Articoli scientifici

Le tre regole di lavoro :

1. Esci dalla confusione, trova la semplicità.
2. Dalla discordia, trova armonia.
3. Nel pieno delle difficoltà risiede l’opportunità.

Albert Einstein


In questa pagina – che più o meno aggiornerò giornalmente – riporterò alcuni articoli scientifici di particolare interesse riguardo i tempi assai movimentati che stiamo vivendo in questo momento.
Per tradurre gli articoli, consiglio di utilizzare programmi come DeepL.

Ringrazio preventivamente tutti coloro che mi segnaleranno errori e/o omissioni.


dfdc6da339819aacfd421c25c29c50b0cd0fe532Rafael Yuste, il neuroscienziato spagnolo che ha consegnato la chiave del controllo assoluto dell’élite sull’umanità

Febbraio 2020.
Una intervista rilasciata poche settimane prima della dichiarazione di “pandemia”.

Il neuroscienziato di Madrid, Rafael Yuste, ha scritto questo articolo per il giornale El País, consapevole di ciò che la sua scoperta ha significato per il controllo di tutti gli esseri umani da parte delle élite più oscure.

Un po’ più tardi, ha firmato la legge sui neurodiritti in Cile insieme al presidente Sebastian Piñera.
Rafael Yuste è un personaggio da condannare immediatamente all’ergastolo.


96081e5350d880d7bf82f4bf02f7737ed077e5e1L’ossido di grafene assorbe anche 2G, 3G, 4G e 5G

Le nanoparticelle incontaminate sintetizzate e gli ibridi sono risultati altamente assorbenti per le microonde in tutte le bande radar L e S (<-10 dB da 1 MHz a 3 GHz).

Questa eccellente proprietà di assorbimento delle microonde indotta dall’accoppiamento dei fogli di grafene mostra l’applicazione di questi materiali con una larghezza di banda di assorbimento su misura in modo che possano essere utilizzati anche per le basse frequenze.

In precedenza, sono stati utilizzati per l’assorbimento ad alta frequenza (tipicamente > 4 GHz) con larghezza di banda selettiva limitata.


43c752633538e244629825a4304a6c593a163f43Nanocompositi tridimensionali (3D) di ossido di grafene ridotto (RGO)/ossido di zinco (ZnO)/ferrite di bario per l’assorbimento elettromagnetico

Un nanocomposito tridimensionale (3D) di ossido di grafene ridotto (RGO) e ossido di zinco (ZnO) è stato sintetizzato con un processo di soluzione morbida ed un processo di liofilizzazione efficace per mantenere l’intero sistema spugnoso.

La perdita di riflessione minima raggiunge -43.45 dB a 11.52 GHz per il 7 wt% di 3D-RGO-ZnO nel nanocomposito con uno spessore di 2.0 mm, e la larghezza di banda di assorbimento effettivo è superiore a 5.8 GHz (la perdita di riflessione sotto -10 dB).

Pertanto, i nanocompositi 3D-RGO-ZnO / BaFe 12 O 19 possono essere considerati come un eccellente materiale candidato per assorbitori di microonde.


d675fdc0c829eda0adae43263c4a49cfe540bc33Fabbricazione controllabile di nanocompositi monodispersi di RGO-ematite e loro migliori proprietà di assorbimento delle onde

Le proprietà di assorbimento a microonde dei compositi RGO-ematite sono state studiate in dettaglio.
I nanocompositi possiedono eccellenti proprietà di assorbimento delle microonde.

Le proprietà di assorbimento delle microonde sono state spiegate anche in termini di strutture dei nanocompositi.


f745fea5324aed2153681a46bc67255039533f7aOssido di grafene, magnetismo ed onde elettromagnetiche 5G

In questo studio è stato verificato per la prima volta che le proprietà ferromagnetiche sono quelle create dalla deformazione, dal campo magnetico e dalla temperatura insieme all’osservazione di domini magnetici paralleli nel grafene ferromagnetico.

In questo modo, è stato possibile rappresentare quanto segue.

In primo luogo, presentare tre nuovi metodi basati su temperatura, campo magnetico e deformazione per produrre grafene ferromagnetico.
In secondo luogo, ottenendo grafene ferromagnetico a temperatura ambiente da saturazione di magnetizzazione significativa su larga scala.


fbe1b31dcd331cb048dd055e83f6cd4d5f05b09bNucleazione eterogenea del ghiaccio da parte di nanoparticelle di grafene

Dopo aver introdotto queste particelle nella camera a nebbia, è stato prodotto HIN e si sono formati cristalli di ghiaccio.

La distribuzione delle dimensioni dei cristalli è stata ottenuta dall’elaborazione delle immagini delle lastre, dove erano coperte da un sottile strato di Formvar, che ha mostrato che il numero di cristalli di ghiaccio nel GGON aumentava all’aumentare della temperatura da -20°C a -10°C.


9c2e10baf970e47c56869d51585293e1555353e8Riduzione rapida e semplice dell’ossido di grafene in vari solventi organici per irradiazione a microonde

In questo studio viene presentata una riduzione semplice e veloce dell’ossido di grafene in vari solventi organici mediante irradiazione a microonde.

La riduzione può essere completata in alcuni minuti, ed il contenuto di ossigeno e la conducibilità (10.000 S/m) dell’ossido di grafene ridotto erano paragonabili ai risultati precedentemente riportati che riportavano tra 1 ora e 24 ore per la riduzione.


