Esistenza dei complotti

Pubblicato il 20 Febbraio 2022 da Veronica Baker

Dove men si sa, più si sospetta.

Niccolò Machiavelli


Esistenza dei complotti

Occorre davvero negare la esistenza dei complotti ?
Chi dice di no sostiene che se un complotto è troppo grande ci sarebbero sicuramente fughe di notizie ingenti dovute alle troppe persone coinvolte.
Oltre a problemi di coordinamento e logistici.

Analizzando le basilari strategie militari e di intelligence, è noto (almeno a chi mastica un po’ l’argomento) che in qualsiasi operazione segreta si frammentano le informazioni fra diversi soggetti proprio per minimizzare le fughe di notizie.

Esistenza dei complotti
Un altro modo per bloccare il discorso sin dall’inizio…

Solo il personale ai vertici assoluti implicato nell’operazione stessa conosce il quadro completo della situazione e soprattutto la totalità del piano.
Mentre tutti gli altri partecipanti dispongono solamente delle minime informazioni necessarie per poter portare a termine il loro (minimo) compito.

Naturalmente più si scende di grado, meno informazioni vengono fornite.
Spesso mischiate pure a informazioni di copertura volutamente errate sui fini della missione e sul compito degli altri agenti in modo tale che qualcuno di loro parlasse dei contenuti “segreti”, in realtà potrebbe rivelare ben poco del piano complessivo.

Quindi nel caso di una operazione davvero importante e soprattutto segretissima  sono davvero pochissime le persone che conoscono abbastanza dettagli da poter mettere a rischio il piano.

Inoltre il personale militare o di intelligence (ed ovviamente i loro collaboratori esterni) firmano contratti che li vincolano a mantenere il segreto su ciò di cui vengono a conoscenza durante il lavoro.
E tale obbligo permane anche dopo il pensionamento.

Se non viene rispettato le pene possono essere molto severe, fino all’accusa di alto tradimento.
Ecco il motivo per cui le “rivelazioni” da personale militare in pensione sono in realtà quasi sempre dei depistaggi.

Tutto questo fa capire che chi sa davvero qualcosa ha tutti i motivi per non parlare.
Ed in ogni caso anche quando parla solitamente rivela molto poco.

Quindi appare chiaro che nella storia i (grandi) complotti esistono eccome.
Anzi, ne è piena.

Cambiare il significato di un termine o di una locuzione è invece un altro modo per bloccare il discorso sin dall’inizio (e la mente di chi prova ad ascoltare).

Ad esempio la locuzione “Teoria del Complotto” è divenuta sinonimo di “farneticazione paranoide assurda e senza prove”.

Ed il “teorico del complotto” un pazzo farneticante.

Ma il termine “Teoria” indica semplicemente “un insieme di ipotesi volte a spiegare un dato fenomeno o la formulazione sistematica di principi scientifici/filosofici”.

Mentre per “Complotto” si intende una congiura, una cospirazione pianificata e messa in atto da alcuni individui o gruppi ai danni di altri.

Questo cambiamento di significato della locuzione è stato abilmente utilizzato al fine di screditare a priori una teoria (od una persona) davanti all’opinione pubblica, chiudendo la bocca al soggetto (e le orecchie al pubblico) in modo tale che le prove a sostegno non siano nemmeno analizzate.

Un metodo assai simile a quello usato da molte sette per impedire agli adepti di ascoltare “gli esterni” tramite tecniche di “blocco del pensiero” che etichettano determinati concetti o persone.

Il linguaggio è importante.
Anzi, fondamentale.

Perchè i pensieri prendono forma e si trasmettono da persona a persona proprio tramite questo “codice”.

Per questo motivo psicologi, pubblicitari, politici studiano da tempo il linguaggio (ed ovviamente il modo più conveniente per manipolarlo) al fine di influenzare singoli soggetti, target di vendita, ed ovviamente l’intera popolazione.

Anche quando il potere deve mentire per coprire verità scomode ricorre ad un attento uso delle parole volto a migliorare la cosiddetta propaganda.

Etichettando come un farneticante “complottista” chiunque non la pensi come loro…



Settembre 1, 2020


Una procedura standard

Una procedura standard
I governi creano artificialmente eventi…

E’ abbastanza ovvio che le persone che hanno preso d’assalto il Reichstag (7 che brandivano un paio di bandiere inneggianti al Terzo Reich, ed un totale di circa 100 complessivamente) sono state molto probabilmente assunte dal governo della Germania per screditare l’intera manifestazione agli occhi della gente “normale”.

Una vera e propria false flag.

Questo è un modo di procedere molto standard da parte dei dittatori.

Da una parte i governi creano artificialmente eventi.
Dall’altra sono già direttamente al telefono con la stampa di tutto il mondo.

Dettando le parole dei resoconti da dare in pasto all’opinione pubblica.

Tutto questo serve non solo a screditare l’intero movimento.
Ma soprattutto dal dissuadere altri pacifici manifestanti a partecipare alle successive dimostrazioni civili.

Per altro nella storia recente tedesca un evento del genere è già stata utilizzato con successo il 27 febbraio 1933.
Allora i nazisti inscenarono un vero e proprio incendio al Reichstag.

