Come l’ossido di grafene causa aritmie cardiache

Pubblicato il 26 Settembre 2021 da Veronica Baker

Questa è l’essenza della scienza.
Fate una domanda impertinente e preparatevi a ricevere una risposta pertinente.

Jacob Bronowski


Come l’ossido di grafene causa aritmie cardiache

Qualche giorno fa ho spiegato il motivo per cui l’ossido di grafene interviene nei campi elettrici dei tessuti cardiaci, generando in molti casi delle aritmie, soprattutto negli atleti professionisti ed in generale in tutte le persone che praticano i cosiddetti sport “intensivi”, come ciclismo, atletica e maratona.

E naturalmente, quando casualmente attraversano zone dove sono presenti campi magnetici, la situazione è decisamente peggiore e può portare ad una morte improvvisa.

Alcuni esempi – già riportati diversi giorni fa – fra le migliaia che si potrebbero portare dai diversi paesi, continenti e lingue :

Inglese :

CDC investigates dozens of reports of heart inflammation in teenagers and young adults that occur four days after their second dose of Moderna or Pfizer “vaccines”

Pedro Obiang : 29-Year-Old Professional Footballer Suffers Myocarditis After COVID-19 “Vaccines”, Possible End of Career

Italiano :

Alessandro ricoverato per miocardite tre giorni dopo la seconda dose di “vaccino” : “Voglio sapere perché”

Portoghese :

Quatro casos de miocardite em adolescentes notificados após a “vacinação”

Spagnolo :

Detectan problemas cardíacos en jóvenes tras recibir la “vacuna”

Un joven de 17 años, ingresado en el General de Alicante con posible miocarditis tras recibir la segunda dosis de la “vacuna”

E l’elenco potrebbe continuare per decine e decine di pagine…

Come l'ossido di grafene causa aritmie cardiache
Dai più recenti studi sta sempre di più diventando evidente che quando il grafene penetra nei tessuti di conduzione cardiaca provochi delle aritmie cardiache…

Con tutto questo, è pure comprensibile che ora si cerchi di giustificare il fatto che “lo sport sia dannoso per il cuore” quando è sempre stato affermato fino ad ora il contrario.

La medicina “ufficiale” fino ad ieri affermava che lo sport aiutava a prevenire gli infarti, aiutava il perfetto funzionamento del sistema cardiovascolare, ed abbassava la frequenza cardiaca a riposo.

Ma come ho la sensazione che con un colpo di spugna cambieranno pure queste regole basilari, a seconda dei loro interessi.
Come hanno sempre fatto, d’altra parte.

Dai più recenti studi sta sempre di più diventando evidente che quando il grafene penetra nei tessuti di conduzione provochi delle aritmie cardiache.

Come una specie di pacemaker impazzito che, al momento in cui si fa sport intensivamente, aumenta l’energia che è capace di espellere.
Finendo per generare aritmie mortali.
Ecco probabilmente ciò che provoca il grafene negli atleti.

Questo è ciò che sta uccidendo i giovani sportivi.
Non sono dei veri e propri infarti.

Ma delle morti improvvise dove non c’è dolore al petto o qualcosa che annuncia delle possibili aritmie cardiache.
E sono sicuramente causate dal grafene che impregna il tessuto di conduzione cardiaca ed il tessuto miocardico.

Questo è il motivo per cui i cosiddetti “dotti” stanno iniziando ad affermare un po’ dappertutto :

“State attenti. Non fate sport”.

Perchè sanno benissimo che chi fa sport può essere soggetto a morte improvvisa.
E se iniziano ad esserci casi troppo diffusi, la gente potrebbe iniziare a porsi delle domande.

Come l'ossido di grafene causa aritmie cardiache
Gli sport di resistenza, come il ciclismo e le maratone, sono quelli dove c’è più attività cardiovascolare. E quindi sono quelli potenzialmente più pericolosi…

Vogliono non tanto disinformare in questo caso, ma mascherare le vere ragioni.

Gli sport di resistenza, come il ciclismo e le maratone, sono quelli dove c’è più attività cardiovascolare.
E quindi sono quelli potenzialmente più pericolosi.

Perchè più a lungo si utilizza il cuore e si fa il massimo sforzo fisico, più è probabile che il grafene abbia effetto su di te.

Un maratoneta od atleti come i ciclisti rimangono attivi per lunghi periodi.

Vanno in bicicletta o passano molto tempo a correre.
E più a lungo rimangono attivi, più è probabile che generino un’aritmia.

Ma anche tutti gli altri alla lunga la svilupperanno.
Anche una persona di mezza età che cammina per la strada.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page