34285f8eadc98be7103828f6a12be4983bf3cb5eProprietà di assorbimento a onde millimetriche di un composto flessibile di grafene/gomma acrilonitrile-butadiene nella banda di frequenza 5G

L’imminente tecnologia di comunicazione mobile di quinta generazione (5G) presenta enormi problemi per i materiali che assorbono le onde millimetriche (MMW) sopra i 24 GHz.

Nel presente lavoro, i compositi assorbitori elastici sono stati fabbricati con ossido di grafene ridotto (RGO) di diverso tempo di riduzione e gomma nitrilica (NBR).

Una serie di metodi di caratterizzazione sono stati utilizzati per studiare il grado di riduzione e la struttura dei compositi.
I parametri elettromagnetici dei compositi sono stati anche misurati a 26,5-40 GHz ed utilizzati per eseguire un calcolo analitico della perdita di riflessione (RL).


9f9aa23d68ec0c7739ceb886ba3ad29cde495823Nanotrasduttori per la neuromodulazione wireless

I nanomateriali sono emersi come una classe unica di interfacce neurali grazie alle loro piccole dimensioni, alla possibilità di collegamento remoto, ai vari metodi di trasmissione ed alle risposte immunitarie croniche ridotte.

In questo studio sono discussi i recenti progressi nei nanotrasduttori per modulare ed interagire con il sistema neurale senza fili fisici (wireless).


bbe4059382a51ec267926efa792ca7b9ebc72eb4L’ossido di grafene interrompe l’omeostasi mitocondriale inducendo lo spostamento redox intracellulare ed una disfunzione della rete autofagica-lisosomiale nelle cellule SH-SY5Y

I ricercatori hanno scoperto che l’elaborazione ultrasonica nel mezzo ha cambiato lo stato di ossidazione e la reattività sulla superficie planare del GO a causa della sua attività di idratazione, portando alla perossidazione lipidica e al danno della membrana cellulare.

Successivamente, l’omeostasi mitocondriale interrotta dai ROS, risultante dall’attivazione della segnalazione NOX2, è stata osservata dopo l’internalizzazione del GO (ossido di grafene).

La rete autofagica-lisosomiale è stata avviata come reazione difensiva per rimuovere i mitocondri ossidativamente danneggiati e i nanomateriali estranei, che si è rivelata inefficace a causa della ridotta capacità di degradazione dei lisosomi.


d0625dc3c173f0b61265424a3d827bcf5f74676bNanoschede di ossido di grafene rimodellano la funzione sinaptica in reti cerebrali coltivate

Nel microambiente biologico, i nanoscheletri di grafene potrebbero interagire con le strutture cellulari e subcellulari esposte, dando luogo a una regolazione inaspettata di una sofisticata segnalazione biologica.

Più in generale, i dispositivi biomedici basati sulla progettazione di queste nanostrutture planari 2D per interventi sul sistema nervoso centrale richiedono una comprensione precisa delle loro interazioni con il milieu neuronale.

In questo studio viene descritta la capacità dei nanoscheletri di ossido di grafene di regolare negativamente la segnalazione neuronale senza influenzare la vitalità delle cellule.


228aaace0bb3dced611f1ef868ca98583359d0efEffetto differenziale dell’ossido di grafene sulla produzione di citochine proinfiammatorie dalla microglia murina

I risultati degli studi più recenti hanno dimostrato che l’esposizione al GO ha influenzato in modo diverso la produzione di citochine proinfiammatorie, fenomeno associato alla modulazione della via lisosomiale di elaborazione delle citochine.


10489d985f29949d281b8acace36f55ea3813ec5La tossicità del grafene come un’arma a doppio taglio : rischi ed opportunità sfruttabili

Un’analisi critica delle tendenze e degli sviluppi più recenti.

I risultati sperimentali della diversità in vitro e in vivo sono stati analizzati nel contesto dei più probabili scenari di esposizione al grafene, come l’inalazione respiratoria, la via di ingestione, la somministrazione parenterale e l’esposizione topica attraverso la pelle.


tx 2013 00385x 0005Nanotossicità del grafene e dell’ossido di grafene

A causa dei potenziali fattori di rischio associati alla produzione ed all’uso di materiali legati al grafene, il numero di studi nanotossicologici su questi composti è aumentato rapidamente nell’ultimo decennio.

Questi studi hanno indagato gli effetti delle interazioni nanostrutturali/biologiche a diversi livelli organizzativi del sistema vivente, dalle biomolecole agli animali.

Gli studi di citotossicità e genotossicità in vitro ed in vivo dei materiali legati al grafene hanno esaminato in modo critico le metodologie utilizzate in modo tale da poter valutare la loro tossicità.


313bacfbad91c9db81355d10d1ad06cd5e2f9f79Possibili effetti avversi delle nanoparticelle di ossido di grafene sul sistema riproduttivo

Danni provocati dall’ossido di grafene all’apparato riproduttivo.

Le NP (nanoparticelle) possono attraversare la barriera emato-testicolare, la barriera placentare e la barriera epiteliale, che proteggono i tessuti riproduttivi, per poi accumularsi negli organi riproduttivi.

L’accumulo di NP danneggia gli organi (testicolo, epididimo, ovaio e utero) distruggendo le cellule del Sertoli, le cellule di Leydig e le cellule germinali, causando una disfunzione dell’organo riproduttivo che influisce negativamente sulla qualità, quantità, morfologia e motilità dello sperma o riduce il numero di ovociti maturi e interrompe lo sviluppo follicolare primario e secondario.