Naturalmente stabilirono che la responsabilità dell’accaduto fosse interamente dei loro antagonisti (ma in realtà fratellastri) comunisti.
Questo fatto “giustificò” l’ascesa al potere dell’intero movimento nazista.



Settembre 13, 2020


Corruzione insostenibile al Pentagono

Corruzione insostenibile al Pentagono
Il livello di corruzione negli USA è ormai semplicemente insostenibile…

In aggiunta al cabaret che si svolgendo a reti unificate sulla più grande farsa della storia da qualche millennio a questa parte, è interessante notare cosa stia succedendo dietro le quinte del cosiddetto Deep State.

Abbastanza soprendentemente pare che la CIA stia in un certo senso “scaricando” (almeno in parte) dopo tanti anni Hillary Clinton.

In effetti è singolare che nella giornata di oggi sia improvvisamente “emerso” un promemoria di tre pagine “higly classified” (ma non troppo a questo punto) datato 7 settembre 2016.

Questo documento, scritto dalla CIA al direttore dell’FBI James Comey e all’agente Peter Strzok, riporterebbe che Hillary Clinton (all’epoca candidata alla presidenza USA e rivale proprio di Trump) avrebbe approvato un piano per incolpare lo stesso Trump di avere causato la ormai famosa fuga di notizie (dovuta ad hacking informatico) da parte della Russia.

Un fatto accaduto solamente poche settimane prima che l’agente Strzok stesso avesse dato il via all’indagine di investigazione dell’FBI (denominata Crossfire Hurricane) nei confronti di Trump e le sue presunte connessioni con il Cremlino.
E quindi di conseguenza essere sospettato di essere un “cospiratore” nei confronti del governo.

Appare chiaro a questo punto che Trump non sia certamente gradito ad una buona parte del Deep State.
Pur facendone parte in tutto e per tutto.

La ragione è essenzialmente la stessa per cui era avversato J.F. Kennedy.
Entrambi sono (erano, nel caso di JFK) dei pacifisti.

Il punto però è che l’industria bellica USA è davvero troppo potente.
Qui il denaro scorre davvero a fiumi.

Occorre a questo punto ricordare che il 10 Settembre 2001 Donald Rumsfeld in una testimonianza resa al governo degli USA ammise che all’epoca “mancavano” ben 2.3 trilioni di dollari dal budget del Dipartimento della Difesa.
Una cifra enorme.

Il giorno dopo un aereo “casualmente” colpì non solo il Pentagono.
Ma proprio la stanza precisa dove si trovavano tutti quei documenti assai compromettenti.
Di conseguenza, nessuna indagine sull’accaduto.

Penso che prossimamente valga la pena che dedichi un post ancora più approfondito di quello già pubblicato l’anno scorso sugli eventi che si sono succeduti il giorno 11.9.2001.

A distanza di anni il buco nel bilancio del dipartimento della Difesa USA non solo non è stato sanato.
Ma si è addirittura allargato in modo esponenziale.

Ora è arrivato addirittura a 6,5 trilioni di dollari.
E continua a crescere.

Questo è ciò riporta esattamente il sito ufiiciale della Casa Bianca :

“Office of the Assistant Secretary of the Army (Financial Management & Comptroller) (OASA[FM&C]) and the Defense Finance and Accounting Service Indianapolis
DFAS Indianapolis) did not adequately support $2.8 trillion in third quarter journal voucher (JV) adjustments.
And $6.5 trillion in yearend JV adjustments made to AGF data during FY 2015 financial statement compilation.

The unsupported JV adjustments occurred because OASA(FM&C) and DFAS Indianapolis did not prioritize correcting the system deficiencies that caused errors resulting in JV adjustments, and did not provide sufficient guidance for supporting system‑generated adjustments.”

Il livello di corruzione negli USA è ormai semplicemente insostenibile.



Gennaio 16, 2021


Siamo quasi al limite

Chi scrive su questo sito aveva avvertito sin dai primi giorni della farsa su quello che sarebbe successo all’inizio del 2021.
Stiamo vivendo da un anno un colpo di stato globale, dettato da una agenda politica ben precisa.
E – purtroppo come previsto – le cose si stanno svolgendo nel modo previsto.
Goggle, Apple, Twitter ed in generale Big Tech vogliono semplicemente eliminare tutti coloro che in un modo o nell’altro possano fare loro concorrenza.

E nel contempo, limitare la libertà di parola.

La scusa ?

Ovviamente vogliono “eliminare” – tramite liste di proscrizione come ai tempi di Silla – la maggior parte degli oppositori.
Pare evidente che gli USA – e probabilmente molti altri paesi del globo terrestre – siano avviati verso una sanguinosa guerra civile.



Il Pentagono ha autorizzato fino a 25.000 membri della Guardia Nazionale a contribuire alla sicurezza di Washington DC il prissimo 20 Gennaio, giorno della inaugurazione (virtuale) del mandato del presidente “eletto” Joe Biden.
Fonti interne allo stesso Pentagono affermano anche che i Democratici abbiano pure chiesto l’intervento dei Marines.
Che però si sono rifiutati di intervenire.

L’unica domanda che mi pongo ora è fino a che punto arriverà questo stato di tirannia prima che inizino rivoluzioni davvero sanguinose.
A mio parere siamo quasi al limite.



