Cecità

Pubblicato il 16 Giugno 2020 da Veronica Baker

Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo.
Ciechi che vedono.
Ciechi che, pur vedendo, non vedono.

Josè SaramangoCecità


Forse anche Josè Saramago voleva avvisare l’umanità dei loschi e celati (ma non troppo) piani delle elite…


Cecità

In un tempo e un luogo non precisati, all’improvviso l’intera popolazione perde la vista per un’inspiegabile epidemia.
Chi viene colpito dal male è come avvolto in una nube lattiginosa.

Reazioni psicologiche devastanti, esplosione di terrore e di gratuita violenza inarrestabile, effetti della patologia sulla convivenza sociale drammatici.
La cecità cancella ogni pietà e fa precipitare nella barbarie, scatenando un brutale istinto di sopravvivenza.

Un’umanità feroce, incapace di vedere e distinguere le cose razionalmente.
Abbrutimento, crudeltà, degradazione, indifferenza, egoismo, potere, sopraffazione.

Una guerra di tutti contro tutti.
Una dura denuncia del buio della ragione.

Anche se alla fine arriva uno spiraglio di luce e salvezza.



Cecità


You cannot copy content of this page