Bailout o non bailout ? Questo è il problema…

Pubblicato il 12 Febbraio 2010 da Veronica Baker

Ieri giornata da manuale, in cui in effetti si è detto tutto ed il contrario di tutto , e dove la fumosità negli interventi dei vari politici sul bailout meno gradito della storia della finanza ha raggiunto vette epiche.

Iniziamo con il primo comunicato dell’ UE , apparso intorno alle 13 di ieri :

[….]Euro-zone countries will provide “determined and coordinated action if needed” to preserve stability in the currency union, European Council President Herman Van Rompuy said at a summit of European Union leaders Thursday, but he gave few details of how that would be provided and no indication that direct aid to Greece, the zone’s sickest member, was imminent.”Greece did not ask for any financial support,” Mr. Van Rompuy said.He and the 27 leaders of the EU countries were continuing their talks Thursday.It wasn’t clear that investors would be soothed.[….]

Quindi secondo l’UE la Grecia non avrebbe richiesto alcun intervento esterno.

Ma le parole di Van Rompuy sono state smentite dalla stessa Grecia stessa, per bocca del pirmo ministro Papandreu :

[…]I have been in close contact with IMF Managing Director Dominique Strauss-Kahn,” Papandreou said. “We need the technical support of the IMF. The IMF has the expertise to face similar crises which have occurred outside the European Union over the past years – expertise which the European Union does not have.”He noted that the IMF has provided technical assistance to Greece since December, following an invitation by the Greek government. […]

Risulta quindi evidente a tutti che nessuno in Europa in questo momento ha la reale intenzione di intervenire in soccorso della Grecia, e che la situazione è critica – oserei dire disperata – già dallo scorso Dicembre, se il governo ellenico ha chiesto supporto tecnico al FMI sin da allora….

A questo punto allora l’UE è stata costretta nuovamente ad intervenire, rendendo la situazione ancora più confusa :

[…]All euro area members must conduct sound national policies in line with the agreed rules.They have a shared responsibility for the economic and financial stability in the area.In this context, we fully support the efforts of the Greek government and their commitment to do whatever is necessary, including adopting additional measures to ensure that the ambitious targets set in the stability programme for 2010 and the following years are met.We call on the Greek government to implement all these measures in a rigorous and determined manner to effectively reduce the budgetary deficit by 4% in 2010.[….]

Ribadendo , nel contempo, di nuovo :

[…]Euro area Member states will take determined and coordinated action, if needed, to safeguard financial stability in the euro area as a whole.The Greek government has not requested any financial support.[…]

A questo punto direi che la situazione sia chiara come il sole…….

Nel frattempo ieri sera – confermando implicitamente  una situazione finanziaria confusa e che soprattutto rischia di degenerare con speculazioni folli sugli asset più sensibili come il Gold – il Comex ha improvvisamente aumentato i margini di tutti i futures sui metalli preziosi :

[…]The CME group announced that margins for metals futures contracts on the NYMEX and COMEX will rise beginning February 12 by approximately 25% across various classes.The initial margin for 100-ounce COMEX gold futures will increase to $6,747 from $5,403, while the maintenance margin will rise to $4,998 from $4,002.For 5000-ounce COMEX silver futures, initial margins will increase slightly less: from $6,075 to $6,750 while the maintenance margin increases by $500 from $4,500 to $5,000.Margin increases will be largest for palladium, where initial margins will rise from $2,363 to $3,713, coupled with a maintenance margin increase of $1,000 from $1,750 to $2,750.[….]

Al di là delle variazioni numeriche , ricordo che solitamente a notifiche di questo genere seguono sempre movimenti piuttosto secchi e soprattutto volatilità nei mercati in forte aumento ( in entrambe le direzioni, naturalmente…..)

Per altro, basta vedere l’andamento dell’€/$ nella giornata di ieri :

Prima dell’annuncio del probabile bailout europeo ( dichiarazione di Van Rompuy ) , l’€ ha rimbalzato vistosamente, per poi cedere successivamente fino a forare momentaneamente 1.36 :

Anche se personalmente continuo a ritenere che l’€ , prima di fare nuovi minimi – soprattutto contro $ – debba rimbalzare come minimo almeno verso area 1.38 .

E se è vero che il rimbalzo stia avvenendo con bassi volumi :

…è  anche interessante notare che le aree critiche sono tre : 1062 , 1085 e 1100.

Personalmente – come ho già detto più volte – ritengo che prima del prossimo sell-off che arriverà si debba raggiungere area 1100/1110 , anche se oggi – con il test  della resistenza a 1085 , si potrà avere una idea più chiara della situazione.

Semis&trannies , rimbalzo da manuale .

E che i flussi di denaro siano negativi lo si evince facilmente dalla lettura del grafico seguente :

…che sostanzialmente conferma l’uscita di fondi dallo Spoore verso un più sicuro “Flying to safety ”

Ed un ‘altra conferma che siamo entrati in una fase lateral/ribassista ce la fornisce  anche Blackstone :

[…] Blackstone Group LP’s Graham Packaging Co. cut its initial public offering by more than half as a slumping market for IPOs helped prevent the world’s largest private-equity firm from trimming its stake in the maker of plastic containers.Graham Packaging, 75 percent owned by Blackstone, lowered the price of today’s stock sale to $10 to $11 each from as much as $16, after pushing back the offer from yesterday, according to a Securities and Exchange Commission filing and Bloomberg data. Existing owners will no longer sell shares and the IPO may raise as little as $167 million, 55 percent less than the maximum Blackstone and Graham originally sought. [….]

Una riduzione dell 40% del valore proposto , mica male…

You cannot copy content of this page