Cittadini

Pubblicato il 13 Giugno 2021 da Veronica Baker

Camminano le ore,
non si fermano i minuti
se ne va
è la vita che se ne va
se ne va
di domani nessuno lo sa.

Dopo domenica è lunedì.

Angelo BranduardiDomenica e Lunedì


Una vita fatta di aspettative.

Desideri insoddisfatti.
Sogni di fuga dalla realtà.

La nostra società ha accettato un modello di vita decisamente squilibrato.
Il consumo, il possesso, lo stordimento per dimenticare.


Cittadini Her Own Destiny
“Cittadini” non si nasce, ma si diventa…

Ci sono purtroppo troppe persone che arrivano sino al punto di vivere con mediocrità la vita, godendo sulle disgrazie altrui e rosicando per i loro successi.

Come esempio di icone del genere considero quelle costituite dalle seguenti caratteristiche :

Svogliato
Dissoluto
Apparente

Personalmente io li definisco “cittadini”.

Sono infatti estremamente comuni nelle grandi metropoli, dove la vita è stata alterata da falsi valori ed, in primis, si è persa la semplicità.

In alcuni casi il “cittadino” può avere una buona forza di volontà (ma esclusivamente nevrotica) asservita a scopi ben precisi fondamentali per la sua realizzazione.
Non è stato istruito ad amare il proprio corpo, è un sedentario che ricerca sempre scorciatoie che lo facciano andare avanti.
Farmaci sintomatici per i suoi tanti malanni di “poco conto”, droga per sballare ogni tanto, sigarette o dose quotidiana di alcool per calmarsi o per sentirsi su di giri.

Naturalmente non sa rinunciare ai miti della società moderna : lusso, ricchezza, successo.

Nessuna forza o voglia di rialzarsi, convinto che non ci siano alternative a una vita che magari non è pessima, ma sicuramente non è il massimo.

Cittadini

“Cittadini” non si nasce, ma si diventa.

Ci sono molti ambienti e filoni “educativi” che predispongono alle creazione di questo tipo di “personalità”.
I più comuni sono i programmi televisivi che spingono al successo e alla fama, illusione di felicità e di realizzazione esistenziale.

Ma naturalmente se ne potrebbero fare molti altri.
”Lo fanno tutti” è il tipico commento, naturalmente privo di ogni logica.

Ad esempio un giovane di famiglia non ricca che butta centinaia di $ l’anno per acquistare un nuovo smartphone diventerà da grande l’adulto che si coprirà di debiti per il mutuo di una casa, le rate per l’auto dei suoi sogni, le vacanze nelle località di lusso.

Ed accrescerà la schiera dei cosiddetti perdenti di successo che tanto vanno di moda oggi.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page