Gold Up,CHF Up, venti di guerra in arrivo ?

Pubblicato il 28 Giugno 2010 da Veronica Baker

Un grafico che si commenta da solo :

E’ abbastanza ridicolo notare come lo UMICH – University of Michigan Consumer Index – abbia raggiunto i valori di inizio 2008 .

Nonostante tutto quello che ci ricorda Zerohedge :

It must have been the flash crash, the BP oilspill catastrophe, the market’s 10% drop and Europe’s bankruptcy that really pushed consumer confidence to that near record level…

BP che per la cronaca è ulteriormente affondata venerdì scorso, salvo poi recuperare in parte nelle ultime ore :

Ed altrettanto naturalmente, nel frattempo €/CHF a nuovi minimi storici :

E’ evidente questo fatto, che da tempo ormai sto menzionando , in accordo con ZeroHedge :

It may in fact be the Swiss currency that is safest out there, backed by an increasing amount of deposits, and not to mention, gold.

L’€/$ è costantemente sostenuto e manipolato nel frattempo dalle principali banche centrali :

Mentre le posizioni corte sull’€ – dopo il più grande movimento di short covering di tutti i tempi, cinque figure in pochi giorni ! – riprendono ad aumentare :

Insieme a quelle su un sempre di più manipolato Gold ( che quando partirà verso l’alto, saranno dolori…) :

Record storico di contratti short in prossimità dei massimi assoluti, il risultato non può che essere uno solo…..

Per altro, è molto probabile un indebolimento simultaneo sia del $, sia dell’€ nei prossimi mesi, i segnali iniziano a mostrarsi , come fa notare Bruce Krasting :

Mentre nel frattempo, venti di guerra tornano di nuovo a farsi sentire in Medio Oriente :

The Pentagon has now confirmed that a fleet of 12 warships has passed the Suez Canal, and is now likely awaiting orders to support the escalation in the Persian Gulf.

Ed inoltre :

Israel is massing warplanes in the Caucasus for an attack on Iran, it was revealed yesterday.Preparations are underway to launch the military attack from Azerbaijan and Georgia, reports our sister paper Akhbar Al Khaleej, quoting military sources.

Poco da aggiungere sul resto, compreso un noioso ed ancora una volta inutile G-20.

You cannot copy content of this page