I nodi arrivano al pettine

Pubblicato il 20 Gennaio 2021 da Veronica Baker

Lo “stato totalitario” è uno stato solo in apparenza.
E il movimento non si identifica più neppure coi bisogni del popolo, è pronto a sacrificare stato e popolo per la sua ideologia.

Hannah Arendt – Le origini del totalitarismo


Non è che voglio dire “le ultime parole famose”.
Ma purtroppo tutto si svolge seguendo un copione visibile da tempo.
Ovviamente da parte di chi vuole vedere.

Ieri in Olanda la Polizia – in tenuta anti-sommossa – ha usato cannoni ad acqua per disperdere la folla (come già visto più volte in Germania ed in Cile).
Cani che ringhiano contro i manifestanti.
Persone che manifestano per la loro libertà oppresse.



Mentre a poche centinaia di metri di distanza, “migranti” assaltano e saccheggiano negozi.
Con la Polizia che sta a guardare senza fare nulla.

Questo è ciò che scrivevo a Giugno dell’anno scorso :

La polizia locale contribuisce ad aggravare la violenza, anzichè cercare di fermarla.

Questo dimostra chiaramente che la polizia non sta lavorando al servizio dei cittadini proteggendoli.
Ma contro gli interessi reali della popolazione.

Probabilmente vogliono creare ancora di più caos.
Per dare così la possibilità ai diversi stati di giustificare dei nuovi lockdown, questa volta “per ragioni di sicurezza nazionale”.



I nodi arrivano al pettine

Qualcuno forse ricorderà il mio lunghissimo post dello scorso Marzo, dove smontavo sin dai primi giorni non solo l’intera farsa mondiale, ma puntavo il dito contro le città di Bergamo e Brescia :

Perchè uno degli epicentri dell’infezione si trova a Bergamo ?
Resta il numero incredibilmente alto dei colpiti nella Bergamasca, e della particolare gravità con cui si presenta qui.

Molti si domandano se non da mettere in relazione con la impetuosa campagna di vaccinazioni che la giunta comunale, e la Regione, hanno applicato “a tappeto” (parole loro) agli anziani di Bergamo e Brescia poche settimane prima dell’esplodere dell’epidemia.

Pare che i nodi piano piano inizino ad arrivare al pettine.
Ieri hanno arrestato a Brescia un medico – il primario del pronto soccorso – per omicidio.

I nodi arrivano al pettine
I nodi piano piano stanno iniziando ad arrivare al pettine…

L’accusa è di aver dato intenzionalmente ai suoi pazienti un mix di farmaci letali per ucciderli.
Una atroce verità.
Il  sistema medico/infermieristico sta intenzionalmente uccidendo le persone più “deboli”.

Trattasi quindi di genocidio mondiale.
Ed i responsabili dovranno essere processati e condannati da un tribunale militare speciale.

Sui vaccini si è già detto molto.
Ogni giorno che passa escono nuove informazioni assai inquietanti.

Merck – abbastanza furbescamente – si è appena tirata fuori dal pantano, dichiarando che “i loro test clinici non hanno dato risultati soddisfacenti”.

Anche perchè sempre più persone stanno subendo gravi effetti collaterali.

Trenta persone sono decedute in Norvegia in seguito al “vaccino” Pfizer/BioNTech.
E secondo fonti provenienti dal Vaticano (quindi false) nove vescovi cattolici “sarebbero” morti nella settessa settimana a causa del “virus killer“, ovviamente dislocati in diverse parti del mondo.
Una coincidenza singolare.

Nel frattempo in Italia uno studio ha mostrato che alcuni pazienti affetti da tumore avevano già sviluppato anticorpi contro il “virus killer”.
Quindi non si tratta(va) certo di una novità “sconosciuta”.

Non è mai esistito nessun “virus killer”.
Tutto noto ufficialmente (senza essere per forza “complottista” come me) da Maggio dell’anno scorso :

Arrivano ulteriori conferme ufficiali sul virus truffa.
Come al solito dalla Germania.

Si tratta di un rapporto di 93 pagine intitolato “Analisi della gestione della crisi”.
Redatto da un gruppo scientifico nominato dal ministero degli Interni e composto da esperti medici esterni di diverse università tedesche.

Un sunto delle parti più importanti è il seguente :

Pericolosità del “virus” : “sopravvalutata”.
Le persone decedute sono quelle che statisticamente hanno raggiunto la fine della loro vita (numero spesso tristemente aumentato tramite veri e propri genocidi, come ad esempio in Italia, negli USA ed in Messico, n.d.A.).
In tutto il mondo in quattro mesi i decessi totali sono stati circa 250.000 contro 1.500.000 morti (25.100 in Germania) durante l’ondata influenzale del 2017/18.
Il pericolo non è maggiore di quello di molti altri virus. E’ stato solo un falso allarme.
Lo stato ed il mainstream hanno diffuso quasi esclusivamente fake news

Ed i lockdown – com’è ovvio che sia – peggiorano le condizioni di salute della popolazione (perchè vengono negati i più elementari servizi sanitari a chi è realmente malato) e distruggono la economia.

“Molteplici e pesanti conseguenze delle misure prese dai vari governi”.
Ed avverte che queste sono “gravi”.

Infatti sono “molte di più le persone che muoiono a causa delle misure di prevenzione imposte dagli Stati che quelle che uccise dal virus”.
Anche perchè tutti i sistemi sanitari pubblici stanno rinviando gli interventi chirurgici salvavita.
Oltre a ritardare o ridurre le cure per i tutti i pazienti non affetti dal virus.

Un piano diabolico contro la libertà individuale dei popoli e fare fallire volontariamente l’economia del pianeta.
Questo è dove i mondialisti vogliono portare l’intero mondo Occidentale.
Un mondo dove anche camminare per strada può diventare pericoloso.



Altro video choccante proveniente dall’Olanda.
Una donna colpita dal getto degli idranti e sbattuta a terra senza alcun motivo reale.
Non stava nemmeno “manifestando”.

I “globalisti” attaccano europei (ed in generale occidentali) inermi.
E proteggono i peggiori criminali.

Ma negli USA qualcosa di grosso sta per succedere.
Il Campidoglio è completamente circondato dai militari.

Ma il Congresso non si riunirà fino a metà febbraio.
Perchè ?



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page