Visione professionale dei mercati (non le solite barzellette)

Pubblicato il 29 Luglio 2011 da Veronica Baker

Stamattina mi sbizzarrisco in un post altamente tecnico :  scrivere su questo blog è diventato per me un vero divertimento anche quando tratto temi importantissimi come quelli di oggi .

Molte delle notizie che circolano, unite alla pantomima sul debito USA, stanno muovendo il mercato più sulla base di rumours che di reali valutazioni .

Parliamoci chiaro: il Bund a 130 circa ( con rendimenti a questo punto ridicoli con un Dax intorno a 7150 ) è una pazzia totale , ed è solamente giustificato dalla volontà di inchiappettare a sangue tutti i venditori di options con scadenze inferiori a 130 che si sono esposti pesantemente una settimana fa il giorno dell’accordo sul debito UE .

Operazione ovviamente logica, ma completamente sbagliata in termini borsistici, perchè la più attesa ( ed anche contro-trend ) e quindi i vampiri hanno avuto la possibilità di squartare sul breve chiunque si fosse avventurato in questa direzione ; la sceneggiata USA di contorno ha naturalmente molto aiutato in tal senso ( per altro la candela di inversione del 12 Luglio sul Bund tuttora valida avrebbe dovuto consigliare opzioni scritte almeno a 131 se non 132 , la prudenza non è mai troppa )

Da questo momento in poi i Bund “pregiati” tedeschi hanno una quotazione sensata – e di conseguenza schizzare dalle 5 alle 10 figure verso l’alto – solamente nel caso di un reale default USA, per ben ovvi motivi , dato che diventerebbero l’unico investimento sicuro in bonds , una sorta di rifugio .

Ma a poche ore da un teorico default, il $ è a 1.43  ( se stesse saltando, sarebbe almeno ad 1.70 minimo ) e soprattutto  i Tbonds a breve scadenza  quotano un rendimento sottozero per la maggioranza delle scadenze .

La fuga verso la qualità ( “fly to quality”)  insomma non si vede proprio , e sarebbe molto strano se in questo momento succedesse qualche cosa, perchè l’intermarket non ci sta dando informazioni in tal senso .

Certo, a priori non si può escludere che la sceneggiata sia stata creata per gettare all’improvviso il panico sui mercati , ma mi pare improbabile , perchè i pezzi del puzzle non coincidono .

Ed in ogni caso, avere una posizione carica in qualsiasi direzione a mio avviso è in questo momento una tattica suicida , perchè si rischia davvero di essere spazzati via in una sola seduta da +-10% ( per la cronaca sono completamente scarica ed ho delta = 0 , dato che di certezze non ne ho nessuna ).

Per cui, chi è lungo di Bund in questo momento – almeno per la scadenza di Agosto – dovrebbe fare un hedging di copertura a mio parere , perchè i rischi di una correzione profonda e marcata e di avere delle minusvalenze in conto – almeno sul breve – diventa molto alto da qui in poi, a fronte di una possibile spike rialzista violenta lunedì mattina .

Le call a 7400-7500 Agosto vendute a manetta fra lunedì e martedì scorso l’altro giorno sul Dax ora hanno un senso….

Manca l’ultimo strappo finale sugli indici Usa , quello da fare con i volumi ai minimi termini in Agosto – quando tutti sono in ferie – e che serve solamente a segare le velleità short dei piccoli operatori .

Ci sono ancora dubbi che le lobbies finanziarie vogliano semplicemente far balenare al Congresso ed a Obama  lo spettro del 2008 ?

Clicca qui per ingrandire

Un fallimento, ma della politica ed in particolare di Obama, cui hanno ricordato chi lo ha fatto eleggere e soprattutto chi sono i suoi capi supremi a cui deve assolutamente obbedire .

Una situazione pilotata ai piani alti, perchè un movimento violento al ribasso è molto probabile che ci sia ,ma da settembre in poi , quando si rischierà davvero grosso ( e la gente sarà anestetizzata dalla sceneggiata di Agosto tanto da non farci più caso ) .

Le aste di Settembre di Bonds sono tradizionalmente infatti le più importanti e copiose dell’anno.Ed è da allora che prevedo la mattanza vera , e si potrà iniziare ad andare al ribasso pesantemente…

Ieri fondamentale news : Deutsche Bank si sarebbe sbarazzata dell’89% dei titoli di stato italiani in questi mesi ( e non solo loro, ovviamente ) , mentre al contrario UBS l’avrebbe aumentata  ( gli “sfizzerotti” vivono nell’illusione di riuscire a riportare il loro cambio verso quota 1.30-1.35 contro € e quindi operano in tal senso, ma si tratta di una mission impossibile…)

Da queste mosse si capisce chi sta comprando veramente il Bund , cioè DB e quindi il governo tedesco, una sorta di buyback , ma sui massimi, cosa alquanto singolare .

Nessuno però fa notare che la stessa DB sia piena fino al collo di bonds greci su cui dovrà scrivere delle corpose minusvalenze, oltre a quelle già in bilancio dal 2009 quando ricevette aiuti statali per non andare kaputt .

Quindi semplicemente deve urgentemente fare cassa vendendo parte del suo portafoglio , ed ha ritenuto di liquidare quella che riteneva meno remunerativa ( sinceramente non occorre certo essere dei geni per prendere una decisione del genere )

Ma siamo il terzo più importante Paese UE dopo Germania e Francia . Governato malissimo, certo, ma soprattutto con il terzo debito mondiale in valore assoluto.

Questa non è una decisione qualunque,da strategist finanziario, essendo  stata sbandierata ai quattro venti ;  ma deliberata ai piani alti e ben ponderata.

Un messaggio esclusivamente POLITICO.

Ed il commento riportato da tutti i giornali della  mortadella nazionale  ( uomo di ferro di Goldman Sachs , non dimentichiamolo , che sta solo menando come il solito il can per l’aia facendo il gioco dei veri padroni del vapore ) ci fa capire quale sarà la probabile la direzione dei mercati per il secondo semestre 2011.

Don’t forget la “triade” dei 3 celeberrimi post dell’anno scorso, il tema si sta svolgendo esattamente secondo quel copione, anche dal punto di vista politico/giudiziario !

Ed ora si capisce il perchè l’anno scorso gli stessi poteri “forti” hanno iniziato a perseguitare il vecchio blog fino a “costringermi” a chiuderlo…..

P.S.: il grafico del FTSEMIB di quest’anno è identico a quello dell’ATX greco l’anno scorso in questo periodo ( settimana più , settimana meno ) , indovinate in che direzione è andato allora  ?

Su del 20% e poi pesantemente giù da settembre…….

E quando saltò Parmalat ?

Crollo “inspiegabile ed improvviso” un anno prima con volumi enormi , recupero delle quotazioni di circa il 150% dai minimi con lenta ma inesorabile distribuzione di titoli azionari e vendita dei bonds da parte della banche  rimaste IMPUNITE giudiziariamente , come da sentenze recenti  , inversione dopo una fase laterale seguita da un crollo improvviso ( per tutti, ma non per me, che fui pesantemente sfottuta e dileggiata per la cronaca quando un anno prima avvertii che a mio avviso Parmalat non aveva il becco di un quattrino dato che continuava ad emettere nuovi bonds pur affermando di avere copiosa liquidità in cassa  )

In questi casi la storia si ripete SEMPRE

P.p.s.: stanotte Thailandia , Filippine e Malaysia hanno fatto segnare massimi assoluti ed il resto degli indici ha sostanzialmente tenuto , mentre in caso di crolli annunciati l’Asia solitamente anticipa amplificando in volatilità.

You cannot copy content of this page