Inoltre, gli NP possono alterare i livelli di ormoni secreti, portando a cambiamenti nel comportamento sessuale.


cf8f8e9790a47901aad981d4656a8ca13274acb3Effetti dell’ossido di nanographene su testicolo, epididimo e fertilità nei ratti Wistar

Danni provocati dall’ossido di grafene all’apparato riproduttivo.

L’esposizione ripetuta alla ONG per 15 e 30 giorni ha provocato una diminuzione della conta degli spermatozoi epididimali ed un aumento delle anomalie dello sperma.

Anche la percentuale di spermatozoi mobili è significativamente ridotta a causa dell’esposizione.


59074412675f3b04f47887b731c9ec43ee5e81e6Citotossicità e genotossicità dell’ossido di grafene e dei fogli di ossido di grafene ridotto negli spermatozoi

Danni provocati dall’ossido di grafene all’apparato riproduttivo.

Tutti i nanomateriali di grafene hanno indotto riduzioni concentrazione-dipendenti dell’adenosina trifosfato e del NAD+/NADH prodotto dagli spermatozoi per la motilità e l’attività metabolica.

Mentre le lamine GO, N 2 H 4 -rGO e HT-rGO hanno causato un aumento delle specie reattive dell’ossigeno e della produzione di ossido nitrico degli spermatozoi, le lamine GO ridotte dagli antiossidanti GTP le hanno diminuite.

Pertanto, l’intrappolamento fisico degli spermatozoi da parte del grafene (in particolare GTP-rGO) è uno dei meccanismi importanti che descrivono la citotossicità, oltre alle altre reazioni, con conseguente inattivazione e/o morte degli spermatozoi.


aefdf2bc04a1c19d0949ecdac4a210946cc46622L’esposizione in vivo a breve termine all’ossido di grafene può danneggiare l’intestino e i testicoli

Danni provocati dall’ossido di grafene all’apparato riproduttivo.

I risultati dello studio hanno mostrato che l’esposizione a breve termine all’ossido di grafene nel cibo causa un aumento dei parametri di stress ossidativo degli insetti testati (catalasi – CAT, capacità antiossidante totale – TAC), induce danni al DNA ad un livello di circa il 35%.

Inoltre contribuisce ad un’alterazione delle fasi del ciclo cellulare e causa un aumento dell’apoptosi.


236ae4bd45491651d361af0fba8646d448521562Effetti dose-dipendenti dell’ossido di grafene su nanoscala sulla capacità riproduttiva dei mammiferi

Danni provocati dall’ossido di grafene all’apparato riproduttivo.

Lo studio riporta gli effetti in vivo dose-dipendenti dei fogli di ossido di grafene su scala nanometrica (ONG) sulla capacità riproduttiva dei topi Balb / C (Biodistribuzione).

Lo studio dei fogli ONG (iniettati per via endovenosa nei topi maschi ad una dose di ~ 2000 μg / ml o 4 mg / kg di peso corporeo) ha mostrato un elevato assorbimento di grafene nei testicoli.


2e06edfac4d7ae60ca8b962ffb1e98e6d038fccbStudio tossicologico dei nanotubi di carbonio a parete singola e dell’ossido di grafene ridotto negli spermatozoi umani

Danni provocati dall’ossido di grafene all’apparato riproduttivo.

È stato dimostrato che lo stress ossidativo aumenta il danno cellulare a causa della produzione di ROS, radicali liberi altamente reattivi noti per avere effetti negativi sulla funzione e la morfologia dello sperma.

Gli studi hanno dimostrato che lo stress ossidativo è una delle cause principali dell’infertilità maschile, mostrando una diminuzione della motilità e della vitalità degli spermatozoi, un aumento dei difetti nella morfologia della parte media e la perossidazione lipidica delle membrane spermatiche.


afc9a25456c831b7e96873e68a66ba1d68571a92Valutazione della tossicità cellulare indotta dall’ossido di grafene e analisi del trascrittoma in cellule di rene embrionale umano

Danni provocati dall’ossido di grafene al sistema urinario.

I test di vitalità e proliferazione cellulare hanno rivelato un significativo effetto citotossico dose-dipendente nelle cellule HEK293.

I test di citotossicità hanno mostrato un aumento della perdita di lattato deidrogenasi (LDH), della generazione di specie reattive dell’ossigeno (ROS), una diminuzione dei livelli di glutatione ridotto (GSH), ed un aumento del livello di glutatione ossidato che indica uno stress ossidativo.


f14be12327319f20cb2f09c18b332933284ac051Effetti di citotossicità del grafene e dei nanotubi di carbonio a parete singola sulle cellule PC12 derivate dal feocromocitoma neurale

Danni al sistema nervoso provocati dall’ossido di grafene.

E’ stato dimostrato che la forma di questi materiali è direttamente collegata alla loro tossicità cellulare indotta.

Sia G (nanoframmenti di grafene) che SWCNTs (nanotubi di carbonio) inducono effetti citotossici, e questi effetti sono dipendenti dalla concentrazione e dalla forma.

È interessante notare che a basse concentrazioni, G ha indotto un’attività metabolica più forte di SWCNT, una tendenza che è stata invertita a concentrazioni più elevate.


9a9bdd5864b73bc4e24a6156b8c9821129c16219L’ossido di grafene può danneggiare la vista ?

