Ifil (ora Exor): l’equity swap del 2005 su Fiat

Pubblicato il 28 Febbraio 2013 da Veronica Baker

Gianluigi Gabetti, Franzo Grande Stevens e Virgilio Marrone sono stati condannati , in appello, per l’equity swap di Ifil-Exor, l’operazione finanziaria che nel 2005 permise a Ifil di restare l’azionista di riferimento della Fiat.

IFIL-EXOR

Umberto Eco con Franzo Grande Stevens è stato anche promotore del circolo politico e culturale «Libertà e Giustizia», insieme a Guido Rossi , Carlo Debenedetti, Leopoldo Pirelli, Giandomenico Lepore e tanti altri, su cui dispensò la seguente battuta :

“Libertà e Giustizia non è una lobby ma piuttosto una mafia”.

Più che una battuta, un lapsus.

You cannot copy content of this page