che ogni tanto si concedono dei momenti di puro divertimento e relax.
E quando l’economia va a rotoli come in questo momento, le tasse aumentano, il fatturato diminuisce, è chiaro che prima di andare con una escort –  e quindi spendere – ci pensano non una, ma almeno tre volte.

Ed alla fine, dopo averci pensato ben bene, rinunciano.

Le recessioni – ancor più se si tratta di una depressione come quella che ci stiamo approntando a vivere nei prossimi anni – sono infatti periodi in cui conviene andare in letargo anche dal punto di vista dei consumi.

Per cui è assolutamente necessario non esporsi (per chiunque) troppo con le spese.
Dato che gli introiti delle attività autonome possono drasticamente diminuire.
O del tutto cessare da un momento all’altro senza alcun preavviso.

Nonostante le leggende metropolitane che affermano che per il mercato del sesso non esista mai la crisi.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page