Grafene ed onde elettromagnetiche

Pubblicato il 27 Luglio 2021 da Veronica Baker

Ne consegue che le capacità conduttive del grafene possono essere regolate a piacimento.
Naturalmente può fare danni o meno a secondo della volontà di chi controlla determinate frequenze.

Veronica Baker


Grafene ed onde elettromagnetiche

Diversi ricercatori stanno studiando il comportamento del grafene quando è esposto a campi EMF (elettromagnetici) in tempo reale.

E le informazioni che provengono ancora una volta dalla Cina confermano quando ipotizzato.
A seconda del segnale d’onda emesso il grafene diventa più o meno conduttivo.


Un importante articolo sull’assorbimento delle microonde è il seguente,

Porous Graphene Microflowers for High-Performance Microwave Absorption



Curiosamente, ancora una volta gli autori sono tutti cinesi, i loro nomi sono Chen Chen, Jiabin Xi, Erzhen Zhou, Li Peng.

Nel nostro capo di ricerca, le microonde sono quelle emesse dalla telefonia mobile, giusto per puntualizzare.
Ecco un importante passo di questo articolo :

Il grafene ha mostrato un grande potenziale nellʼassorbimento delle microonde (MA) grazie alla sua alta superficie, bassa densità, conducibilità elettrica regolabile e buona stabilità chimica.

Per realizzare completamente la capacità di MA del grafene, la microstruttura del grafene dovrebbe essere attentamente affrontata.
Qui abbiamo preparato microflussi di grafene (GMFS) con struttura altamente porosa per materiale di riempimento MA ad alte prestazioni.

La larghezza di banda di assorbimento efficiente (perdita di riflessione ≤ -10 dB) raggiunge 5,59 GHz (N.d.T. : è nella larghezza di banda 5G, vero ?) – e la perdita di riflessione minima è fino a -42,9 dB, mostrando un aumento significativo rispetto al grafene impilato”.

In altre parole, a seconda della struttura tridimensionale data al grafene, ha una banda di assorbimento od un’altra.
Questo è appunto quello che stiamo verificando nei nostri studi.

“Inoltre, il basso contenuto di riempimento e la bassa densità sono vantaggiosi per le applicazioni pratiche.
Senza compounding con materiali magnetici o polimeri conduttivi, i GMFS mostrano prestazioni eccezionali di MA con l’aiuto di un design razionale della microstruttura.

Inoltre, i GMFS mostrano vantaggi nella facile processabilità e nella produzione su larga scala rispetto ad altri materiali di grafene poroso tra cui aerogel e schiume”.

Notare :

“Conducibilità elettrica sintonizzabile”.

Grafene ed onde elettromagnetiche
Le capacità conduttive del grafene possono essere regolate a piacimento…

A seconda del segnale d’onda emesso (in questo caso il 5G), diventa più o meno conduttivo.
Pertanto, può rimanere a lungo inerte nel proprio corpo senza avere mai alcun tipo di reazione.

Se non viene esposto ad alcune onde particolari, il grafene può non avere conduttività, oppure averne una molto alta.

Quando lo si desidera, basta esporlo ad onde aventi una frequenza particolare, ed “impazzisce”.
Inizia sempre di più mostrare le sue proprietà conduttive, ossidandosi automaticamente.

Ed inizia a “distruggere” tutte le cellule che gli stanno intorno (provocando le ormai famose “tempeste di citochine”).

Ne consegue che le capacità conduttive del grafene possono essere regolate a piacimento.
Naturalmente può fare danni o meno a secondo della volontà di chi controlla determinate frequenze.

E può fare danni alle persone quando lo si desidera.

Sono loro (i ricercatori cinesi) a dirlo.


BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page