Disgregazione

Pubblicato il 14 Luglio 2020 da Veronica Baker

It is not from the benevolence of the butcher, the brewer, or the baker that we expect our dinner.
But from their regard to their own self-interest.

We address ourselves not to their humanity.
But to their self-love.

And never talk to them of our own necessities.
But of their advantages.

Adam Smith


L'Occidente - come già indicato più volte - è destinato ad un periodo molto oscuro...
L’Occidente – come già indicato più volte – è destinato ad un periodo molto oscuro…

L’Occidente – come già indicato più volte – è destinato ad un periodo molto oscuro.
Sia dal punto di vista finanziario che da un punto di vista culturale.

Gli elitisti non riescono proprio a capire che la natura umana non può essere manipolata.

Solo minacciare di confiscare tutte le ricchezze private e poi pensare di ridistribuirle (secondo i loro cervellotici criteri) distruggerà completamente l’economia occidentale.
Perchè (ovviamente) chi vorrà fare libera impresa inevitabilmente in un battibaleno si trasferirà (se non se n’è già andato nel corso degli anni precedenti) in paesi dove sarà permessa.

In questo modo sarà buttata a zero pure la innovazione.
Un principio già conosciuto ai tempi di Adam Smith.

E’ per altro immediato comprendere come il controllo centralizzato del governo e la nazionalizzazione delle industrie distrugga completamente l’economia locale.

Incapaci di creare progresso.
Oltre a non creare posti di lavoro produttivi e non sapere gestire alcun processo economico.

Disgregazione ?

Siamo alle porte del più grande collasso della storia dell’economia occidentale.
ll capitale (finanziario) si sta rapidamente già spostando dall’Occidente all’Asia.

E grazie a questi insani personaggi assisteremo anche alla completa distruzione della nostra cultura.
Alla totale divisione del mondo.

A poco a poco si costruiranno muri praticamente invalicabili.
Prima fra i diversi stati.
Poi fra diverse regioni.
Ed alla fine – inevitabilmente – pure fra città.

Incapaci di parlare addirittura una “lingua” comune.
E di portare a termine qualsiasi compito.

Questo sarà il vero motivo per cui il loro “sogno” di rendere tutti “uguali” finirà nel solito, completo disastro.



Purtroppo a partire dal 2024 prenderanno gradualmente potere in Occidente movimenti politici autoritari, di matrice dittatoriale/nazista.
E dal 2028 assisteremo al “grande” crollo della civiltà occidentale.

Nulla sarà più come in passato.
Il processo finale durerà solo 4.3 anni.
Ma sarà di una violenza inaudita.

In Europa Occidentale e negli USA assisteremo ad una disgregazione economica, politica, religiosa e culturale.
Molto simile a quella della Yugoslavia.
Con i tristissimi sviluppi storici che tutti conosciamo molto bene.



44


You cannot copy content of this page