Gennaio 20, 2021


I nodi arrivano al pettine

Non è che voglio dire “le ultime parole famose”.
Ma purtroppo tutto si svolge seguendo un copione visibile da tempo.
Ovviamente da parte di chi vuole vedere.

Ieri in Olanda la Polizia – in tenuta anti-sommossa – ha usato cannoni ad acqua per disperdere la folla (come già visto più volte in Germania ed in Cile).
Cani che ringhiano contro i manifestanti.
Persone che manifestano per la loro libertà oppresse.



Mentre a poche centinaia di metri di distanza, “migranti” assaltano e saccheggiano negozi.
Con la Polizia che sta a guardare senza fare nulla.

Questo è ciò che scrivevo a Giugno dell’anno scorso :

La polizia locale contribuisce ad aggravare la violenza, anzichè cercare di fermarla.

Questo dimostra chiaramente che la polizia non sta lavorando al servizio dei cittadini proteggendoli.
Ma contro gli interessi reali della popolazione.

Probabilmente vogliono creare ancora di più caos.
Per dare così la possibilità ai diversi stati di giustificare dei nuovi lockdown, questa volta “per ragioni di sicurezza nazionale”.



Qualcuno forse ricorderà il mio lunghissimo post dello scorso Marzo, dove smontavo sin dai primi giorni non solo l’intera farsa mondiale, ma puntavo il dito contro le città di Bergamo e Brescia :

Perchè uno degli epicentri dell’infezione si trova a Bergamo ?
Resta il numero incredibilmente alto dei colpiti nella Bergamasca, e della particolare gravità con cui si presenta qui.

Molti si domandano se non da mettere in relazione con la impetuosa campagna di vaccinazioni che la giunta comunale, e la Regione, hanno applicato “a tappeto” (parole loro) agli anziani di Bergamo e Brescia poche settimane prima dell’esplodere dell’epidemia.

Pare che i nodi piano piano inizino ad arrivare al pettine.
Ieri hanno arrestato a Brescia un medico – il primario del pronto soccorso – per omicidio.

I nodi arrivano al pettine
I nodi piano piano stanno iniziando ad arrivare al pettine…

L’accusa è di aver dato intenzionalmente ai suoi pazienti un mix di farmaci letali per ucciderli.
Una atroce verità.
Il sistema medico/infermieristico sta intenzionalmente uccidendo le persone più “deboli”.

Trattasi quindi di genocidio mondiale.
Ed i responsabili dovranno essere processati e condannati da un tribunale militare speciale.

Sui cosiddetti “vaccini” si è già detto molto.
Ogni giorno che passa escono nuove informazioni assai inquietanti.

Merck – abbastanza furbescamente – si è appena tirata fuori dal pantano, dichiarando che “i loro test clinici non hanno dato risultati soddisfacenti”.

Anche perchè sempre più persone stanno subendo gravi effetti collaterali.

Trenta persone sono decedute in Norvegia in seguito al “vaccino” Pfizer/BioNTech.
E secondo fonti provenienti dal Vaticano (quindi false) nove vescovi cattolici “sarebbero” morti nella settessa settimana a causa del “virus killer“, ovviamente dislocati in diverse parti del mondo.
Una coincidenza singolare.

Non è mai esistito nessun “virus killer”.
Tutto noto ufficialmente (anche senza essere per forza “complottista” come me) da Maggio dell’anno scorso :

Arrivano ulteriori conferme ufficiali sul virus truffa.
Come al solito dalla Germania.

Si tratta di un rapporto di 93 pagine intitolato “Analisi della gestione della crisi”.
Redatto da un gruppo scientifico nominato dal ministero degli Interni e composto da esperti medici esterni di diverse università tedesche.

Un sunto delle parti più importanti è il seguente :

Pericolosità del “virus” : “sopravvalutata”.
Le persone decedute sono quelle che statisticamente hanno raggiunto la fine della loro vita (numero spesso tristemente aumentato tramite veri e propri genocidi, come ad esempio in Italia, negli USA ed in Messico).
In tutto il mondo in quattro mesi i decessi totali sono stati circa 250.000 contro 1.500.000 morti (25.100 in Germania) durante l’ondata influenzale del 2017/18.
Il pericolo non è maggiore di quello di molti altri virus. E’ stato solo un falso allarme.
Lo stato ed il mainstream hanno diffuso quasi esclusivamente fake news

Ed i lockdown – com’è ovvio che sia – peggiorano le condizioni di salute della popolazione (perchè vengono negati i più elementari servizi sanitari a chi è realmente malato) e distruggono la economia.

“Molteplici e pesanti conseguenze delle misure prese dai vari governi”.
Ed avverte che queste sono “gravi”.

Infatti sono “molte di più le persone che muoiono a causa delle misure di prevenzione imposte dagli Stati che quelle che uccise dal virus”.
Anche perchè tutti i sistemi sanitari pubblici stanno rinviando gli interventi chirurgici salvavita.
Oltre a ritardare o ridurre le cure per i tutti i pazienti non affetti dal virus.

Un piano diabolico contro la libertà individuale dei popoli e fare fallire volontariamente l’economia del pianeta.
Questo è dove i mondialisti vogliono portare l’intero mondo Occidentale.
Un mondo dove anche camminare per strada può diventare pericoloso.