Danni al sistema nervoso provocati dall’ossido di grafene.

L’aggiunta di GO (ossido di grafene) ha avuto poca influenza sulla morfologia cellulare, ma il cambiamento era visibile dopo una cultura prolungata.

Le cellule RPE hanno mostrato oltre il 60% di vitalità cellulare con il saggio CCK-8 nelle soluzioni GO e meno dell’8% di rilascio di LDH, anche se è stata osservata una piccola quantità di apoptosi (1,5%).


1937e11f1bf6c349a4f15c84055e6011c7c651ebNanoschede di ossido di grafene che rimodellano la funzione sinaptica in reti cerebrali coltivate

Danni provocati dall’ossido di grafene al sistema nervoso.

Nel microambiente biologico, le nanoschede di grafene possono interagire con le strutture cellulari e subcellulari esposte, dando luogo a una regolazione inaspettata di una sofisticata segnalazione biologica.

Più in generale, i dispositivi biomedici basati sulla progettazione di queste nanostrutture planari 2D per interventi sul sistema nervoso centrale richiedono una comprensione precisa delle loro interazioni con il milieu neuronale.

Qui, descriviamo la capacità delle nanoschede di ossido di grafene di regolare negativamente la segnalazione neuronale senza influenzare la vitalità delle cellule.


80615f1e2f59c79a47c09295acc3546a35f6cb8fDanni al DNA legati al contenuto di ossigeno dell’ossido di grafene in cellule umane dell’epitelio retinico

Danni al sistema nervoso provocati dall’ossido di grafene.

I risultati dello studio  hanno suggerito che sia GO che RGO hanno indotto danni al DNA dipendenti da ROS (ossido di grafene ridotto).


f548eb16a09ae0acd525a6faae0f4d1fb38ad668Approfondimenti meccanicistici cellulari e molecolari sul potenziale di danno al DNA del grafene a pochi strati in cellule endoteliali primarie umane

Danni genetici provocati dall’ossido di grafene.

E’ stato ulteriormente studiato l’effetto delle interazioni del grafene usando l’analisi microarray del cDNA ed è stato identificato i potenziali effetti negativi attraverso la down-regolazione dei geni chiave coinvolti nella risposta al danno al DNA e nei meccanismi di riparazione.

Il test di elettroforesi su gel di una singola cellula ed il test Comet hanno confermato il potenziale di danno al DNA del grafene nei confronti delle cellule primarie umane.


mp 2016 006963 0008PEGilazione di ossido di grafene ridotto induce tossicità nelle cellule della barriera emato-encefalica : uno studio in vitro e in vivo
(PEG : Polietilenglicole)

Danni al sistema nervoso provocati dall’ossido di grafene.

Gli studi in vitro hanno dimostrato una tossicità dipendente dalla concentrazione.

La concentrazione più alta (100 μg/mL) di rGO non PEGilato ha avuto una minore influenza tossica sulla vitalità cellulare in colture primarie di astrociti e cellule endoteliali del cervello di ratto, mentre il rGO PEGilato ha indotto effetti deleteri e morte cellulare.


37e3942f940b1a27b4c0cb5a7476ae1b2f8348daImpatto dell’ossido di grafene sulla vitalità, funzionalità e integrità della barriera del trofoblasto placentare umano

Danni al sistema endocrino provocati dall’ossido di grafene.

L’esposizione ai materiali GO ha indotto una leggera diminuzione dell’attività mitocondriale e della secrezione di coriogonadotropina umana.

Inoltre, il GO ha indotto un’apertura transitoria della barriera del trofoblasto, come evidenziato da un aumento temporaneo della traslocazione della fluoresceina di sodio, una molecola marcatrice del trasporto passivo.

La prova dell’assorbimento cellulare di GO è stata trovata tramite analisi di microscopia elettronica a trasmissione, che ha rivelato l’assorbimento di GO anche di grandi dimensioni micro da parte del BeWo


d6b99c76b9dc25add48df3f89516f85d7dcbb360L’esposizione del sangue all’ossido di grafene può causare la morte anafilattica nei primati

Shock anafilattico nei primati causato dalla somministrazione di ossido di grafene.

Lo studio dimostra come l’esposizione del sangue al GO (ossido di grafene) al di sotto della massima dose iniziale sicura può causare la morte accidentale nei mammiferi, compresi i primati non umani (1 su 5 Macaca fascicularis e 7 su 121 topi).


6ca8969dc9f7b31097d4b093bd9aa1ed255f59a1I punti quantici di grafene possono danneggiare il DNA nelle cellule ?

Danni genetici causati dall’ossido di grafene.

Le cellule NIH-3T3 trattate con GQDs (grafene quantum dots) hanno mostrato un aumento dell’espressione delle proteine (p53, Rad 51 e OGG1) legate al danno al DNA rispetto alle cellule non trattate, indicando un danno al DNA causato dai GQDs.

Il rilascio di specie reattive dell’ossigeno (ROS) indotto dalla GQD ha dimostrato di essere responsabile dei danni al DNA osservati.


5b69c33ea6d0ed15c7e376b2414326c8797fa7d9Risposta genotossica e recupero del danno macrofagico ai punti quantici di grafene

Danni genetici causati dall’ossido di grafene.

Questo studio ha rivelato le risposte genotossiche dei macrofagi alveolari di ratto (NR8383) ai QD di grafene aminato (AG-QDs) ed ha rilevato il recupero delle cellule dopo la rimozione di AG-QDs.

