Chi sta dietro il Great Reset ?

Pubblicato il 8 Ottobre 2021 da Veronica Baker

Noi beneficiamo di una cosa, ed è l’attacco alle Torri Gemelle e al Pentagono, così come la lotta americana in Iraq.

Benyamin NetanyahuEx primo ministro israeliano – 2008


Chi sta dietro il Great Reset ?

Il documentario “l’11 settembre e il grande gioco israeliano”, uscito esattamente a venti anni da quella famosa data, dimostra in modo inequivocabile il coinvolgimento della comunità ebraica organizzata negli attacchi dell’11 settembre 2001 , e gli stratagemmi messi in atto dai servizi israeliani per nascondere le loro attività.

00:00 – Introduzione
07:14 – Aerei fantasma
18:43 – Demolizione controllata
23:49 – Chi beneficia del crimine ?
35:40 – Profilo di Israele
41:59 – Gli israeliani che ballano
48:45 – La rete di spionaggio israeliana
57:31 – I neoconservatori e il progetto Nuovo Secolo Americano
62:02 – Il colpo di stato invisibile
69:50 – Netanyahu, Silverstein e i super-sayanim
80:26 – L’ipotesi del complotto annidato
89:41 – Il controllo dell’indagine
94:33 – Il controllo della protesta
99:57 – Quante altre guerre mondiali per Sion ?



In questa data (esattamente a 56 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, 5+6=11) è stata istigata una della più grandi false-flag della storia, che fra le altre cose ha poi permesso agli israeliani di mandare gli americani a invadere l’Iraq.

E – coincidenza – proprio quel giorno innumerevoli agenti del Mossad (i servizi segreti israeliani) erano curiosamente presenti a New York, ed alcuni di loro furono persino filmati mentre ballavano davanti alle torri gemelle cadenti.



Altri furono arrestati 6 ore dopo l’attacco con tracce di esplosivo nel loro veicolo, e poi rilasciati dopo che Israele aveva chiesto il loro rilascio immediato.



Questa è stata sicuramente una delle più grandi truffe del 21° secolo (fra le decine e decine di false flag che abbiamo vissuto), in ordine di importanza la seconda.
Perché la più grande truffa in assoluto è quella che stiamo vivendo attualmente.

Stranamente, sono sempre le stesse persone dietro a tutto questo.
Ma ormai i loro giochetti sono ben noti.

Un secondo documentario estremamente rigoroso basato su numerose testimonianze di esperti, testimoni, pompieri e sopravvissuti, nonché su immagini d’archivio dei principali media è Loose Change (parte 1 e 2).

Il risultato di questa indagine rigorosa è chiaro : versione ufficiale letteralmente distrutta (non c’erano dubbi, d’altra parte).

Lontano dal coro dei giornalisti piagnoni al soldo del Nuovo Ordine Mondiale, questa è l’ultima opportunità per coloro che ancora ci credono, o per coloro che vogliono rivedere i loro argomenti, di rivedere questo ottimo documentario sul volto nascosto degli “attacchi” dell’11 settembre 2001.

Ricordo che la truffa dell’11 settembre ha permesso di :

Lanciare guerre illegittime per motivi ideologici e (soprattutto) finanziari
Velocizzare la marcia verso la cosiddetta globalizzazione.

Aumentare la fedeltà ai governi cosiddetti “democratici” sotto il monopolio di Israele.
Aumentare i poteri di sorveglianza e repressione contro la popolazione, con il pretesto della sicurezza.

Tutte le prove raccolte  su questo argomento non lasciano dubbi sul coinvolgimento totale di Israele negli attacchi dell’11 settembre.




Chi sta dietro il Great Reset ?


You cannot copy content of this page