Altro video choccante proveniente dall’Olanda.
Una donna colpita dal getto degli idranti e sbattuta a terra senza alcun motivo reale.
Non stava nemmeno “manifestando”.

I “globalisti” attaccano europei (ed in generale occidentali) inermi.
E proteggono i peggiori criminali.

Ma negli USA qualcosa di grosso sta per succedere.
Il Campidoglio è completamente circondato dai militari.

Ma il Congresso non si riunirà fino a metà febbraio.
Perchè ?



Marzo 21, 2020


The italian final countdown ?

Per quanto riguarda la particolare situazione italiana mi sono balzate all’occhio alcune interessanti considerazioni.
Che forniscono una visione globale ancora più sinistra di quella già tetra che leggiamo tutti i giorni sui mass-media tradizionali.



Una danza Macabra – Ballo in Fa# Minore

Sono io la morte e porto corona,
io son di tutti voi signora e padrona
e così sono crudele, così forte sono e dura
che non mi fermeranno le tue mura.

Sono io la morte e porto corona,
io son di tutti voi signora e padrona
e davanti alla mia falce il capo tu dovrai chinare
e dell ‘oscura morte al passo andare.

“Uno dei brani più affascinanti di Angelo Branduardi è Ballo in Fa# minore, del 1977, contenuto nell’album La Pulce d’acqua. Il brano ha una lunga storia ed è ispirato alla danza macabra medioevale, in cui la morte viene rappresentata mentre guida una danza con cui accompagna uomini di ogni condizione sociale al loro inesorabile destino.”1

Sei l’ospite d’onore del ballo che per te suoniamo,
posa la falce e danza tondo a tondo :
il giro di una danza e poi un altro ancora
e tu del tempo non sei più signora.

“La musica utilizzata da Branduardi è quella del ballo Schiarazula Marazula (o s’ciarazule marazule o s’ciarazula marazula), ballo tipico del Friuli e che risale, probabilmente, a prima del XV secolo.”1

The italian final countdown
Particolare dell’affresco della Danza Macabra di Clusone

“In una lettera di denuncia all’Inquisizione del 1624 si segnala che donne e uomini del paese friulano di Palazzolo eseguissero questa danza cantando in due cori per evocare la pioggia. Di tale ballo è pervenuta versione scritta nel volume Il primo libro dei balli accomodati per cantar et sonar d’ogni sorte de instromenti di Giorgio Mainerio Parmeggiano Maestro di Capella della Santa Chiesa d’Aquilegia, nel 1576.”2

Mainerio fu una stranissima figura di musicista e prete.

“Non più di tre anni dopo l’inizio della sua permanenza a Udine cominciò ad essere incuriosito da scienze e pratiche occulte (astrologia, magia, necromanzia) e si vociferava che partecipasse in compagnia di alcune donne a strani riti notturni.

Il tribunale aquileiese dell’Inquisizione avviò a tal proposito un’indagine istruttoria in vista di un regolare processo, ma il caso fu cassato perché non si venne a sapere nulla di più di quello che il tribunale già sapesse per pubblica fama.

Tuttavia, anche dopo la chiusura del caso giudiziario per il musicista risultò sempre più evidente la difficoltà che aveva nei rapporti col personale del Capitolo di Udine e decise, dopo aver provveduto da tempo a candidarsi per il concorso per un impiego nella Basilica Patriarcale di Aquileia, di sciogliere parzialmente ed anzitempo il rapporto che lo legava all’istituzione ecclesiastica udinese, motivando tale decisione con “impellenti se pur oneste cause”.3

Il testo di Ballo in Fa# minore

Il testo invece è tratto dall’iscrizione che circonda la Danza Macabra di Clusone, in provincia di Bergamo (e la Danza Macabra dipinta sulla Chiesa di San Vigilio a Pinzolo, in provincia di Trento) :

“Io sont la morte che porto corona
Sonte Signora de ognia persona
At cossi son fiera forte et dura
Che trapaso le porte et ultra le mura”

L’affresco di Clusone

Nella facciata destra della chiesa vi sono numerosi affreschi, proprio sotto la gronda, è raffigurata una danza macabra, realizzata dal pittore bergamasco Simone Baschenis da Averaria tra il 1519 e il 1539, la sua firma è visibile come la data in cui fu terminata l’opera, il 25 ottobre 1539.

L’affresco è alto 2 metri e lungo 22 metri e vi è raffigurato un corteo che procede da destra verso sinistra.

Si tratta di 18 personaggi, ciascuno trafitto da una freccia e accompagnato da uno scheletro, che procedono danzando verso la morte, rappresentata da uno scheletro seduto su un trono e con una corona che suona la cornamusa conducendo la danza, a significare l’assoluto dominio su tutti gli uomini, di qualsiasi condizione, della morte.

Ogni personaggio rappresenta una determinata figura sociale : un papa, un cardinale, un vescovo, un sacerdote, un imperatore, un duca, un cavaliere, un ricco avaro, un giovane vanitoso.
Proprio sotto la morte e i due scheletri che la accompagnano si trova un’iscrizione contenente le parole con cui la morte si rivolge agli uomini.4

Danza macabra nel XX secolo

Il tema della danza macabra o della danza degli scheletri è stato talvolta riproposto dall’arte figurativa pittorica o scultorea.
Drammatica è la rappresentazione della danza macabra messa in scena dal regista Ingmar Bergman (pronuncia : Baerjam) nella scena finale de Il settimo sigillo.

