Il dramma ripetuto

Pubblicato il 12 Luglio 2021 da Veronica Baker

Ci sono abissi in cui la maggior parte degli esseri umani non osa scendere.
Sono gli inferni della nostra vita istintiva, il viaggio nei nostri incubi necessario per rinascere.

Anaïs Nin


Solo dopo molto tempo sono riuscita a capire completamente il significato e soprattutto il valore di queste profonde parole.
Ed improvvisamente la mia vita si colorerà come in un arcobaleno.


Quando gli avvisi protettivi si interrompono – il Dramma Ripetuto

Il dramma ripetuto
La società moderna insegna a sopprimere le emozioni…

La società moderna insegna a sopprimere i nostri sentimenti.

Impariamo a nasconderli.
Li sostituiamo con altri.

Tendiamo a camuffarli.
Ma soprattutto ci desensibilizziamo da loro.
Sforzandoci di disconnettere i sentimenti che desideriamo provare dalla nostra personale logica interiore.

La società molto spesso ci intima di “non provare una particolare emozione”.
Gli uomini non devono piangere.

Le donne non devono arrabbiarsi.
I bambini a scuola devono stare composti e seduti sui banchi senza mai esprimere alcun giudizio sul sistema scolastico.

Ma la soppressione delle emozioni interrompe il collegamento vitale attraverso il quale il nostro subconscio comunica le proprie esperienze alla mente cosciente.

Quando si verifica questa situazione il nostro subconscio proverà a ripetere l’esperienza sempre più intensamente.
Cercando in tutti i modi di informare la mente cosciente.

Ad esempio la mente cosciente può apprendere da una figura genitoriale (od in ogni caso autoritaria) che un particolare sentimento è “cattivo” e che “non ci si deve sentire in quel modo”.
Di conseguenza la mente cosciente tenderà a riconoscere quella emozione come pericolosa.
Provando in tutti i modi a bloccarla.

La mente cosciente può arrivare a programmare il proprio subconscio come “giudice”.
Con l’evidente volontà di proibire a tutti i costi la comunicazione al subconscio di quella sensazione.

Alla fine quella emozione sarà sempre associata a qualcosa di cattivo.
Quindi da evitare a tutti i costi.

Tuttavia il subconscio continuerà a voler comunicare sia l’esperienza che vorrebbe provare, sia soprattutto la conseguente emozione.
L’intensità ed il desiderio aumenteranno sempre di più.

Una vera e propria pressione, sempre più forte.
Dapprima l’esperienza sarà solo immaginata.
Ma dopo inizieranno dei veri propri incubi notturni.

urlo 238x300 1
Un vero e proprio dramma interiore…

Un vero e proprio dramma interiore in cui il subconscio desidera di provare sempre la stessa emozione.
Proprio quella che la mente cosciente rifiuta di provare.
Tornando quindi al punto di partenza.

Un processo che ogni volta si rafforza e si consolida sempre di più nel subconscio.

Se la mente cosciente continuerà a non ricevere il messaggio positivo da parte del subconscio, questi drammi interiori ricorrenti diventeranno sempre più frequenti.

Ogni volta sempre più intensi.

Proseguendo ininterrottamente per anni.
Talvolta anche per tutta la vita.

Il subconscio continuerà a desiderare che la mente cosciente recepisca l’avviso protettivo in tutti i modi possibili.
Ma la mente cosciente continuerà a bloccare l’emozione che il proprio subconscio vuole provare.

Sopprimendo i sentimenti la mente cosciente blocca anche il proprio miglior sistema di allerta per evitare di riconoscerli di nuovo come negativi.
Il subconscio ha infatti sempre un’intenzione positiva.

Ecco perchè tutti ottengono sempre ciò che vogliono.
O meglio ottengono quello che il loro subconscio desidera.

Le proteste e i dinieghi della mente cosciente non fanno altro che confermarlo.



StrongerthanDestiny


You cannot copy content of this page