Immortalità (del mio mondo)

Pubblicato il 1 Luglio 2021 da Veronica Baker

These wounds won’t seem to heal, this pain is just too real
There’s just too much that time cannot erase

EvanescenceMy Immortal


Immortalità
Recuperare le energie e ricrearmi quando sono spossata dalla vita…

Perché scrivo è una domanda a cui posso rispondere facilmente.
Ovviamente me lo sono chiesta spesso.

Penso che un autore – qualsiasi autore, qualsiasi artista – scriva perché ha bisogno di creare un mondo in cui poter vivere.

Io da più di un decennio non posso più vivere in nessuno dei mondi “normali” che giornalmente vengono proposti.

Il mondo della guerra, il mondo della politica e soprattutto il mondo dei cosiddetti “dottori”, che abusivamente pretendono di entrare ogni giorno nelle nostre vite senza averne alcun diritto.

Od ancora peggio, il mondo dei mercati finanziari.
Ormai non lo reggo assolutamente più.

Nonostante gli anticorpi che possiedo da sempre e che avrebbero dovuto “immunizzarmi”.

Ma la sfacciataggine, le menzogne e le cattiverie che arrivano da questo ambiente demoniaco ormai sono insopportabili da qualunque persona che possieda almeno un briciolo di sensibilità.

Immortalità (del mio mondo)

Allora dovevo creare un mondo tutto mio, a mia immagine e somiglianza.

Un luogo, una regione, un’atmosfera in cui poter respirare a pieni polmoni.
Per recuperare le energie e rigenerarmi quando sono spossata dalle vicende che giornalmente la vita mi mette davanti.

Questa, credo, è la ragione per cui scrivo.

D’altra parte, in questo momento, in tutto il mondo ci sono persone come me.

Sono sole, oppure sentono la mancanza di qualcuno.
Sono depresse, oppure sono state ferite.

Hanno cicatrici del passato, oppure hanno problemi personali che nessuno conosce.
Dentro di loro possiedono segreti cui nessuno crederebbe mai.
Ma ancora desiderano, sognano e sperano.

Forse in questo momento anche tu sei seduta (o seduto) a leggere queste mie parole.
Ed io scrivo anche per te.
Così forse non ti sentirai più isolata dal resto del mondo.

Ricordati sempre di non essere depressa a causa del tuo passato.
E soprattutto non preoccuparti esclusivamente del futuro.

Ma concentrati sull’oggi.
E se il presente non è dei migliori (ed in effetti in questo momento è proprio così, anzi è uno dei peggiori in assoluto), ricorda che il domani porta sempre una nuova possibilità.
A patto di non arrendersi.



Veronica


You cannot copy content of this page