L’analisi dell’espressione genica globale del sequenziamento dell’RNA ha mostrato che AG-QDs (100 μg/mL) ha causato alterazioni significative nell’espressione di 2898 geni dopo l’esposizione per 24 ore.


50c2c43fd7493194e3bd7fae6f89fdd2f3759ee6Le nanoschede di ossido di grafene inducono danni al DNA ed attivano la via di segnalazione della riparazione dell’escissione della base (BER) sia in vitro che in vivo

Danni genetici causati dall’ossido di grafene.
Alcuni studi hanno ora riportato che l’eccessiva esposizione al GO (ossido di grafene) può causare danni al DNA cellulare attraverso la generazione di specie reattive dell’ossigeno (ROS).


7a3449ef32d7a3737d1d763328165a55e375b7a5Genotossicità dei nanofili di grafene sulle cellule staminali mesenchimali umane

Danni genetici causati dall’ossido di grafene.

I risultati di questo studio hanno mostrato che l’rGONR (nanoschede di ossido di grafene ridotto) potrebbe penetrare nelle cellule e causare frammentazioni del DNA e aberrazioni cromosomiche anche a basse concentrazioni di 1,0 μg/mL dopo un breve tempo di esposizione di 1 ora.


89880a4ee61bcba8553a80dbbada9aec2f867b6fEffetti genotossici ed epigenotossici differenziali dei nanomateriali della famiglia del grafene (GFN) sulle cellule epiteliali bronchiali umane

Danni genetici causati dall’ossido di grafene.

Lo studio suggerisce che i materiali GFN possono causare cambiamenti più sottili nella programmazione dell’espressione genica modulando lo stato di metilazione del DNA.

Un’informazione potenzialmente utile per un uso futuro nel campo biomedico.


d6c5d5d0447471c2abd9f4b90ff8fb54dfa1cedcUno sguardo più attento alla genotossicità dei materiali a base di grafene

Danni genetici causati da ossido di grafene.

Si ritiene che il meccanismo principale della tossicità del grafene sia causato dalle specie reattive dell’ossigeno prodotte nelle cellule, che a loro volta interagiscono con diverse biomolecole, compreso il DNA.

In questa revisione, abbiamo voluto discutere diversi studi di genotossicità eseguiti con GBM con un focus specifico su diversi tipi di cellule e condizioni.


0123151101f1169160c10930761f6d94a17c0697Fusione del DNA e genotossicità indotta da nanoparticelle di argento e grafene

Danni genetici causati dall’ossido di grafene.

Abbiamo verificato una connessione tra il legame delle nanoparticelle di DNA (NP) e i danni al DNA in vitro indotti da nanoparticelle d’argento rivestite di citrato e polietilenimina ramificata (c-AgNP e b-AgNP), nonché da nanoschede di ossido di grafene (GO).


edf60506a5dc025ae1551d3b12195e07366088f5I punti quantici di grafene idrossilato inducono danni al DNA e alterano la struttura dei microtubuli nelle cellule epiteliali esofagee umane

Danni genetici causati dall’ossido di grafene.

In questo studio, abbiamo verificato gli effetti potenziali dei punti quantici di grafene modificati con idrossile (OH-GQDs) sulla linea cellulare epiteliale esofagea umana HET-1A.

I nostri dati hanno rivelato una significativa citotossicità di OH-GQD che ha diminuito la vitalità di HET-1A in modo dose – e tempo- dipendente.


787a613c74b4380619c08f9b333c8ed500282d82Gli effetti contraddittori dell’ossido di grafene contro gli agenti patogeni umani

Ancora un altro studio (questa volta italiano e compiuto all’università La Sapienza di Roma) sui danni cellulari provocati dall’ossido di grafene.

Nell’ultimo decennio, diversi gruppi di ricercatori hanno cercato di definire i meccanismi di interazione tra i frammenti di ossido di grafene e gli agenti patogeni, ma sono stati riportati risultati contraddittori.

Questa revisione si concentra su tutte le contraddizioni delle proprietà antimicrobiche del GO in soluzione.


a0d6244b2d267eea555909524576689b83754733I nanoscheletri di grafene danneggiano le membrane lisosomiali e mitocondriali e inducono l’apoptosi nelle cellule RBL-2H3

Un altro studio sui danni cellulari provocati dall’ossido di grafene.

I risultati della ricerca forniscono informazioni più complete sui danni all’organello ed alla membrana plasmatica indotti dal grafene.

Assai importanti per comprendere e prevedere la citotossicità dei nanomateriali a base di carbonio.


7b649f04f6f9c9b1910f4e3507a107fe71575f6bValutazione della citotossicità in vitro dei nanosheet di grafene sulle cellule alveolari

Ennesima dimostrazione dei danni cellulari provocati dall’ossido di grafene.

Tutti i nanomateriali della famiglia del grafene hanno indotto alti livelli di tossicità nelle cellule alveolari.

Qualcuno ha ancor qualche dubbio sulla tossicità del grafene ?


9f216557684a06ea33ac600a633cfd0dbbb29e1aTossicità dell’ossido di grafene e dei nanotubi di carbonio a più pareti contro le cellule umane e di zebrafish

Un’altra dimostrazione dei danni cellulari provocati dell’ossido di grafene.

