Che dire ?

Pubblicato il 27 Marzo 2021 da Veronica Baker

Se cerchi sempre di essere normale, non saprai mai quanto puoi essere meraviglioso.

Maya Angelou


Che dire ?
Che dire ?

Che dire ?
Siamo sempre lì, al solito punto, al solito problema.

In teoria ognuno fuori dall’ambito lavorativo e nella vita privata è libero di fare tutto ciò che vuole.
Libero di dire e di essere chi vuole.
Di comportarsi come vuole, di frequentare chi vuole.

Ma nella pratica la situazione è davvero molto diversa.
Nel mondo del lavoro la vita privata (e soprattutto chi siamo) conta.

E conta eccome.
Forse troppo.

Nonostante i benpensanti e nonostante i liberali.
Per le famiglie, per le scuole, le istituzioni.

Che dire ?

Insomma conta per tutto quello che sta attorno.
Si può essere le migliori nella propria professione.

Essere scrupolisssime, preparatissime.
Nel mio caso, avere un ottimo track-record, un’esperienza ventennale nel settore, una conoscenza approfondita dell’ambiente lavorativo.

Ma alla fine, quello che ti viene sempre sbattuto in faccia è la tua personale credibilità.
E questa, purtroppo, non la ho mai avuta e non la potrò mai ottenere.

Infatti il mondo è pesantemente condizionato dal giudizio esterno.
Ed alla fin fine è tutto questo che ci ruota intorno.

Ad un certo punto mi sono posta la seguente domanda.
Partendo dal presupposto che nel mondo del lavoro non ho davvero più nulla da dimostrare in quanto a preparazione, esperienza, scrupolosità e risultati, in quanti realmente avrebbero fiducia in me e soprattutto nelle mie capacità ?

Oppure hanno ben altro giudizio su di me  ?

La risposta – come ho già raccontato più volte – è stata semplice.

Ecco perchè alla fine (molti anni fa) ho scelto di abbandonare il cosiddetto mondo benpensante.
Quello della gente cosiddetta “normale”.



Veronica


You cannot copy content of this page