I vertici di Pfizer presto accusati di genocidio ?

Pubblicato il 11 Maggio 2021 da Veronica Baker

Lo “stato totalitario” è uno stato solo in apparenza ; ed il movimento non si identifica più neppure coi bisogni del popolo, è pronto a sacrificare stato e popolo per la sua ideologia.

Hannah Arendt – Le origini del totalitarismo


I vertici di Pfizer presto accusati di genocidio
Purtroppo un documento della Pfizer stessa conferma tutto questo…

I vertici di Pfizer presto accusati di genocidio ?

Centinaia se non migliaia di donne hanno riferito di aver sofferto di emorragie/coaguli irregolari dopo aver ricevuto uno dei “vaccini” mRNA della famigerata Pfizer.
E purtroppo centinaia di altre hanno sofferto di aborti del loro bambino non ancora nato.

Ma oltre a già a questo tipo di effetti collaterali – di per sè terribili anche solo a parlarne – stanno emergendo centinaia di altre testimonianze fornite da donne che affermano di aver perso il loro bambino che portavano in grembo o di aver sofferto di emorragie/coaguli irregolari dopo essere state in compagnia di altre donne che erano state in precedenza “vaccinate” con il famigerato mRNA Pfizer.

Sembra incredibile, vero ?
Beh, purtroppo un documento della Pfizer conferma che tutti questi effetti collaterali – soprattutto l’ultimo – è perfettamente possibile, ed è ovviamente stato previsto dai ricercatori della Pfizer stessa.

La dottoressa Naomi Wolf – un’autrice e giornalista americana – è stata molto attiva su Twitter sull’argomento.
Ed il 19 aprile 2021 ha pubblicato un link a questa pagina Facebook.
Questa pagina contiene centinaia di resoconti di donne che riportano sanguinamenti irregolari dopo aver ricevuto una dose del “vaccino”.
Ma soprattutto dopo essere in compagnia di altre persone che avevano ricevuto una dose del “vaccino”, e non loro.

La reporter di ABC7 news, Kate Larsen ha poi condotto una inchiesta su come i “vaccini” stiano influenzando i cicli mestruali.
Ricevendo migliaia di risposte da donne preoccupate.
Eccone alcune :

“Ho fatto il mio primo “vaccino” a Gennaio seguito dal richiamo a Febbraio, e da allora ho avuto emorragie con coaguli di sangue.
E questo mese di Aprile è stato ancora più pesante”.

“Ho pensato che stavo diventando pazza, e sono persino arrivata a fare un appuntamento dal medico per capire davvero che cosa stava succedendo”.

“Ho ricevuto il “vaccino” Moderna a Gennaio con il richiamo a Febbraio, ed ho avuto un blocco del mio ciclo mestruale per 3 mesi.
Ho fatto diversi esami del sangue, test di gravidanza ed ecografie, ma tutto è risultato normale.
Poi finalmente il 4 aprile ho avuto il mio ciclo ed è stato davvero gravoso : 22 giorni senza alcuna pausa”.

E’ pure ormai ampiamente noto dai rapporti settimanali del governo britannico sulle reazioni avverse ai “vaccini” che molte donne stanno perdendo il bambino che portavano nel loro grembo.
Naturalmente dopo la somministrazione di uno dei “vaccini”.
Il 13° rapporto, che include i dati ufficiali fino al 21 aprile 2021, ha segnato una triste pietra miliare, in quanto il numero di donne che hanno segnalato la perdita del loro bambino dopo avere ricevuto uno dei “vaccini” ha superato la soglia di 100.

Dopo avere letto rapporti così inquietanti come questo, non ci si può più stupire di nulla.
Soprattutto se si conosce sin dall’inizio lo spartito che sta dietro tutta questa farsa che ogni giorno che passa sta rivelandosi sempre più tragica.

Questo è il motivo per cui non è stato difficile trovare nascosta fra le righe in un documento della Pfizer stessa intitolato “A PHASE 1/2/3, PLACEBO-CONTROLLED, RANDOMIZED, OBSERVER-BLIND, DOSE-FINDING STUDY TO EVALUATE THE SAFETY, TOLERABILITY, IMMUNOGENICITY, AND EFFICACY OF SARS-COV-2 RNA VACCINE CANDIDATES AGAINST COVID-19 IN HEALTHY INDIVIDUALS” un’intera sezione che spiega in modo molto accurato la reale possibilità di “contagio da vaccino mRNA”.

Una situazione possibile per TUTTI coloro che sono (o sono stati) in stretta vicinanza con qualcuno che ha inoculato il “vaccino” mRNA Pfizer nel proprio organismo.
E quindi subire una reazione avversa tipica delle persone “vaccinate”.

