A global (temporary) bail out

Pubblicato il 1 Dicembre 2011 da Veronica Baker

In modo coordinato Federal Reserve, Bank of Canada, Bank of England, Bank of Japan, Banca Centrale Europa, Banca Nazionale Svizzera hanno deciso di abbassare di 50 punti base il prezzo degli attuali swap sulla liquidità in dollari americani :  il che significa che c’è scarsità di Dollari USA nel mondo ( incredibile ma vero ) , interessante notare infatti che ieri nella grande baraonda  rialzista che è seguita a questa news non è seguito un reale cedimento dell’USD contro tutte le principali valute, escluso  l’AUD .

La giornata è stata caratterizzata anche da una serie positiva di dati congiunturali ( ma fino al giorno prima non doveva arrivare la fine del mondo ? ) : ADP Employment Change, +206k ( consensus : 130k ) , ed un PMI manager Chicago purchase in miglioramento ( ma siamo sotto Natale, questo dato era atteso ).

Domani NFP ( dato quasi sicuramente ottimo ) ed umore dei mercati che dovrebbe stabilizzarsi almeno per il mese di Dicembre ( è in arrivo la stangata da noi, indi i mercati reagiranno positivamente come da copione ) : oggi probabili prese di beneficio.

Ma i problemi, come segnalato già più volte, arriveranno nei primi mesi del 2012, con Marzo primo step fondamentale .

Sul fronte societario , in una giornata caratterizzata da forti rialzi in tutti i listini ed in tutti i settori, da segnalare l’ennesimo taglio di rating , questa volta a HPQ , motivato da una flessibilità finanziaria ridotta : ennesima dimostrazione della totale inutilità dei ratings delle agenzie, che hanno ormai la credibilità di un qualsiasi giornaletto di gossip come il Sun inglese o il Bild tedesco , perchè HPQ ha appena fatto un bel take-over su AU. strapagandola alla follia proprio per utilizzare la grande mole di liquidità che aveva a bilancio…

You cannot copy content of this page