La danza macabra di Clusone compare anche nel videogioco The Witcher 3 : Wild Hunt, un videogioco action RPG del 2015, sviluppato da CD Projekt RED e pubblicato da CD Project per PlayStation 4, Xbox One, Microsoft Windows e Nintendo Switch.

La trama de “Il Settimo sigillo”

Quando l’Agnello aprì il settimo sigillo, nel cielo si fece un silenzio di circa mezz’ora e vidi i sette angeli che stavano dinnanzi a Dio e furono loro date sette trombe

“Apocalisse, 8,I”

“In un Nord Europa dove imperversano peste e disperazione tornano dalle crociate in Terra Santa il nobile cavaliere Antonius Block e il suo scudiero nichilista Jöns.
Sulla spiaggia, al suo arrivo, il cavaliere trova ad attenderlo la Morte, che ha scelto quel momento per portarlo via.
Block decide di sfidarla a scacchi, per rimandare la sua dipartita, e la Morte acconsente al rinvio.

Durante il rinvio concessogli dalla Morte, Antonius e il suo scudiero Jons incontrano parecchie persone.
Molti, presi dalla paura della morte, si sottopongono a violente pratiche per l’espiazione dei propri peccati, altri inseguono gli ultimi piaceri prima della fine.

Jons salva anche una donna da Raval, un uomo che dieci anni prima aveva convinto il cavaliere a intraprendere la crociata.

I due assistono anche ad uno spettacolo teatrale messo in scena da dei saltimbanchi guidati dall’attore-manager Skat, che durante la rappresentazione, fuggirà con la moglie di un fabbro.

Il cavaliere s’imbatte poi proprio nella famiglia di saltimbanchi abbandonata da Skat : Jof, Mia e il loro piccolino Mikael.
La famiglia non sembra accorgersi della tragedia che li circonda, uniti solo dall’amore reciproco e da un sincero rispetto.
Questo incontro aiuterà Antonius a mettere da parte la sua angosciosa ricerca di Dio e di conseguenza accetterà il suo destino non prima di un ultimo gesto significativo : salvare dalla Morte la famigliola.

Dopo aver distratto la Morte per permettere a Jof, Mia e Mikael la fuga, il cavaliere raggiunge il suo castello, dove si ricongiunge con la moglie Karin e dove gusta un ultimo banchetto con i suoi compagni di viaggio : il fido scudiero, la donna che questi ha salvato, il fabbro e sua moglie, prima che la Morte venga a prenderli.

Nel finale il saltimbanco Jof ha una visione, su una collina distante vede il cavaliere, lo scudiero, il fabbro e la moglie, Raval e Skat, guidati dalla Morte in una “danza macabra”.”5

La tonalità Fa# minore

La tonalità di Fa diesis minore è incentrata sulla nota tonica Fa diesis.
Può essere abbreviata in Fa♯m o F♯m.

E’ molto interessante tutto ciò che riporta a riguardo la pagina di Wikipedia Italia, quella più ricca di informazioni, soprattutto quando si tratta di messaggi più o meno subliminali che provengono dal deep state.

Ed è infatti l’unica che ci ricorda fra le voci correlate alcuni canzoni pop-rock del recente passato :


The italian final countdown



Sinfonia n. 45 (Haydn)

La Sinfonia n. 45 in Fa# minore è nota soprattutto “Sinfonia degli addii“.
E’ stata scritta dal compositore austriaco Franz Joseph Haydn nel 1772.

È detta “sinfonia degli addii” perché nell’esecuzione dell’adagio finale i musicisti a turno smisero di suonare, spensero la candela del loro leggio e lasciarono la sala, e l’esecuzione venne portata a conclusione solo da due violini con sordina, suonati da Haydn stesso e dal primo violino, Luigi Tomasini.

Il soggiorno ad Eszterhaza fu infatti più lungo del previsto, e con questo finale il compositore indicava in maniera allusiva al principe il desiderio dei musicisti di ritornare a casa ad Eisenstadt, dov’erano rimaste molte delle loro famiglie.



Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 (Rachmaninov)

Prima versione

Questa composizione fu il secondo tentativo di Rachamninov, tra il 1890 ed il 1891, di creare un concerto per pianoforte.
Nel 1889 egli aveva infatti iniziato e poi abbandonato la stesura di un concerto in do minore (la stessa tonalità nella quale avrebbe poi composto il suo secondo concerto).

Seconda versione

Il compositore nel 1917 revisionò il primo concerto.
Era un lavoro diverso dagli altri due.

Pur non avendo melodie così memorabili, era ricco di elementi di vivacità e impetuosità giovanile.
Le differenze tra la versione originale e la revisione mostrano un grande sviluppo del compositore negli anni intercorsi.

Si nota un considerevole assottigliamento delle parti orchestrali e solistiche.
Inoltre viene rimosso parecchio materiale che rendeva la partitura originale disorganica ed episodica.



Time – Pink Floyd

Ticking away the moments that make up a dull day
Fritter and waste the hours in an offhand way.
Kicking around on a piece of ground in your home town
Waiting for someone or something to show you the way.

Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain.
You are young and life is long and there is time to kill today.
And then one day you find ten years have got behind you.
No one told you when to run, you missed the starting gun.

