Il tempo è sempre galantuomo

Pubblicato il 28 Maggio 2021 da Veronica Baker

Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie.
Ma per quelli che osservano senza fare nulla.

Albert Einstein


Pochi giorni fa sono venuta a sapere che dopo 35 anni di onorata attività la ditta fondata da mio padre – che per altro dovrebbe essere ancora proprietario dell’edificio – è fallita.
La notizia non mi ha certo sorpresa.

Era in crisi da diversi anni, il settore in cui operava (automazione industriale) in Italia è ormai in stato comatoso.
L’ultimo colpo finale li ha buttati definitivamente a terra.

Quando sento qualcuno lamentarsi del crollo del suo fatturato rispondo sempre con una semplice domanda.
“Com’è cambiata la tua attività negli ultimi anni ?”
Quasi sempre non vi è stato alcun cambiamento, alcuna innovazione, alcuna ristrutturazione.

Il loro modello aziendale non è mai variato nel corso degli anni.

Il tempo è sempre galantuomo.
Il loro modello aziendale non è mai variato nel corso degli anni…

Inoltre le conoscenze tecniche dei soci fondatori – che via via si sono sfilati dalla vita aziendale andando in pensione per limiti di età o per gravi motivi di salute – non sono state trasmesse ai nuovi soci subentranti, dei semplici venditori (quando andava bene) senz’arte nè parte che pensavano solo ad un immediato profitto e nulla più.

Nessuno di loro ha operato quelle scelte intelligenti senza le quali non avrebbero avuto alcun futuro.
Non si trattava di investimenti che avrebbero riguardato impianti, immobilizzazioni, macchinari.

Questo avrebbe richiesto disponibilità finanziarie non sempre esistenti.

Ma investimenti di natura prevalentemente immateriale.

Investire su se stessi, acquisendo quelle conoscenze senza le quali sarebbe stato impossibile fornire quei servizi che il nuovo mercato avrebbe richiesto.

La mia tesi era che alla base di tutto occorreva cambiare mentalità, acquisendo la consapevolezza che la semplice fornitura di un prodotto avrebbe dovuto essere sostituita dalla fornitura di un servizio personalizzato alle singole esigenze.
Occupando quelle piccole nicchie di mercato che non possono essere soddisfatte dall’industria o dalla concorrenza cinese in primis.

Il tempo è sempre galantuomo

Il finale non poteva che essere uno solo.

Naturalmente, in precedenza anche mio padre – così come quasi tutti coloro che in passato mi avevano chiesto un’opinione sulla crisi economica che attanaglia da più di un decennio il nostro paese (e non solo) – non aveva mai voluto ascoltare i miei consigli.
Scegliendo invariabilmente non solo di agire testardamente contro la evidenza, ma addirittura cercando nel corso degli anni di mettermi in cattiva luce perchè “fornivo informazioni false e tendenziose”.

Abbastanza curiosamente, nello stesso giorno in cui ho appreso questa notizia sono riuscita a portare a termine un’importante operazione societaria che non solo ha modificato lo statuto della mia piccola società di proprietary trading, ma che soprattutto le permetterà di andare avanti nel corso dei prossimi anni.

Per completare il tutto è stato necessario poco più di un mese.
Un tempo molto ristretto.

La operazione (probabilmente la più importante della mia carriera) si è chiusa molto positivamente, vero.
Ma la vicenda che racconterò mi ha profondamente segnata per sempre.

Since April 9th we have had 33 eruptions with the last being on April 22nd.
However, we are faced with floods from the rain and its just one disaster after the other.

Uno scenario apocalittico (33 eruzioni vulcaniche dal 9 al 22 Aprile e successive inondazioni dovute a tifoni tropicali) che ha devastato uno dei pochi paradisi terrestri ancora esistenti.
E che raccontato in prima persona (anche se solo via e-mail) mi ha fatto proprio rabbrividire.

Economia locale (basata prevalentemente sul turismo e che quindi era già in ginocchio a causa della “farsa”) rasa letteralmente al suolo, la stragrande maggioranza delle società internazionali che immediatamente si sono velocemente sposate in altri lidi o che hanno chiuso le loro sedi locali (questo anche a causa di scelte governative a dir poco infelici effettuate nei mesi precedenti dal governo locale “ovviamente” comunista…).

Io non ho abbandonato la barca che stava affondando, ed ho continuato a dare fiducia a chi aveva lavorato fino a quel momento in modo impeccabile.
Nonostante in quel momento vivesse una situazione di estremo disagio che inizialmente non le permetteva nemmeno di rispondere in modo continuo alle mie email.
Ma la fiducia – come è giusto che sia – ripaga sempre.

In ogni caso però tutte le mie decisioni prese nelle scorse settimane – a partire dal mio totale disimpegno a partire dal terzo quadrimestre del 2021 da ogni attività di analisi finanziaria di qualsivoglia genere ed il mio totale distacco da qualsiasi ambiente istituzionale che non sia collegato alla mia piccola società – non cambiano di una virgola.

Anzi, ne escono ancora più rafforzate.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page