Il vaso di Pandora

Pubblicato il 23 Novembre 2011 da Veronica Baker

Tentativo di recupero dei listini USA dopo un avvio in netto calo dovuto ai dati deludenti sul GDP ( 2% contro un consensus nettamente superiore del 2.5% ) , con una chiusura vicino alla parità ( Nasdaq -.07% , Dow -0.46%, S&P-0.41%) dovuto al fatto che il mercato inizia per l’ennesima volta ad aspettarsi l’ennesimo QE  ( mascherato o non, poco importa a questo punto ) da parte della Fed.

Per altro, il tentativo di recupero dei listini è già stato abortito in Asia, dove i listini si sono riallineati “recuperando” il terreno negativo ; ma oggi, come ho già scritto ieri, si dovrebbe assistere ad un rimbalzo tecnico della durata di qualche seduta : domani è giorno di festa negli USA e venerdì i mercati a stelle e strisce apriranno per una sessione di metà giornata , le condizioni ideali per uno short covering settimanale con volumi bassi).

Sul fronte societario, dopo la defunta MF Global , altre due società da me segnalate fra le candidate per la fine del 2012 al chapter 11 ( od alla nazionalizzazione se banche ) stanno rapidamente avvicinandosi a quotazioni da fallimento.

Ed a sorpresa ( o forse no ?) , non sono ita(g)liane, ma c’è una banca krukka ( Angelona , i guai sono in Cermania, non lo sapevi o fai finta di non saperlo ? )  e di quelle molto note e pesanti : Commerzbank, che ieri ha collassato del 15% , ed il mega carrozzone statale franco/americano Alcatel/Lucent , -11% ancora ( e Sarkò ora non riderà proprio più…).

All’epoca del merger fra i due colossi, commentai che sommando due società in crisi il risultato finale sarebbe stato lo zero assoluto:  stiamo raggiungendo il target.

Chart forCommerzbank AG (CBK.DE)

Chart forAlcatel-Lucent, S.A. (ALU.PA)

Sul fronte delle notizie societarie , risultati in calo per CPB ( cifre di affari in calo nonostante utili superiori alle attese, il che significa ulteriori difficoltà dei ceti più bassi ad arrivare a fine mese visto il core business della società , zuppe in scatola e cibi precotti ) , mentre una delle ex-starlette dell’anno , cioè P, chiuderà con una perdita almeno doppia a quella stimata dagli anal-isti ( dei miei stivali ) : -50% in 3 mesi dal suo debutto dopo l’IPO.

Chart forPandora Media, Inc. (P)

Sul fondo del vaso è rimasta solo la speranza ,mentre tutti i mali sono già usciti…

You cannot copy content of this page