So you run and you run to catch up with the sun but it’s sinking
Racing around to come up behind you again.
The sun is the same in a relative way but you’re older,
Shorter of breath and one day closer to death.

Every year is getting shorter never seem to find the time.
Plans that either come to naught or half a page of scribbled lines
Hanging on in quiet desperation is the English way
The time is gone, the song is over,
Thought I’d something more to say.

Home
Home again
I like to be here
When I can
When I come home
Cold and tired

It’s good to warm my bones
Beside the fire
Far away
Across the field
Tolling on the iron bell
Calls the faithful to their knees
To hear the softly spoken magic spell

Il testo, scritto da Roger Waters, descrive il modo in cui spesso quando si è giovani ci si lascia scivolare addosso il tempo che sembra trascorrere lentamente e in modo tedioso.

“Sei giovane e la vita è lunga e c’è ancora tempo da sprecare oggi”

La stessa cosa avviene nel primo ritornello, al termine del quale però ci si rende improvvisamente conto che qualcosa è sbagliato :

“Un giorno scopri, che dieci anni ti sono passati davanti, nessuno ti ha detto dove andare, hai perso lo starter”.

Ma purtroppo il tempo perduto non si recupera.
Ed occorre rincorrerlo con ogni forza, senza poterlo mai – ovviamente – recuperare :

Il sole è sempre lo stesso, relativamente parlando, ma tu sei più vecchio, con il fiato più corto e con un giorno in meno da vivere”

Infine :

“Gli anni si stanno accorciando”

e l’unico modo di sopravvivere nella società moderna è :

“Tirare avanti in una calma disperazione”.



The Oasis – Wonderwall

Today is gonna be the day
That they’re gonna throw it back to you
By now you should’ve somehow
Realized what you gotta do

I don’t believe that anybody
Feels the way I do, about you now
Backbeat, the word was on the street
That the fire in your heart is out

I’m sure you’ve heard it all before
But you never really had a doubt
I don’t believe that anybody
Feels the way I do about you now

And all the roads we have to walk are winding
And all the lights that lead us there are blinding
There are many things that I
Would like to say to you but I don’t know how

Because maybe, you’re gonna be the one that saves me
And after all, you’re my wonderwall
Today was gonna be the day
But they’ll never throw it back to you

By now you should’ve somehow
Realized what you’re not to do
I don’t believe that anybody
Feels the way I do, about you now

And all the roads that lead you there are winding
And all the lights that light the way are blinding
There are many things that I
Would like to say to you but I don’t know how

I said maybe, you’re gonna be the one that saves me
And after all, you’re my wonderwall
I said maybe, you’re gonna be the one that saves me
And after all, you’re my wonderwall

I said maybe, you’re gonna be the one that saves me
you’re gonna be the one that saves me
you’re gonna be the one that saves me

Wonderwall è una delle canzoni più celebri della band inglese Oasis.

Il titolo si può tradurre letteralmente “Il muro delle meraviglie” è un omaggio voluto a George Harrison, chitarrista dei Beatles, che così aveva intitolato una delle sue produzioni.



Michael Jackson – Billie Jean

She was more like a beauty queen from a movie scene
I said don’t mind, but what do you mean, I am the one
Who will dance on the floor in the round
She said I am the one, who will dance on the floor in the round

She told me her name was Billie Jean, as she caused a scene
Then every head turned with eyes that dreamed of being the one
Who will dance on the floor in the round
People always told me be careful of what you do

And don’t go around breaking young girls’ hearts
And mother always told me be careful of who you love
And be careful of what you do ‘cause the lie becomes the truth

Billie Jean is not my lover
She’s just a girl who claims that I am the one
But the kid is not my son
She says I am the one, but the kid is not my son

For forty days and forty nights
The law was on her side
But who can stand when she’s in demand
Her schemes and plans
‘Cause we danced on the floor in the round
So take my strong advice, just remember to always think twice
(Don’t think twice, don’t think twice)

She told my baby we’d danced till three, then she looked at me
Then showed a photo my baby cried his eyes were like mine (oh, no)
‘Cause we danced on the floor in the round, baby

People always told me be careful of what you do
And don’t go around breaking young girls’ hearts
She came and stood right by me
Just the smell of sweet perfume
This happened much too soon
She called me to her room

Billie Jean is not my lover
She’s just a girl who claims that I am the one
But the kid is not my son

Billie Jean is not my lover
She’s just a girl who claims that I am the one
But the kid is not my son
She says I am the one, but the kid is not my son

“Billie Jean” è il primo video tratto dall’album Thriller – il disco più venduto nella storia della musica.
Brano famoso perchè nella prima volta – era il 1983 – Michael Jackson lo presentò al pubblico, durante lo show del 25º anniversario della Motown, denominato Motown 25.

L’ultima volta che Michael usò questo passo di danza davanti ad un pubblico fu al Madison Square Garden di New York il 7 e il 10 settembre del 2001 per celebrare i suoi 30 anni di carriera solista in due concerti evento chiamati Michael Jackson : 30th Anniversary Celebration – The Solo Years.



Europe – The Final Countdown

We’re leaving together,
But still it’s farewell
And maybe we’ll come back
To earth, who can tell ?

