Il WTO dimenticato

Pubblicato il 28 Gennaio 2014 da Veronica Baker

Negli ultimissimi giorni ha tenuto banco la ben nota vicenda Electrolux , conseguenza ovvia della situazione che sta creandosi a causa non tanto (o meglio non solo) dell’€ , ma soprattutto dei FOLLI accordi sul libero commercio (il famoso WTO stipulato nel 2001 ,e  rafforzato notevolmente il 13 Dicembre 2013   : notizia questa (guardacaso !)  che nessun mass media nazionale ha citato – se non le solite due righe di comunicato di agenzia – , e (ovviamente !)  nessun economista accademico che vanno per la maggiore e che preferiscono parlare solo dell’€ (che è solo una conseguenza, ma i peones devono conoscere solo il 10% al massimo di ciò che si deve sapere, tattica ben nota e che soprattutto presuppone l’abitudine alla somministrazione di un anestetico di massa ) , compreso anche il demenziale Fiscal Compact (che di fatto serve a blindare in una apparentemente impenetrabile cassaforte gli accordi del WTO ! ).

Questo del dumping salariale è un tema fondamentale ( il più importante sicuramente – UNICO che ho approfondito nel corso degli anni- e da cui poi tutti gli altri sono direttamente collegati, ad esempio a cosa servono le ondate di migranti provenienti dall’Africa  ? Ovviamente ad ACCELERARE il declino dei redditi degli indigeni ), ma ovviamente nessuno ne parla, ed è il facilissimo modo in cui viene strangolata gradualmente da anni l’economia , come ho da ANNI e più volte citato in passato come ad esempio qua.

Ma siccome lo scopo è di ridurre la popolazione a lavorare come degli schiavi a 3€ l’ora (indegno di qualsiasi paese civile)…

rp_catene-300x201.jpeg

You cannot copy content of this page