I risultati mostrano che il GO (ossido di grafene) ha una tossicità moderata per gli organismi, in quanto può indurre un’inibizione minore (circa il 20%) della crescita cellulare e un leggero ritardo nella schiusa degli embrioni di zebrafish a una dose di 50 mg/L, ma non ha prodotto un aumento significativo dell’apoptosi embrionale.

Mentre i MWNT mostrano una tossicità acuta che porta a una forte inibizione della proliferazione cellulare ed a gravi difetti morfologici negli embrioni in sviluppo, anche a concentrazioni relativamente basse di 25 mg/L.


b8c61eaf05b408e821f10534c3ae0bb4961c6e5bLe nanoparticelle di grafene inducono l’apoptosi nelle cellule MCF-7 attraverso il deterioramento mitocondriale e la catena di NF-KB

Un’importante studio sui danni cellulare provocati dell’ossido di grafene.
La citotossicità di rGO contro il cancro al seno umano MCF-7 è stata esaminata misurando diversi parametri, tra cui MTT, soppressione di NF- κTranslocation B, potenziale di membrana mitocondriale (MMP), produzione di specie reattive dell’ossigeno (ROS), colorazione con arancio di acridina e bromuro di etidio e elettroforesi su gel a cellule singole.

Inoltre, le espressioni geniche delle proteine Bax e Bcl-2 sono state misurate mediante analisi PCR quantitativa e microscopia a fluorescenza.
Hanno indicato che l’rGO induce la morte cellulare utilizzando l’apoptosi come meccanismo esclusivo.

I nostri risultati mostrano per la prima volta che l’rGO ha inibito la proliferazione delle cellule MCF-7, portando alla morte cellulare programmata attraverso l’attivazione della via di segnalazione mediata dai mitocondri che coinvolge la via di segnalazione NF-kB.


56a1e8ece7c92e3771d7aaab45c3d11383835a23Ruolo della carica superficiale e dello stress ossidativo nella citotossicità e genotossicità dell’ossido di grafene verso cellule di fibroblasti polmonari umane

Danni da ossido di grafene nel tratto respiratorio.

In questo articolo, la citotossicità e la genotossicità dell’ossido di grafene per le cellule di fibroblasti polmonari umani (HLF) sono state valutate con il metil tiazolyl tetrazolium (MTT) e la misura sub-G1.

E’ stato inoltre esplorato il meccanismo della sua tossicità.

Sono state eseguite diverse modifiche dell’ossido di grafene per aiutarci a determinare i fattori che potrebbero influenzare la tossicità dell’ossido di grafene stesso.

I risultati hanno indicato che la citotossicità e la genotossicità dell’ossido di grafene per le cellule HLF erano dipendenti dalla concentrazione, e la genotossicità indotta dal GO era più grave della citotossicità per le cellule HLF.

Lo stress ossidativo mediato dall’ossido di grafene potrebbe spiegare la ragione del suo effetto tossico.


46283ca7ece5c9c708bca4cd31af173726fba515Una valutazione degli effetti citotossici delle nanoparticelle di grafene sulle cellule epiteliali del polmone umano

Danni dell’ossido di grafene al sistema respiratorio.

Studi recenti hanno dimostrato che quando si verifica l’esposizione respiratoria alle nanoparticelle, macrofagi e neutrofili nel sistema polmonare possono essere riattivati.

Una reazione infiammatoria può quindi verificarsi (Kennedy, 2009).


c831745266694a747bd4fd39ca97226329f14513Proprietà fisico-chimiche basate sulla tossicità differenziale dell’ossido di grafene/ossido di grafene ridotto in cellule polmonari umane mediate dallo stress ossidativo

Gli studi cellulari dimostrano che GD internalizza significativamente, inducendo una citotossicità attraverso lo stress ossidativo in entrambe le cellule.

L’intensità della tossicità è in linea con la dimensione laterale ridotta e l’aumento dei gruppi funzionali ha rivelato un potenziale di tossicità più elevato di TRGO e GO, rispettivamente.


1 s2.0 S0008622318304706 fx1 lrgL’esposizione singola alle nanopiastrine di ossido di grafene e al grafene aerosolizzato non ha avviato una risposta biologica acuta in un modello di polmone umano 3D

Danni dell’ossido di grafene alle vie respiratorie.
E’ stato dimostrato che i GRM (grafene e materiali di questo tipo) sono facilmente respirabili e possono interagire con le cellule polmonari con conseguente induzione di stress ossidativo od infiammazione polmonare.


1 s2.0 S2590006420300107 gr5L’esposizione ripetuta all’ossido di grafene vaporizzato media l’inibizione dell’autofagia e dell’infiammazione in un modello tridimensionale delle vie aeree degli esseri umani

Ancora una volta ci troviamo a che fare con danni provocati dall’ossido di grafene alle vie respiratorie.

I risultati di questo studio mostrano che l’esposizione all’ossido di grafene inalato ha innescato una debole risposta pro-infiammatoria, l’integrità della barriera compromessa e il blocco dell’autofagia, aumentando potenzialmente la suscettibilità dei lavoratori esposti alle infezioni polmonari e/o alle malattie polmonari.

Nel complesso, i risultati presentati evidenziano l’importanza di utilizzare modelli di vie aeree in vitro fisiologicamente rilevanti e scenari di esposizione del mondo reale per prevedere l’impatto dell’esposizione al particolato inalato per la sicurezza delle persone.


