Desolazione e devastazione

Pubblicato il 29 Ottobre 2020 da Veronica Baker

Creare è resistere, resistere è creare.

Stéphane Hessel


Desolazione e devastazione

Desolazione e devastazione
Questo non è il mio mondo…

La Radio Televisione Italiana (volgarmente detta RAI) ed in generale tutto il mainstream nazional-popolare definisce chiunque osi semplicemente aprire bocca, protestare e lamentarsi per le inique misure del governo come “persone di estrema destra” (ovviamente “complottiste”).
In poche parole, fascisti che non devono avere il diritto nè di parlare, nè di vivere una esistenza normale.

I giornalisti mainstream italiani – con in testa personaggi squallidissimi corrotti dalle lobby mondiali come Lilli Gruber e Monica Maggioni – stanno sempre di più ogni giorno che passa mettendo la polizia contro il popolo, sostenendo che ogni atto di resistenza sia un atto criminale da punire.

Questa è vera e propria tirannia di stampo comunista.
Ma è anche il motivo per cui in seguito saranno spazzati via violentemente da rivoluzioni cruente.

Tranne il caso in cui la Polizia si rifuti di eseguire gli ordini del governo.

E’ semplicemente la storia che ci mostra la strada maestra da seguire per conoscere il nostro futuro.



Nel frattempo in Polonia – dove la memoria del regime comunista è ancora viva e vegeta – la polizia locale arresta giornalmente decine e decine di pacifici manifestanti.
Ben presto riceveranno una adeguata risposta da parte del popolo



La distruzione delle piccole imprese non potrà mai essere recuperata.
Ovviamente è deliberata, ed è in linea con la agenda del World Economic Forum di Klaus Schwab ed il suo “Great Reset”.

Ovviamente tutto quello che stiamo vivendo non ha davvero alcun senso.
Ecco ad esempio come stanno distruggendo Londra.

Piccoli negozi dove venivano create magliette artigianali, articoli di pelletteria, negozi di libri antichi.

Tutto questo è stato spazzato via per sempre.
Questo non è il mio mondo, naturalmente.
Conosco fin troppo bene il mondo comunista.

Sono stata dietro il muro di Berlino prima e dopo.
Ho visto le condizioni della Germania Est subito dopo la riunificazione della Germania del 1990.

Never again.


You cannot copy content of this page