Chi è più ricco ?

Pubblicato il 3 Luglio 2021 da Veronica Baker

Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino.
Di cos’altro necessita un uomo per essere felice ?

Albert Einstein


La coerenza nei confronti di noi stessi è un valore non in vendita.
La scelta che ho compiuto anni fa è quella di una persona completamente libera da tutti gli orpelli della bella società e da tutte le convenzioni più o meno scritte che esistono.

Forse per me non è stato così difficile, semplicemente perchè la scelta di essere libera da ogni classica convenzione societaria è diretta conseguenza delle mie vicende di vita.

Di sicuro non sento la mancanza della cosiddetta società “civile”.
E soprattutto non ho mai avuto paura di finire dall’altare alla polvere.

Ieri come oggi.


Agosto 16, 2011


Chi è più ricco ?
Sono stati completamente ribaltati­ necessità e bisogni…

All’improvviso, molti si sono (ri)scoperti anticapitalisti.
Ma hanno tre cellulari, due PC e vivono (ancora per poco, però) nell’agiatezza.

Personalmente li manderei volentieri a Cuba, in Venezuela, in Nicaragua od in Corea del Nord con un volo charter.
In questo modo saranno felici di guadagnare uno stipendio medio di 10 $ al mese e nel contempo cibarsi con una razione di riso giornaliera fornita dallo Stato.

Anzi, ormai non è nemmeno più necessario questo.
Ben presto troveranno sotto casa il Paradiso Terrestre cui tanto anelano.

Troppo facile fare gli pseudo-moralisti dietro lo schermo di un PC,  quattro mura di una casa ed uno “stipendio” che entra nel loro c/c (garantito dallo stato, anche senza lavorare), anche se basso.

D’altra parte la validità di un­ sistema politico-economico si misura dal grado di benessere­ medio che genera e dalle opportunità di sviluppo che­ crea.
Il nostro – inteso come mondo Occidentale, USA inclusi – ha fallito­ in tutto e per tutto.

Sono stati completamente ribaltati­ necessità e bisogni.
Sono stati confusi affinchè logiche del profitto annientassero­ completamente quelle dell’etica.

E la parabola esponenziale del progresso e dello sviluppo degli ultimi 20-30 anni non ha certo migliorato la condizione di vita della stragrande maggioranza della gente.
Invece di lavorare di meno la gente è costretta a lavorare­ sempre di più per mantenere un tenore di vita troppo elevato.

Chi è più ricco ?

Chi­ guadagna 300 € al mese e ne spende 50 per­ l’affitto o chi ne guadagna 1300 e ne paga 1000­ d’affitto ?
E questo senza contare tutte le spese per i beni indotti e superflui.

Tutti sono talmente assorbiti dall’indifferenza da pensare esclusivamente al proprio tornaconto personale.
Ma questo non farà altro che renderli ancora più­ infelici.
Molta gente si­ rovina con i soldi, con la droga, con la gelosia, con­ sentimenti poveri che solo distruggono la loro vita.­

Perché comprare sempre l’ultimo modello di­ computer, cellulare, macchina, orologio, profumo, e­ tante altre banalità che hanno solo il risultato di rendere più poveri ?

Un mondo senza banche è ovviamente un mondo privo di circolazione di denaro, quindi primitivo ed arretrato.
Ma una bella ridimensionata ai banchieri appartenenti al “Club” sarebbe proprio necessaria.

Basterebbe mandarli a lavorare sul­ serio con uno stipendio da 3000€ al mese (solamente tre volte tanto quello medio italiano).

Per loro una punizione più grande della pena di morte.



44


You cannot copy content of this page