Il perchè di un fallimento (2)

Pubblicato il 6 Luglio 2019 da Veronica Baker

Il fallimento è un successo se traiamo una lezione da esso.

Malcolm Forbes


L’errore assiomatico che ha portato LTCM all’impatto frontale con la realtà è lo stesso che sta alla base di tutta la bolla speculativa mondiale dei derivati e di altre attività speculative.
L’illusione di congegnare una realtà virtuale capace davvero di anticipare sistematicamente la realtà autentica.

Una metafora per l’intero sistema finanziario globale.


Dicembre 21, 2004


Eventi come quello dell’LTCM hanno ampiamente dimostrato che una gestione accorta dei rischi finanziari virtuali non assicuri affatto contro la possibilità di restare vittima della volatilità dei mercati, per le seguenti ragioni :

I modelli teorici utilizzati, per quanto precisi in teoria, si rivelano non aderenti alla realtà anche solo per palese irrazionalità degli altri operatori (model risk)

I modelli, pur precisi e realistici, utilizzano stime errate delle variabili rilevanti (estimation risk)

I modelli, pur precisi, realistici ed impostati con stime corrette, producono indicazioni impossibili da tradurre in pratica in modi e tempi corretti a causa di errori umani e di carenze nelle infrastrutture tecnologiche e nell’organizzazione delle istituzioni finanziarie (operational risk), oppure di difficoltà nella ricerca immediata della controparte (liquidity risk)

Fallimento
Una metafora per l’intero sistema finanziario globale….

Se si abbandona l’area illuminata del mondo virtuale disegnato dai modelli dando adeguata considerazione a questi aspetti ecco che la rilevazione di opportunità di profitto conseguenti alle violazioni delle relazioni teoriche di arbitraggio divengono incerte da interpretare.

Sono casi di inefficienza da sfruttare a proprio vantaggio senza rischio ?

Oppure compenso per l’assunzione di rischi estranei al mondo virtuale disegnato dai modelli ?

All’epoca gli studiosi furono concordi nel dire che quello che era successo era, metaforicamente, un evento irripetibile.

Ma questa visione non è corretta.

Le crisi dei mercati non sono uragani.
Ma prodotti del comportamento umano.
Che talvolta può essere irrazionale.

Il perchè di un fallimento

LTCM divenne così pericoloso anche e soprattutto perchè gli uomini che la guidavano e le banche d’affari che l’appoggiavano diventarono troppo avidi.
Prendendosi rischi insostenibili a lungo termine.

Una lezione non ancora imparata.



44


You cannot copy content of this page