Invasioni barbariche

Pubblicato il 25 Novembre 2019 da Veronica Baker

Chi non conosce la storia è condannato a ripeterla.

George Santayana


Invasioni barbariche

Invasioni barbariche
La crisi europea dei rifugiati è ormai davvero fuori controllo…

La crisi europea dei rifugiati è ormai davvero fuori controllo.
Anche perchè la maggior parte di queste persone non sono affatto rifugiati.

Solitamente – tranne rarissimi casi – non ci sono nè donne, nè bambini.
Solo uomini giovani.

Ovviamente i governi non cambieranno mai rotta finchè non si troveranno davanti al fatto compiuto : l’imbarbarimento dell’Europa, con la conseguente negazione della sua storia e della sua cultura.
Lo stesso capita allo stesso modo negli USA, soprattutto negli stati della West Coast (California in primis).

Soprattutto non ammetteranno mai che tutto quello che stanno permettendo cambierà profondamente la storia e la cultura dell’Europa come al tempo della caduta dell’Impero Romano.

Proprio come i barbari – che gradualmente ne presero il controllo, prima economico e poi militare – hanno distrutto i valori e la cultura romana.

La storia si ripete sempre, essendo la sua natura ciclica.
L’Europa verrà di nuovo inghiottita da questa ondata.

Esattamente come il 31 Dicembre 406 d.C. numerosi popoli barbari (tra cui Vandali, Alani, Burgundi e Suebi) entrarono in territorio romano attraversando il fiume Reno e devastarono la Gallia dando il via alle invasioni barbariche che avrebbero portato alla caduta dell’Impero Romano d’Occidente nel 476 d.C.

Alla fine di quest’ultimo ciclo economico, nel 2032 ormai l’intera Europa sarà l’ombra del suo antico splendore.
Così come la lingua principale della California sarà lo spagnolo e non l’inglese.

Un famoso aforisma afferma che quando Roma cadde, il popolo stava ancora ridendo.
Anche allora nessuno aveva prestato attenzione a tutto quello che stava succedendo.

Esattamente come nei tempi moderni.

La migrazione verso l’Europa è solo una parte del processo.
Non è certo una assimilazione di persone.

Ma piuttosto una invasione ed una presa di potere.



You cannot copy content of this page