Fondamentali

Pubblicato il 2 Ottobre 2019 da Veronica Baker


Non esiste una risposta definitiva sul valore delle azioni.
Una dozzina di esperti arriverebbe a una dozzina di conclusioni diverse.

E dopo pochissimo tempo ognuno cambierebbe il proprio giudizio, se avesse la possibilità di riconsiderarlo, perché alcune condizioni sono cambiate.

Gerarld Loeb


Settembre 13, 2019


Cara Veronica,
voglio raccontarti una storia.

Un giorno di Marzo del 1955, Benjamin Graham fu chiamato davanti al “Senate Committee on Banking and Commerce” a dare la sua opinione sullo stato dei mercati finanziari ed i principi del value investing. Il relatore era il senatore William Fulbright e questo è uno stralcio della loro conversazione.

Chairman:

…one other question and I will desist. When you find a special situation and you decide, just for illustration, that you can buy for 10 and it is worth 30, and you take a position, and then you cannot realise it until a lot of other people decide it is worth 30, how is that process brought about – by advertising, or what happens ? (Rephrasing) What causes a cheap stock to find its value ?

Graham:

“That is one of the mysteries of our business, and it is a mystery to me as well as to everybody else. But we know from experience that eventually the market catches up with value.”

In sintesi, è vero che spesso i mercati non riflettono i fondamentali.
Ma nel tempo, essi sono l’unico riferimento che un investitore intelligente può avere.

Se poi tu fai parte di quell’8% di persone che con l’analisi tecnica guadagna sui mercati in maniera continua ed ininterrotta, beh, complimenti ! Non ne avevo ancora conosciuta nessuna.

Nicola


Fondamentali
Un compito puramente tattico…

Prima o poi il valore di un titolo o di un indice rispecchierà i suoi fondamentali.
Il problema però è quando…

Personalmente ritengo che l’unico modo per poter sopravvivere nei mercati sia utilizzare un robusto sistema di trading-system insieme ad un appropriato money management.

Infatti un sistema di trading-system va semplicemente seguito e talvolta interpretato.
Un compito puramente strategico.

Il money management serve invece a stabilire i punti di ingresso e di uscita.
Inoltre aiuta a scegliere le diverse opzioni che il mercato in quel momento ci sta proponendo.

Un compito puramente tattico.

Veronica



44


You cannot copy content of this page