Articoli scientificiL’ossido di grafene si biodegrada con l’aiuto di enzimi umani

Riportando i loro risultati nella rivista Small, i ricercatori mostrano che la mieloperossidasi, derivata dai globuli bianchi umani in presenza di una bassa concentrazione di perossido di idrogeno, può metabolizzare completamente l’ossido di grafene nel caso di campioni ampiamente dispersi.

Un articolo davvero interessante, che vale la pena leggere.


Articoli scientificiL’acetilcisteina sta emergendo come alternativa per evitare complicazioni da COVID-19

Come è sempre successo nella storia, la cosiddetta medicina “ufficiale” – quella che sa diffondere solo menzogne nel mondo – si sta prendendo il merito della ricerca di La Quinta Columna.

Naturalmente però negano imperterriti l’esistenza del fenomeno del magnetismo, senza il quale la scoperta effettuata probabilmente non sarebbe nemmeno mai avvenuta…

Come ben sapete, NAC e Glutatione sono trattamenti adatti per COVID19 perché degradano l’ossido di grafene tossico.

In questa “notizia” cambia “sarscov2” con “ossido di grafene”.
E capirai tutto.


22fe445396535137397e76ba79a788ffb729dd76Le nano-antenne basate sul grafene possono permettere la cooperazione degli sciami di polvere intelligente

La polvere intelligente di grafene si diffonde nell’aria ignorando alla sua tossicità per gli esseri umani.

Ora, i ricercatori del Georgia Tech hanno inventato una nano-antenna di grafene plasmonico che può essere utilizzata in modo efficiente a lunghezze d’onda radio millimetriche.

Un altro passo verso la “polvere intelligente”.


2ba1b2712ebc6ee37202cae744e18f8ba4cdeae6Sviluppo di latte senza lattosio utilizzando membrane di nanofiltrazione a base di ossido di grafene

Ossido di grafene nel cibo.

Negli ultimi anni, le membrane di ossido di grafene sono state studiate principalmente per la desalinizzazione dell’acqua e la separazione dei coloranti.

Tuttavia, le membrane hanno una vasta gamma di applicazioni, come nell’industria alimentare.
Il tentativo progressivo di avvelenare l’intera umanità avanza in modo imperterrito.


84a11953fd0d112cae9be6da5c242b65c4e1b5b5La bio-schiuma a base di ossido di grafene usa la luce del sole per pulire l’acqua

Ancora una volta vediamo i tentativi di normalizzare l’uso dell’ossido di grafene, agente chimico che sappiamo essere assai tossico.
Questa volta per rendere l’acqua potabile.

Un team di scienziati dell’Università di Washington ha sviluppato una tecnica per utilizzare fogli di ossido di grafene per produrre acqua potabile utilizzando la luce del sole.

La tecnica prevede il riscaldamento dell’acqua sporca fino a farla bollire, creando vapore purificato che può essere tranquillamente raccolto e consumato.


01027e6e3302f83d25e003424d7362705e7f0071Brevetto 3d Ossido di grafene ridotto / composto sio 2 per la nucleazione del ghiaccio e la inseminazione delle nuvole (Chemtrails)

La presente invenzione fornisce una particella che nuclea il ghiaccio per il cloud seeding e altre applicazioni, che può avviare la nucleazione del ghiaccio a una temperatura di -8°C.

Inoltre, il numero di particelle nucleanti del ghiaccio aumentava continuamente e rapidamente con la diminuzione della temperatura.
La particella nucleante del ghiaccio della presente invenzione è un composto poroso nanostrutturato di nanoparticelle tridimensionali di ossido di grafene ridotto e diossido di silice (PrGO-SN).


be1a80fa0361b4f514782b540a812aeef376fd0aI ricercatori della Khalifa University condividono le conoscenze al 2021 International Rainfall Enhancement Forum.
Ossido di grafene ridotto per favorire la precipitazione della pioggia.

L’ossido di grafene ridotto serve ancora una volta come modello per la crescita dei cristalli di ghiaccio a causa di una struttura reticolare esagonale analoga.

Mentre l’aggiunta di nanoparticelle di ossido di silicio migliora le capacità generali di assorbimento delle molecole d’acqua della particella composita.

Ora chiedetevi ancora una volta la vera origine del cosiddetto “virus farsa”.
Fate semplicemente 1+1.
E capirete.


5G antennasSintesi e caratterizzazione di compositi ternari di polianilina/bario ferrite/ossido di grafene ridotto come materiale assorbente di microonde.

La larghezza di banda effettiva di assorbimento delle microonde per la perdita di riflessione inferiore a -10 dB era di 0,9 GHz da 8,2 GHz a 9,1 GHz.

Le notevoli proprietà di assorbimento delle microonde suggeriscono la sua promettente applicazione per l’assorbimento delle microonde. e la polarizzazione interfacciale tra i tre componenti.

Le notevoli proprietà di assorbimento delle microonde suggeriscono la sua promettente applicazione per l’assorbimento delle microonde.
Infatti tutti i composti di ossido di grafene hanno una gamma di assorbimento di frequenza nella tecnologia 5G.


come proteggersi dalle onde elettromagnetiche 2Sintesi idrotermale di ossido di grafene ridotto-Co 3 O 4 compositi ed eccellenti proprietà elettromagnetiche a microonde

Le proprietà di assorbimento a microonde risultanti hanno mostrato che la massima perdita di riflessione di RGO (ossido di grafene ridotto) – Co 3 O 4 è fino a -43.7 dB a 13.8 GHz e la larghezza di banda di assorbimento con la perdita di riflessione sotto -10 dB è 4.6 GHz con uno spessore di 3.3 mm.

