Italian Graffiti

Pubblicato il 21 Gennaio 2013 da Veronica Baker

Non appena ognuna di loro ha terminato la propria partita, un direttore di gara l’ha avvicinata per comunicarle che avrebbe dovuto sottoporsi al controllo. Alcune giocatrici, quando è stata comunicata la notizia, pensavano addirittura a uno scherzo. Nonostante la possibilità di un test antidoping fosse nell’aria, molti ancora non ci credevano. Anche perché tutto si è svolto nella massima discrezione. La stessa dottoressa Cazzaniga si è detta sorpresa per tutta l’attenzione mediatica che i controlli hanno attirato.

Fonte : Vallecamonica.net

Polemiche mediatiche a go-go in questi giorni, e soliti metodi utilizzati dai soliti noti…

Anno 2008, l’articolo che ho citato fu preso pari pari dall’Eco di Bergamo e da tutti i quotidiani sportivi nazionali .
Per la prima volta ( ed ultima, ovviamente ) ci fu un controllo antidoping al Campionato femminile scacchistico assoluto,notare che pure chi scrisse l’articolo ( completamente digiuno dell’argomento ) fece notare che era “una novità, la prima volta che in Italia i controlli riguardano un torneo femminile”.
Come mai ?
Semplice, a quel campionato era attesa un’atleta che a tutti i costi, con le buone o le cattive doveva essere fermata , utilizzando l’arma mediatica se le cose fossero andate (per loro) nel verso sbagliato .
Chissà chi era…:)

Ovviamente io, che non sono fessa e che avevo compreso prima che qualcosa di grosso bolliva in pentola ( mi invitavano spesata di tutto dopo che mi avevano combinato di tutto e di più ) all’ultimo momento rinunciai – ovviamente facendo prima finta di accettare ; notare che dal punto di vista “doping” non avrebbero potuto dirmi assolutamente nulla,dato che tutti i farmaci che all’epoca prendevo erano stati prontamenti segnalati sia alla Federazione internazionale, sia alla WADA.
Ma il loro scopo era montare uno scandalo mediatico per distruggere la mia immagine pubblica e sbattere il “mostro” in prima pagina.

Senza contare che il torneo fu deciso all’ultimo turno a tavolino con una mega combine pubblica ( con tanto di censura su questo blog da Santissima Inquisizione…)

Tranquilli, che è solo una citazione, di voi non ne voglio sentire parlare nemmeno in cartolina !

You cannot copy content of this page