Conseguenze della EcoAnemia – Redde Rationem

Pubblicato il 24 Settembre 2021 da Veronica Baker

Vamos a tequila, señorita, Bonita
I really need it now
I ain’t got no tengo dinero, caballero
Say can we work it out

Los UmbrellosNo tengo dinero


Conseguenze della EcoAnemia – Redde Rationem

Ripeschiamo post dal passato…

E’ dal 2013 che la farsa sul debito pubblico dei diversi paesi va di pari passo con tutto il resto, figlia di ciò cui non si è voluto mettere a posto nel 2008 (ed allora era ancora possibile).
Ma siamo arrivati finalmente al dunque.

Redde rationem.


Ottobre 13, 2013


Helga è la proprietaria di un piccolo bar.
Rendendosi conto che quasi tutti i suoi clienti sono disoccupati  e che quindi dovranno ridurre le frequentazioni al suo bar, escogita un geniale piano di marketing, consentendo loro di bere subito e pagare in seguito.
Segna quindi le consumazioni su un libro che diventa il libro dei crediti (= i debiti dei clienti).

La formula “bevi ora, paga dopo” è subito un successone.
La voce si sparge, gli affari aumentano e il bar di Helga diventa rapidamente il più importante della città.

Lei ogni tanto rialza i prezzi, ma nessuno protesta.
Nessuno paga, è un rialzo solo virtuale.
Così il volume delle vendite aumenta ancora.
Helga apre nuovi locali ed il suo piccolo bar diventa rapidamente una vera e propria catena nazionale di pub.

Conseguenze della EcoAnemia Her Own Destiny
I bond ottengono subito un rating di AA+…

La banca di Helga, un importante istituto di credito nazionale, rassicurata dal giro d’affari sempre crescente, le aumenta ulteriormente il fido : infatti secondo i risk manager il fido è garantito da tutti i crediti che il bar vanta verso i clienti, come collaterale a garanzia.

Intanto l’Ufficio Investimenti & Alchimie Finanziarie della grande banca ha una idea geniale.
Prendono i crediti del bar di Helga e li usano come garanzia per emettere un’obbligazione nuova fiammante e collocarla sui mercati internazionali, gli Sbornia Bond.

I bond ottengono subito un rating di AA+ come quello della banca che li emette.
Gli investitori non si accorgono che i bond sono di fatto garantiti da debiti di ubriaconi disoccupati.
Così, dato che rendono bene ed hanno un alto rating, tutti li comprano.

Conseguentemente il prezzo sale.

Arrivano anche i gestori dei Fondi pensione a comprare, attirati dall’irresistibile combinazione di un bond con alto rating, che rende tanto e il cui prezzo sale sempre.
E i portafogli in giro per il mondo si riempiono di Sbornia Bond.

Un giorno però, alla banca di Helga arriva un nuovo direttore che, visto che in giro c’è aria di crisi, tanto per non rischiare le riduce il fido e le chiede di rientrare per la parte in eccesso al nuovo limite.
A questo punto Helga, per trovare i soldi, comincia a chiedere ai clienti di pagare i loro debiti.
Il che è ovviamente impossibile essendo loro dei disoccupati che si sono anche bevuti tutti i risparmi.

Helga non è quindi in grado di ripagare il fido e la banca le taglia i fondi.
Il bar di Helga fallisce e tutti gli impiegati si trovano per strada.
Il prezzo degli Sbornia Bond crolla del 90%.
La banca che li ha emessi entra in crisi di liquidità e congela immediatamente l’attività : niente più prestiti alle aziende.
L’attività economica locale si paralizza.

Intanto i fornitori di Helga, che in virtù del suo successo, le avevano fornito gli alcolici con grandi dilazioni di pagamento, si ritrovano ora pieni di crediti inesigibili visto che lei non può più pagare.
Purtroppo avevano anche investito negli Sbornia Bond, sui quali ora perdono il 90%.

Il fornitore di birra inizia prima a licenziare e poi fallisce.
Il fornitore di vino viene invece acquisito da un’azienda concorrente che chiude subito lo stabilimento locale, manda a casa gli impiegati e delocalizza la produzione in Cina ed in India.

La banca viene invece salvata da un mega prestito governativo senza richiesta di garanzie ed a tasso zero.
Ma per reperire i fondi necessari il governo ha semplicemente tassato tutti quelli che non erano mai stati al bar di Helga perché astemi o troppo impegnati a lavorare.

Fonte : purtroppo anonima, dovrebbe trattarsi di un gestore di fondi di una primaria banca d’affari svizzera.

Conseguenze della EcoAnemia

Applichiamo ora la dinamica degli Sbornia Bond al mondo reale ed in particolare al debito degli Stati Sovrani.
Giusto per aver chiare certe dinamiche e soprattutto per capire chi sia ubriaco e chi sobrio.
Prendiamo gli USA (ma l’Europa è nelle medesime condizioni, con in testa ovviamente l’Italia), i numeri non mentono mai1 :

US Tax revenue : 2.170.000.000.000 USD
Fed Budget  : 3.820.000.000.000 USD
New Debit : 1.650.000.000.000 USD
National debt : 14.271.000.000.000 USD
Recent budget cuts : 38.500.000.000 USD

Togliamo qualche zero (solo 8 !) e proviamo a pensare come dovrebbe essere gestito un bilancio familiare o di una azienda :

Reddito annuo : 21.700 USD
Spese annue : 38.200 USD
Nuovi debiti : 16.500 USD
Saldo arretrato da pagare : 142.710 USD
Taglio delle spese : 385 USD (Trecentottantacinque dollari !)

No, non è una barzelletta.
Gli USA sono da anni ed anni tecnicamente falliti.

Un bilancio del genere in una azienda è da libri in tribunale, alle famiglie le banche pignorerebbero tutto.
Quindi il rating AAA – dato dalle loro agenzie di rating – è la più grande truffa mondiale.

Dovrebbero avere come rating nella migliore delle ipotesi CCC+ (not prime et extreme speculative, il primo gradino sotto l’Italia !) se non proprio D (default).

Conseguenze della EcoAnemia Her Own Destiny
Gli USA sono da anni tecnicamente falliti…

Quando qualunque debito diventa troppo grande, il problema è sempre del creditore.
Quante piccole aziende dell’indotto falliscono quando va in sofferenza la grande industria ?

Infatti gli USA hanno iniziato da anni la moda delle sceneggiate.
Notizie catastrofiche dove viene mischiato il vero ed il falso – grazie alla totalità dei media compiacenti – manipolando l’opinione pubblica.

In questa grottesca vicenda sono presenti sia il vero che il falso.

Gli USA non possono mai fallire.
Qualunque stato in grado di stampare moneta è sempre in grado di pagare il proprio debito.
Ma sicuramente prima o poi – visto che continueranno in modo perpetuo la loro politica di aumento della spesa pubblica – il governo americano deciderà volontariamente di non pagare (in tutto od in parte) il proprio debito.

Gli americani batteranno i pugni sopra il tavolo o minacceranno l’apocalisse dopo avere causato una recessione mondiale volontariamente a tavolino.

E diranno : ”Noi non paghiamo e rovesciamo il tavolo.
Ci avete concesso troppo credito ?

Dovevate accorgervene prima, noi siamo gli USA”.

Ovviamente è tutta una farsa da baraccone da circo.


Note

1 Dati del 2013



44


You cannot copy content of this page