I guess there is no one to blame
We’re leaving ground (leaving ground)
Will things ever be the same again ?
It’s the final countdown

The final countdown
Oh

We’re heading for Venus (Venus)
And still we stand tall
‘Cause maybe they’ve seen us (seen us)
And welcome us all, yeah

With so many light years to go
And things to be found (to be found)
I’m sure that we’ll all miss her so

It’s the final countdown
The final countdown
The final countdown
The final countdown
Oh
The final countdown, oh
It’s the final count down
The final countdown
The final countdown
The final countdown
Oh
It’s the final count down
We’re leaving together
The final count down
We’ll all miss her so
It’s the final countdown
It’s the final countdown
Oh
It’s the final countdown, yeah

Songwriter : Joey Tempest
Published : 1986, Seven Doors Music


Una analisi del nome artistico del leader degli Europe Joey Tempest

Joey nelle diverse lingue può essere tradotto :

English Baby Names Meaning : the name Joey is an English Baby Names baby name. In English Baby Names the meaning of the name Joey is : Abbreviation of Joseph (in italiano : Giuseppe)
Hebrew Baby Names Meaning : The name Joey is a Hebrew Baby Names baby name. In Hebrew Baby Names the meaning of the name Joey is : May Jehovah add/give increase.
American Baby Names Meaning: The name Joey is an American Baby Names baby name. In American Baby Names the meaning of the name Joey is: Abbreviation of Joseph.

Tempest può essere tradotto (ovviamente) come Tempesta, ma è anche una famosa opera di Shakespeare :

“La tempesta (The Tempest) è un’opera teatrale in cinque atti scritta da William Shakespeare tra il 1610 e il 1611.

Il dramma, ambientato su di un’isola imprecisata del Mediterraneo, racconta la vicenda dell’esiliato Prospero, il vero duca di Milano, che trama per riportare sua figlia Miranda al posto che le spetta, utilizzando illusioni e manipolazioni magiche.

Mentre suo fratello Antonio e il suo complice, il Re di Napoli Alonso, stanno navigando sul mare di ritorno da Cartagine, il mago invoca una tempesta che rovescia gli incolumi passeggeri sull’isola.

Attraverso la magia e con l’aiuto del suo servo Ariel, uno spirito dell’aria, Prospero riesce a rivelare la natura bassa di Antonio, a riscattare il Re e a far innamorare e sposare sua figlia con il principe di Napoli, Ferdinando.
La narrazione è tutta incentrata sulla figura di Prospero, il quale, con la sua arte, tesse trame con cui costringe gli altri personaggi a muoversi secondo il proprio volere.

È tradizionalmente ritenuta la penultima opera di William Shakespeare – l’ultima interamente sua – ed è considerata da molti il lavoro che segnò l’addio alle scene del celebre drammaturgo“.6

Joey Tempest (nome d’arte di Rolf Magnus Joakim Larsson) ricorda come nome l’attuale presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte.

Sdrammatizziamo (solo per un attimo)

Joey/John è anche il nome di John Elkann (nome completo John Philip Jacob Elkann), presidente e amministratore delegato della Exor N.V., una holding di investimento controllata dalla famiglia Agnelli, che ha tra i suoi investimenti anche PartnerRe, Ferrari, CNH Industrial, The Economist e Juventus.
Attualmente è presidente di Fiat Chrysler Automobiles (FCA), FCA Italy e Ferrari. È inoltre presidente della Giovanni Agnelli B.V. e presidente di PartnerRe.

Miranda è un ex-giocatore dell’Internazionale F.C., attualmente tesserato per il Jiangsu Suning F.C.

La Juventus F.C. è da sempre di proprietà della famiglia Agnelli/Elkann, ed è definita la fidanzata d’Italia.

L’attuale allenatore della Juventus F.C. è Maurizio Sarri, nato a Napoli.

Antonio (Conte) è stata una bandiera della Juventus F.C., sia come giocatore (capitano per circa un decennio) ed anche come allenatore (tre anni).
Quest’anno è diventato allenatore dell’Internazionale F.C., un trasferimento che è stato definito come un tradimento da parte della maggior parte della tifoseria bianconera.

L’Internazionale F.C. è di proprietà di Suning, multinazionale cinese.
Prospero, il vero duca di Milano è forse John Elkann stesso ?


Nessuna tesi complottista, ci mancherebbe altro.
Ognuno nel mondo deve mantenere un alto senso di responsabilità nei confronti prima degli altri, e poi di se stesso.

Ma le “coincidenze” sono tante, forse troppe.
Soprattutto suonano decisamenti sinistri alcuni riscontri alle tristi e ben note vicende che stanno succedendo in questi giorni in Italia.

NAMRU3 : che cos’è ?

The italian final countdown
Il logo del reparto

“La sigla NAMRU3 sta per Naval Medical Resarch Unit.
E’ il reparto della Marina USA che conduce ricerche e sperimentazioni su virus e batteri – ufficialmente, i patogeni che possono infettare le truppe americane sparse nei più sanitariamente discutibili paesi del mondo.

Le ricerche di base, epidemiologiche e cliniche di NAMRU-3 si rivolgono in particolare alle malattie enteriche, alle infezioni acute respiratorie, alle epatiti, alla tubercolosi, alle meningiti, all’HIV e a varie infezioni da parassiti, batteri e virus che sono endemiche e rappresentano un grave problema pubblico nelle regioni d’intervento”.

