Equilibrio interiore

Pubblicato il 16 Settembre 2019 da Veronica Baker


La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti.

Albert Einstein


August 10, 2019


Equilibrio interiore
Forse comincio a capire le risposte…

A me trovare questo blog per puro caso su Google è servito molto.
A pormi delle domande sui dubbi che avevo fin da bambina.
E forse comincio a capire le risposte parlandone con te.

La mia confusione spesso è stata totale, ma ora, anche se solo a sprazzi, comincio a vedere un po’ la fine di questo percorso, il percorso di riappropriarsi di sè stessi, e di avere finalmente un’immagine di sè concordante con quello che si è veramente, e non con qualcosa che è nella testa di altri.

Nel mio caso le difficoltà di rivestire un ruolo e un’identità sociale sono state molto forti, a causa delle aspettative dell’ambiente esterno su di me, tanto che per riuscire a fare coincidere le aspettative della società con quello che sentivo di essere, ho dovuto dare un taglio netto a molte delle cose che stavo conquistando per ridurre in qualche modo l’ambiguità e il conflitto in merito a cosa potevo o non potevo fare, stante quello che ero e che sono, nell’ambito del mondo sociale.

Poi ho scoperto che questo drastico ridimensionamento, alla fine aveva avuto più benefici che svantaggi su di me, facendomi scoprire una parte nascosta della mia personalità che non sapevo di avere, una parte più intuitiva, sensibile e creativa, che forse è anche la mia vera natura, anche se ancora non la conosco bene.

Ma anche la parte di personalità che ragiona che avevo sviluppato in precedenza, si è rivelata utile per farmi comprendere tutto ciò, perchè alla fine è di integrare tutte le parti della propria personalità che si ha bisogno, più che di sceglierne una sola eliminando le altre in contrasto (anche se è un lavoro veramente duro da fare su se stessi).

Dopo aver eliminato le cose imposte dall’esterno, ho scoperto che ora sto meglio con me stessa, perchè non è detto che se uno ha delle attitudini guardate con favore dalla società e che potrebbero risultare vantaggiose, ma che tuttavia non lo rendono felice, le debba per forza sviluppare.

A volte anche una vita più rilassata e priva di pensieri può dare la serenità : se a qualcuno piace avere una vita attiva e piena di impegni e di risultati, non è giusto negargliela e relegarlo in un ruolo marginale, ma non è nemmeno giusto costringere qualcuno ad una scalata sociale che non sente sua e che nemmeno gli interessa più di tanto.

Anche se questo può apparire controcorrente, questa è la verità che sento più mia.
E parlando di queste cose con te dopo aver scoperto questo blog, ne ho avuto la conferma.

E di questo ti potrò solo ringraziare cara Veronica, della tua grande cortesia e disponibilità nel parlare di questi problemi, anche con persone che non conosci come me, per dare una mano a qualcuno.
A me questo blog è stato molto utile anche se ne ho letto solo una minima parte.
Ma penso che lo potrà essere anche per molte altre persone.

Ancora grazie veramente di tutto.

Paola

Equilibrio interiore

So benissimo che non è facile affrontare e parlare di certi argomenti senza mettere a repentaglio la propria serenità interiore.

Come risolvere la situazione è naturalmente molto personale.
Molto dipende dalla profondità, dalle cause, dalle motivazioni.

E non esiste ovviamente la ricetta universale.
Spesso il problema dipende dal fatto che volente o nolente siamo condizionati (anche magari solo in parte) dalla nostra società.

Ma l’importante è sempre e comunque trovare il proprio equilibrio interiore.
E per ognuno è diverso.

Veronica



Veronica


You cannot copy content of this page