Le eccellenti proprietà di assorbimento di microonde di RGO – Co 3 O 4 può essere utilizzato come un candidato attraente per il nuovo tipo di materiali assorbenti di microonde.

Tutti i compositi con ossido di grafene hanno infatti gamma di assorbimento di frequenza nella tecnologia 5G.


1 s2.0 S0167577X11007531 fx1Sintesi del composito polianilina-oro/ossido di grafene e caratteristiche di assorbimento a microonde dei film compositi

La proprietà di assorbimento a microonde dei film compositi a 2-12 GHz è stata studiata a fondo e sono stati analizzati gli effetti dello spessore del campione su tale fenomeno.

L’efficienza di schermatura delle interferenze elettromagnetiche di PANI-GNP è stata migliorata dall’inclusione di GO (ossido di grafene).

Tutti i composti di ossido di grafene hanno infatti una gamma di assorbimento di frequenza nella tecnologia 5G.


bcf3c75fa052d7d7d85c1564318498ae42816ee6Ossido di grafene ridotto-CoFe 2 O 4 composito : sintesi e proprietà di assorbimento elettromagnetico

Il risultato mostra che RGO (ossido di grafene ridotto) gioca un ruolo importante nelle proprietà di assorbimento delle microonde del composito RGO-CoFe 2 O 4.

Si ritiene che tale materiale composito sarà ampiamente applicato nel settore dell’assorbimento delle microonde.

Tutti i compositi di ossido di grafene hanno gamma di assorbimento di frequenza nella tecnologia 5G.


percezione02Fabbricazione e assorbimento a microonde di nanocompositi di ossido di grafene ridotto / Ni 0,4 Zn 0,4 Co 0,2 Fe 2 O 4

Le proprietà elettromagnetiche e le proprietà di assorbimento delle microonde sono state determinate per i nanocompositi preparati con diversi rapporti di peso di rGO a NZCF ( m rGO : m NZCF ).

Quando il valore di mrGO : m NZCF è 1:10, il nanocomposito rGO / NZCF con uno spessore di 3 mm ha raggiunto una perdita di riflessione massima di -57.6 dB a 10.1 GHz ed una larghezza di banda di frequenza effettiva di adsorbimento di 4.2 GHz tra 8.2 GHz e 12.4 GHz.

Tutti i compositi con ossido di grafene hanno gamma di assorbimento di frequenza nella tecnologia 5G.


c84be12fa4e32d36dd07e0a860d277389489a3abIndagine sull’ottimizzazione, il design e le proprietà di assorbimento delle microonde di compositi di ossido di grafene ridotto/ZnO simili a tetrapodi

Sono state studiate le proprietà di assorbimento delle microonde dei compositi realizzati con diversi componenti.

Sono stati studiati gli effetti delle frazioni di massa di RGO (ossido di grafene ridotto) e lo spessore dei compositi sulle proprietà di assorbimento delle microonde nell’intervallo da 2 a 18 GHz.

Tutti i composti di ossido di grafene hanno una gamma di assorbimento di frequenza nella tecnologia 5G.


d4dc3f715efc98c03473ae8305edacf0bcf694a9Miglioramento delle prestazioni di assorbimento delle onde elettromagnetiche del composito di nanocubi di Co 3 O 4/ossido di grafene ridotto

Tale materiale composito ad alto assorbimento di microonde può essere usato come un candidato promettente per il nuovo tipo di materiale che assorbe le onde elettromagnetiche.

Tutti i composti di ossido di grafene hanno una gamma di assorbimento di frequenza nella tecnologia 5G.


bd57dd548a28e43b5d52bf7fac3e3998e157c771Polvere tridimensionale di ossido di grafene ridotto per un efficiente assorbimento di microonde nella banda S (2-4 GHz)

L’eccellente assorbimento delle microonde potrebbe essere attribuito alle strutture a nido d’ape e alla forte polarizzazione delle polveri 3D-RGO.

Considerando la bassa densità e la buona resistenza alla corrosione, le polveri 3D-rGO possono servire come un eccellente componente per la progettazione di rivestimenti leggeri per l’assorbimento delle onde elettromagnetiche.


b89dbb38f37adede116eebf0f24ba99980ba0610Ossido di grafene ed assorbimento elettromagnetico nel 5G

I ricercatori concludono che rGO/NBR (ossido di grafene ridotto) è il materiale ottimale perché raggiunge il più basso tasso di riflessione delle onde elettromagnetiche (microonde), con un valore di -45dB a 35,4 GHz.

Permettendo l’assorbimento di quasi tutte le emissioni 5G.


20113fdeee47dcf818bbd883abd9ded8601a0dcaNanotubi di carbonio e ossido di grafene nella risonanza magnetica a microonde (MRI)

Negli ultimi anni, la nanotecnologia è stata una pietra miliare nell’evoluzione delle comunicazioni, permettendo lo sviluppo di nuove applicazioni e la standardizzazione di nuovi materiali su scala nanometrica chiamati nanomateriali.

Questi includono il grafene ed i suoi derivati come i nanotubi di carbonio ed alcuni altri composti.


e88f109336da32d32ac2b3607919fccae73677c1Riduzione dell’ossido di grafene mediante microonde

Grazie alla presenza di elettroni π nella sua struttura, il grafene è un buon assorbitore di microonde.


BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page