Studia “malaria, leishmaniosi, dengue le altre patologie virali, alle malattie da batteri come la “diarrea del viaggiatore” (ETEC, campylobacter, shigelle)”.

Un potente e multiforme ente sanitario benefico, che ha sotto-basi in mezzo mondo, collabora con l’OMS in ricerche sull’HIV, ed oggi per esempio fornisce al Ghana i tamponi per i test del coronavirus.

Fin dal dopoguerra (1946) questo ente “filantropico” del Pentagono è stato basato in Egitto.

Si vorrebbe sapere come mai adesso il NAMRU3 si trova a Sigonella, nella base militare, dove si è trasferito a cominciare dal febbraio 2019.
Un trasloco gigantesco, visto che è stato completato solo a dicembre ; è arrivato qui armi e bagagli, è il caso di dire.

E due mesi dopo l’Italia è

Colpita dal coronavirus
Di un ceppo distinto e indipendente da quello che ha colpito la Cina
Così particolarmente virulento, da chiedersi come mai in Italia ci sono più malati e morti, ormai, che in Cina e in Corea

Ad informarne è stato il solo Antonio Mazzeo, un giornalista ricercatore alternativo siciliano, al cui lungo e densissimo articolo rimando, col consiglio di leggerlo attentamente.”7

Inoltre :

Perchè uno degli epicentri (ovviamente non l’unico) dell’infezione si trova a Bergamo ?

“Resta il numero incredibilmente alto dei colpiti nella Bergamasca, e della particolare gravità con cui si presenta qui.
Ora, persino lettori non particolarmente complottisti si domandano se esso non da mettere in relazione con la impetuosa campagna di vaccinazioni che la giunta comunale, e la Regione, hanno applicato “a tappeto” (parole loro) agli anziani di Bergamo e Brescia poche settimane prima dell’esplodere dell’epidemia.”8

Come mai da diversi giorni – nonostante il blocco della spazio aereo – sono presenti delle misteriose rotte di velivoli sopra la Pianura Padana

“I voli siano ripetuti costantemente in maniera giornaliera, sempre sopra le stesse zone e sembrano muoversi in maniera sincronizzata e simmetrica.
Sono state inoltre segnalate scie nei cieli della pianura padana negli ultimi giorni, in concomitanza con i primi avvistamenti di questi due velivoli sul sito Flightradar24, prova tangibile del passaggio di qualche aereo.”9

“Inoltre, come comunicato in rete da un ex aeroportuale i tre voli segnalati ieri sono partiti agli stessi orari e negli stessi aeroporti, ma una volta presa quota hanno staccato l’ADM, ovvero il segnale che permette il riconoscimento identificativo e tracciamento del volo.[…]

Sono arrivate inoltre alcune segnalazioni in redazione che gli aerei identificati su Flightrader24 ovvero modello Pilatus (se si dimostrasse che siano veramente quelli) vengono utilizzati per attività geotopocartografica (anche noi avevamo ipotizzato questa teoria all’inizio, ndr).

Ma se così fosse realmente…Perché avrebbero avuto il bisogno di spegnere l’ADM oggi ?
Perché uno parte dalla Svizzera e sorvola l’Italia fregandosene del “coprifuoco aereo” in un momento di crisi come questa ?

Qualcuno dovrebbe fornirci delle spiegazioni.”10


In realtà, la spiegazione (almeno ad una parte) di tutto quello che sta succedendo è assai semplice.
E ce la fornisce Ron Paul.

Ron Paul, che è un medico di famiglia, dice :

“Non significa che la malattia sia innocua. Senza dubbio le persone moriranno di coronavirus.
Coloro che appartengono a categorie vulnerabili dovrebbero prendere precauzioni per limitare il rischio di esposizione.

Ma abbiamo già visto questo film.

Il governo ingigantisce la minaccia come una scusa per strapparci ancora un po’delle nostre libertà.
Quando la “minaccia” è finita, tuttavia, non ci restituiscono mai le nostre libertà.”

Un panico studiato, in cui interi stati si mettono in auto-isolamento.

“E per cosa ?”

Aggiunge inoltre il dottor Ron Paul : “

“Un virus che finora ha ucciso poco più di 5.000 in tutto il mondo e meno di 100 negli Stati Uniti ?

E dov’è il panico per la la tubercolosi, una vecchia malattia tornata in forza, che nel 2017 ha ucciso quasi 1.6 milioni di persone ?
Perché della TBC si discute così poco sui media ?”

A noi non resta altro – oltre ad attendere i prossimi sviluppi di quello che sembra davvero un vero e proprio conto alla rovescia del continente europeo – che affidarci alle parole con cui Angelo Branduardi aveva commentato il suo ballo in Fa# minore :

“…c’è l’idea che la musica abbia un potere talmente alto da far dimenticare alla morte di essere venuta per portarci via.
Un esorcismo della morte attraverso la musica e la danza”.


Note

1 Danza Macabra : Schiarazula Marazula e Ballo in Fa diesis minore, AulaBlog

2 YouTube, Schiarazula marazula

3 Treccani, Giorgio Mainerio

4 L’affresco della Danza Macabra di Clusone, AulaBlog

You cannot copy content of this page