Follia mondiale

Pubblicato il 12 Ottobre 2020 da Veronica Baker

Non sempre i ribelli possono cambiare il mondo.
Ma mai il mondo potrà cambiare i ribelli.

Alain de Benoist


Follia mondiale
Tutte le professioni considerate più umili (e più sottopagate) sono quelle che richiedono una presenza fisica sul posto di lavoro…

Il Dr. David Nabarro – membro per la Gran Bretagna presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – ha recentemente contraddetto sia l’OMS stessa, sia il suo premier Boris Johnson.

Nabarro ha infatti pesantemente condannato qualsiasi tipo di lockdown, definendoli “un’orribile catastrofe globale” che ha causato un crollo senza precedenti dell’economia mondiale.

Nabarro ha giustamente sottolineato che l’unico risultato ottenuto è stato quello di aumentare la povertà piuttosto che salvare vite umane.
La motivazione è abbastanza semplice.

Tutte le professioni considerate più umili (e più sottopagate) sono quelle che richiedono una presenza fisica sul posto di lavoro.
Cameriere, muratori, operai, padroncini, commessi, tassisti, camionisti, donne delle pulizie (e molte altre professioni, naturalmente) ovviamente non possono lavorare da casa.

Per altro, nella maggior parte dei casi queste persone non hanno da parte molti risparmi nel loro conto corrente, ma piuttosto vivono “alla giornata” o quasi.

Le uniche persone che possono lavorare da casa sono gli impiegati in generale, od i freelancer che operano esclusivamente via internet.

L’unica cosa che tutti questi politici corrotti hanno causato è una miseria generalizzata, che non potrà in alcun modo essere coperta con sussidi governativi e “redditi di base garantiti”.

In poche parole, hanno creato un substrato di poveri che non avranno mai nessuna possibilità di salire la cosiddetta scala economica.

Rivolte sociali in pochi mese in arrivo.
Inevitabile finale di questa follia mondiale.



44


You cannot copy content of this page