Ban allo short ? Strong sell !

Pubblicato il 11 Agosto 2011 da Veronica Baker

Il mercatino dei derivati della pescheria si è bloccato questo pomeriggio, lasciando incastrati numerosi operatori che verranno accuratamente “tosati” nelle prossime ore ( teorico +3% al momento )

Il solito guasto tecnico “improvviso”…

Si vocifera un ban dello short al mercato del pesce ( a me però risulta esistere già da almeno un anno ) ed alle formaggerie riunite francesi .

Il giorno che passa una misura del genere prendo immediatamente posizione in derivati ( short call, short future od anche short ETF o long bear ETF )  in entrambi i mercati e simultaneamente chiudo pure i video…naturalmente dopo il classico dip da +7% od 8% dovuto alle ricoperture forzate.

Oppure ancora meglio bear spread a lunga scadenza,alto rendimento garantito al limone senza fatica.

Ecco un esempio tratto dal 2008 : XLF ( indice settore finanziario USA ), -48% in un solo mese (!) dopo il ban allo short selling .

Ma la letteratura finanziaria è piena di centinaia di esempi del genere, che MAI sortiscono l’effetto voluto ( per chi volesse approfondire, può leggere i miei post del 2008 sull’argomento ) .

Se levi il carburante per le ricoperture nei bear markets semplicemente il risultato è una caduta libera senza paracadute…

P.S.: chiusura Future mercatino teorica 15300 , +3.53% , e soprattutto ultimo prezzo battuto alle 15.00 14635 , per cui con il mini sono solo 15300-14635 = 665 € , con il future pesante 665€*5= 3325 € di perdite solo per oggi, senza contare l’ulteriore gap up probabile di domani.
Mafia in action again!

You cannot copy content of this page