Guerre di indipendenza

Pubblicato il 21 Maggio 2020 da Veronica Baker

Meglio morire combattendo per la libertà che essere prigioniero per tutti i giorni della tua vita.

Bob Marley


Guerre di indipendenza

rivoluzione francese 1200x900 1
Questo è lo stesso atteggiamento elitario che ha ispirato la Rivoluzione Francese…

C’è una grave crisi economica in atto,  è evidente a tutti.
Ma i mercati finanziari sembrano ignorare al momento la gravità del danno subito.

Non è solo il settore delle vendite al dettaglio ad essere a rischio.
Ma iniziano a vedersi piccole amministrazioni comunali in bancarotta.

I personaggi che stanno cospirando contro l’economia mondiale non tengono minimamente conto che quasi l’80% della forza lavoro è impiegata nel settore dei servizi.

Ovviamente non capiscono assolutamente nulla di economia.
Ma soprattutto non gliene può fregare di meno della gente normale, in particolare della classe media.

Il loro piano è permettere il crollo totale della economia, distruggere i fondi pensione e poi dopo incolpare “altri” delle loro malefatte.

In questo modo – togliendo di fatto il sostentamento a tutti coloro che hanno lavorato per trenta/quaranta anni – diminuiranno il tenore generale di vita.

E le fasce più deboli – soprattutto gli anziani – ne risentiranno.
La aspettativa di vita diventerà sempre più bassa.
Con grande felicità di tutti coloro che desiderano una graduale “riduzione” della popolazione mondiale.

Purtroppo abbiamo a che fare con dei veri e propri elitisti che considerano il resto del mondo come degli stupidi pupazzetti con cui giocare.
Non hanno alcun riguardo per tutti i posti di lavoro che stanno distruggendo.

E se la gente non riesce a trovare lavoro, poco male.
Torneranno a mangiare pane e cipolle.
Mentre loro – ovviamente – continueranno a mangiare caviale e champagne.

E’ lo stesso atteggiamento elitario che ha ispirato la Rivoluzione Francese.
Ma questa volta saranno la classe media e soprattutto le persone di mezza età ad alimentarla e – soprattutto – a combattere.

Il finale comunque sarà il medesimo.
Disordini civili sempre più frequenti, insurrezioni popolari.

Ed infine guerre per la indipendenza fra stati.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page