Indietro tutta

Pubblicato il 19 Marzo 2021 da Veronica Baker

Quando adottiamo ciecamente una religione, un sistema politico, un dogma letterario, diventiamo automi.
Smettiamo di crescere.

Anaïs Nin


Indietro tutta
Siamo tornati ai toni della santissima inquisizione…

Il nuovo (pardon, vecchio) che avanza.
Siamo tornati ai tempi della santissima inquisizione.

Imperversano i bacchettoni, in un clima generale di persecuzione da sacrestia del paesello.

Ma cosa c’è di male in questo video da essere (da YouTube, ovviamente) vietato ai minori per i suoi contenuti ?
Almeno nel 1987 poteva andare in onda liberamente nelle ore notturne, pur essendo censurato da MTV.

Vogliamo davvero tornare ai tempi in cui il sesso era un peccato mortale ?
In effetti stiamo andando proprio in quella direzione.

Ma d’altra parte questi nuovi censori vietano anche di pubblicare foto di donne che allattano al seno perchè “volgari e dal contenuto erotico”.
Mentre sono solo di una dolcezza infinita.

E nel contempo pubblicano immagini contenenti fluidi corporei di ogni genere e video macabri ai limiti dell’etica.

Indietro tutta

Ma torniamo al video “incriminato” (Etienne di Guesch Patti), letteralmente sparito in versione completa (video+musica) dal “Tubo”.

Ecco cosa scrissi a riguardo l’anno scorso :

Un video semplicemente stupendo.
Forse uno dei più belli di sempre.

Raffinato, ammiccante.
Azzecatissimo il bianco e nero illuminato solamente verso la fine di rosso.

L’ennesima (se mai fosse servita) dimostrazione che non serve spogliarsi per calendari e riviste atteggiandosi da femme fatale.

La classe non è acqua.
E l’erotismo parte dal cervello.

A me fa letteralmente impazzire questa canzone.

Affolé, affolant
Il glisse comme un gant
Pas de limite
Au goût de l’after beat
Reste allongé
Je vais te rallumer

Ed ammetto candidamente che per me è stata fonte di grande ispirazione per tante situazioni che ho vissuto personalmente.



Veronica


You cannot copy content of this page