Incredibile vero ?
Sono la solita “complottista”, ancora più vero ?

Ed invece… no !
E’ la Pfizer stessa che lo afferma !

I vertici di Pfizer presto accusati di genocidio ?

Esaminiamo con attenzione le righe del documento.

I vertici di Pfizer presto accusati di genocidio
Una sezione del documento molto inquietante…

Nella sezione 8.3.5 del documento si descrive come in gravidanza o durante l’allattamento deve essere segnalato alla Pfizer stessa qualsiasi inoculazione del “vaccino”.

Un avvertimento molto strano.
Le donne incinte e le neo-mamme non facevano e non fanno parte (e soprattutto NON dovrebbero esserlo mai) di alcun oggetto di studi riguardo alla sicurezza del “vaccino”.
Quindi come potevano essere esposte nella fase cosiddetta di “prova” ?

Bene, cioè molto male.

I vertici di Pfizer presto accusati di genocidio
L’esposizione durante la gravidanza può verificarsi se una donna risulta essere incinta ed è esposta ambientalmente al “vaccino” durante la gravidanza…

Pfizer stessa quindi ha dovuto ammettere (presumo a denti stretti) questo fatto assai increscioso.
L’esposizione durante la gravidanza può verificarsi se una donna risulta essere incinta ed è esposta ambientalmente al “vaccino” durante la gravidanza.

Infatti il documento afferma TESTUALMENTE che l’esposizione ambientale durante la gravidanza può verificarsi se un membro della famiglia di genere femminile (od anche una persona appartenente al personale medico o paramedico di entrambi i generi) segnala che la partner di genere femminile è rimasta incinta dopo essere stata esposta all’intervento di studio per inalazione o contatto con la pelle.

Oppure se un membro maschile della famiglia (od un operatore sanitario) che è stato esposto all’intervento di studio per inalazione o contatto con la pelle espone la sua partner femminile prima (od anche vicino) il momento del concepimento.

Usando termini terra terra, Pfizer ammette in questo documento che è possibile sottoporre un altro essere umano al “vaccino” mRNA semplicemente respirando la stessa aria oppure toccando la pelle della persona che è stata vaccinata.

In poche parole, chi semplicemente tocca o sta vicino ad una persona che è stata “vaccinata” può essere “vaccinato” lui stesso o lei stessa.

Ancora più in breve : l’arma batteriologica che è stata rilasciata da Pfizer (e Moderna) – ben finanziate dalle elite, con il bene placito di tutti i politici criminali che stanno appoggiando questa farsa – sarà diffusa da tutti e tutte coloro che si sono sottoposti al “vaccino”, che inconsapevolmente sono diventati dei veri e propri untori.

Ovviamente Pfizer conferma anche che è possibile esporre il proprio bambino appena nato al “vaccino” mRNA tramite l’allattamento al seno.
E questo può succedere ANCHE se la madre NON ha ricevuto il “vaccino” Pfizer.

image 44
Gli operatori sanitari sono diventati inconsapevolmente dei veri e propri “untori”…

Infatti candidamente aggiunge che tutto questo è di nuovo possibile semplicemente attraverso l’esposizione ambientale, in cui la madre si trovi ad allattare il proprio bambino dopo essere stata esposta all’intervento di studio per inalazione o contatto con la pelle.

Pfizer inoltre conferma anche nella sezione 8.3.5.3 del documento che le reazioni avverse possono verificarsi dopo “una esposizione professionale”.

Il documento afferma che l’esposizione professionale si verifica quando una persona riceve un contatto diretto non pianificato.
Aggiungendo che questo “può o non può portare al verificarsi di un evento avverso”.

Ovviamente le autorità governative mondiali stanno facendo di tutto per censurare le migliaia di testimonianze di donne che riportano la realtà dei fatti al di fuori nel mainstream ufficiali che invece continuano a negare l’evidenza.
Cercando di sminuire od addirittura prendendo in giro tutti coloro che in modo assai superficiale (se non proprio criminale) sono definiti “anti-vaxxers” oppure “complottisti”.

Ma visto che non è più possibile celare la verità per l’arrivo delle imminenti cause legali che potrebbero portare al fallimento e soprattutto all’arresto dei vertici di Pfizer (oltre che di Moderna, ecco il perchè Bill Gates all’improvviso ha divorziato dalla moglie Melinda), sono stati costretti a dichiarare nero su bianco in un loro documento ufficiale che la diffusione per contagio del “vaccino” mRNA è una possibilità reale.

Ed ovviamente hanno estrema preoccupazione al riguardo quando si tratta di donne e di gravidanza.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page